Skin ADV

Spedizione GRATIS con €19 di spesa o con ritiro nei NEGOZI (Contrassegno escluso)

Descrizione

Lo scostante e tenebroso maresciallo Reuben J. Rooster Cogburn, pistolero di chiara fama, viene ingaggiato dalla piccola Mattie Ross per uccidere Tom Chaney, killer senza scrupoli, colpevole d'aver ammazzato il padre della ragazza. A questa strana coppia si affianca anche il ranger La Boeuf, anch'egli intenzionato a catturare Chaney.

Altre informazioni

  • Listino€ 9,99PaeseItalia]ProduzioneParamount]N. DVD1
  • Data uscita06/2011Età cons.TuttiEAN5050582850581

Contenuti extra

Making Of, Documentario, Casting

Scelti per voi dai nostri librai

laFeltrinelli Libri e Musica - Monza

Scritto da il 08 luglio 2011

Come da copinone, i fratelli Coen, propongono un film lontano nel tempo, ma sempre attuale nei contenuti. Il premio Oscar Jeff Bridges si presta nuovamente e magistralmente alla regia dei due fratelli più irriverenti di Hollywood.

Leggi tutte le recensioni

Recensioni

Il primo western firmato "Coen"

Scritto da 2500032867223 il 18 novembre 2011

Un Western atipico, quello dei Fratelli Coen: al punto che, si potrebbe affermare, di Western abbia solo l'ambientazione - nonché l'ispirazione dall'omonimo film del 1969. Innanzi tutto la vicenda, il motore dell'azione - a dispetto del titolo - non è lo sceriffo ubriacone e dal grilletto facile, ma una ragazzina di 14 anni dalle lunghe trecce. Tenendo presente che, generalmente, le donne coprono un ruolo più che marginale all'interno di questo genere cinematografico, la piccola Mattie Ross si distacca comunque dall'immagine cinematografica della donna del Far West che, nella maggior parte dei casi, riveste il ruolo di prostituta. Altro elemento atipico è la pressoché totale assenza di una controparte indiana, apparentemente inesistente anche a livello di insediamenti nel territorio diegetico del film. Non è un caso, forse, che l'unico indiano che ci viene mostrato, in una delle prime scene, venga immediatamente fatto impiccare, senza neppure che gli sia concesso un ultimo discorso prima di morire (come invece è stato fatto per gli altri due condannati). Sembra un tacito avviso dei Coen, come ad informare il pubblico che, in questo film, gli indiani non avranno mai la parola (tanto che il pellerossa assunto dallo sceriffo Cogburn, come protettore a distanza, non compare mai e comunica con gli spari). L'investigazione del "Grinta" Cogburn e della piccola Mattie, alla ricerca dell'assassino di suo padre, ha più i caratteri del thriller o del poliziesco hard boiled, con tanto di inseguimento di tracce, poco ortodosse interrogazioni di testimoni e violente sparatorie - mentre la presenza della coppia investigatore-ragazzina ricorda il duo Jean Reno-Natalie Portman del bessoniano "Léon" (1994). Alla sempre notevole fotografia di Roger Deakins (assiduo collaboratore dei Coen) si affianca una buona interpretazione di Jeff Bridges e sopratutto della giovane Hailee Steinfield, al suo debutto cinematografico che le è valso una nomination agli Oscar come miglior attrice non protagonista. Una figura testarda e astuta, quella da lei interpretata, grintosa più del Grinta stesso; ma così teneramente adulta e determinata da essere presa a cuore da chiunque incontri, Texas Ranger o fuorilegge che sia.

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

La mia recensione

Top Registi

Tutti i prodotti

Top Attori

Tutti i prodotti