Venerdì 21 Aprile 2017 dalle ore 18:30

L'Europa in trenta lezioni

Altre informazioni

Sessant’anni fa, il 25 marzo 1957, si firmavano a Roma i Trattati della CEE, la Comunità Economica da cui sarebbe poi scaturita l’Unione Europea. Meno di un anno fa, quella stessa Unione veniva messa in crisi dalla Brexit. Nata come un progetto limpido, progressista e persino nobile, l’UE si è trasformata nei decenni in un’entità troppo spesso fantasmatica, resa impotente e farraginosa dalla burocrazia e dai dissidi tra gli stati membri. Ma abbiamo ancora la possibilità di invertire la rotta: ecco perché di Europa, oggi, si deve tornare a parlare. Gianfranco Pasquino, dopo averci spiegato La Costituzione in trenta lezioni, ci racconta con passo rapido e ampiezza di sguardo questo sogno difficile nato dalle macerie della seconda guerra mondiale. Trenta capitoli lampo per altrettanti concetti chiave, dove politica, storia, cultura e società si incontrano: dal Manifesto di Ventotene al Trattato di Lisbona, dal problema della gestione dei flussi migratori, che ha incrinato il mito di Schengen, al miraggio necessario della costituzione degli Stati Uniti d’Europa, dai vividi ritratti di politici e pensatori che hanno fatto grande l’UE al problema di leadership che l’Europa sta attraversando oggi. L’Europa in trenta lezioni riesce a rendere chiaro e avvincente un argomento complesso e spinoso, ricordandoci in ogni sua pagina come l’UE sia nata da un’idea guida forte e necessaria, quella di libertà. Ed è alla libertà che dobbiamo tornare, se vogliamo rifondare oggi un’Europa migliore. L'autore sarà intervistato da Mario Leone del Movimento Federalista Europeo