Skin ADV

Spedizione GRATUITA su tutto il Catalogo! Solo per il territorio italiano.

Memorie di Adriano

Memorie di Adriano

di Marguerite Yourcenar

MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE ONLINE

Sinossi

Il capolavoro di Marguerite Yourcenar unisce al cesello perfetto della ricostruzione storica il coraggio di presentare a tutto tondo un grand'uomo, l'altezza del suo pensiero, la disponibilità intellettuale, le intuizioni profetiche, donandoci non già un saggio erudito, ma un libro dei giorni nostri, e dei giorni a venire. Perché, come ha scritto la Yourcenar, «non siamo i soli a guardare in faccia un avvenire inesorabile». I taccuini di appunti dell'autrice (annotazioni di studio, lampi di autobiografia, ricordi, vicissitudini della scrittura) perfezionano la conoscenza di un'opera che fu pensata, composta, smarrita, corretta per quasi un trentennio. La nota della traduttrice, Lidia Storoni Mazzolani, ci regala la storia di un'amicizia nata lavorando insieme alla versione italiana

Altre informazioni

Scelti per voi dai nostri librai

laFeltrinelli Village - Padova

Scritto da Chiara il 22 ottobre 2013

Un capolavoro letterario che fonde ricerca storica e speculazione filosofica. Adriano, tormentato come ogni uomo, fa riflettere tutti noi sul senso della vita.

Leggi tutte le recensioni

Recensioni

Un libro che riesce a sensibilizzarti ripercorrendo gli scenari del passato

Scritto da Nocerina1910 il 18 luglio 2012

Quest'opera redatta in prima persona dall'imperatore Adriano e rivolta al giovane diciottenne Marco Aurelio ed illustra poeticamente la vita di un uomo colto, amante dell'arte e della cultura ellenica. La morte dell'imperatore Traiano, segna l'ascesa al trono di Adriano; da quel momento in poi, in conformità con quanto stabilito dallo stesso, l'impero romano conoscerà un periodo di pace, di sviluppo economico e culturale, ripudiando ogni forma di conflitto. Adriano dedica, inoltre, molto spazio al giovinetto di Bitinia, Antinoo, nei confronti del quale non nasconderà mai il suo profondo amore, accompagnandolo e venerandolo fino alla tragica morte. La parte finale, ripercorre la vita di un imperatore oramai anziano, combattuto per la scelta del successore al trono. Singolare è il rapporto che instaura con la morte: le paure, i sogni, la malattia e l'inabilità lo portano fino al punto di suicidarsi. Prevarrà la volontà di onorare fino alla fine il mandato conferitogli.

VOTA QUESTA RECENSIONE (1 voti) - (0 voti)

ritratto di un imperatore atipico

Scritto da enricocaramuscio il 20 giugno 2011

Sentendo avvicinarsi l’ ora della morte, l’ Imperatore Adriano scrive una lettera al nipote Marco descrivendo il suo stato d’ animo attuale e facendo un resoconto della sua vita, dalla gavetta al fronte fino all’ ascesa al ruolo di uomo più potente del Mondo. L’ autrice presenta un ritratto molto bello di Adriano, un imperatore atipico, che vive il suo ruolo più come una missione che come un punto di arrivo; un uomo ligio al dovere, che ama la bellezza, i libri e la cultura, odia la guerra e dimostra un modo di pensare e di agire talmente moderno da sembrare impensabile a quei tempi. La prosa è molto curata ed elegante, a volta sfiora la poesia, ma la formula del monologo alla lunga stanca e ci sono alcuni passaggi in cui l’ interesse può calare e la lettura risultare lenta e un po’ noiosa.

VOTA QUESTA RECENSIONE (1 voti) - (0 voti)

"Nec, ut soles, dabis iocos"

Scritto da giuls. il 31 luglio 2012

Lettura scolastica trasformatasi in lettura per piacere. Libro che mi ha accompagnato in un'estate un po' particolare (sperduta tra le montagne per la stagione), si è rivelato una raccolta di consigli sottointesi: il racconto della vita di Adriano, volto alla crescita di Marco, si è trasformato nel monologo di un padre 'antico' verso una ragazza del XXI secolo. Incredibile la scrittura della Yourcenar, che a sprazzi colpisce con piccole perle di 'saggezza' (o di bravura?) che concentrano dentro di sè l'essenza del concetto stesso. Fantastico!

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Da non perdere

Scritto da dbellucci il 28 dicembre 2011

Mentre si avvicina la sua fine, l’imperatore Adriano scrive al giovane Marco Aurelio una lunghissima lettera, dove ripercorre a ritroso le diverse fasi della sua vita: le intemperanze giovanili, l’ascesa alla carica suprema dell'Impero, i viaggi e le guerre della maturità, gli amori, le passioni, il senso del dovere e dello Stato e, infine, la devastazione della malattia e l'angoscia della morte. Un'opera grandiosa, memorabile, al termine della quale il lettore si trova come di fronte ad un grande mare, tra luci, colori, immagini, con un senso di stupore e meraviglia. Da non perdere.

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Il senso dell'immaginare

Scritto da penel0pe il 29 luglio 2011

La vita dell'imperatore Adriano,raccontata dal protagonista ormai al tramonto della sua esistenza:la sua grandezza,le sue debolezze,il suo sogno.Un libro profondo che commuove spirito e intelletto.La Yourcenar forse non è per tutti, ma a chi la scopre riserva pagine memorabili. -"Forse l'impossibilità di continuare ad esprimersi e a modificarsi con nuove azioni costituisce la sola differenza tra l'esser morti e l'esser vivi."

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Un classico

Scritto da mecspoli il 11 settembre 2010

Un ottimo libro, Un’opera interessante sulla vita dell’imperatore Adriano. Una maestria nel raccontare la vita di un grande uomo con la capacità di renderlo una persona comune. Un uomo sempre sulla linea di confine tra la felicità e il dovere. Un uomo all’apparenza in antitesi, sensibile che si emoziona per il sorriso di un bambino e ligio al dovere di imperatore. Da leggere assolutamente!

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Un capolavoro

Scritto da luciano79 il 25 agosto 2010

Attraversare le sensazioni di un grande Imperatore e rilasciarne emozioni; coinvolgere il lettore in quelle che sono le riflessioni psicologiche e sentimentali di un grande personaggio storico. Il libro offre anche un'interessante appendice biobibliografica e taccuini di appunti della scrittrice. Un libro che consiglio di leggere!

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

il libro che tutti dovrebbero leggere

Scritto da amaca il 13 agosto 2010

Un capolavoro assoluto! Scritto e tradotto meravigliosamente, ogni parola è una stilla di pensiero e la vita di Adriano diventa l'occasione per riflettere sui valori e le scelte della propria. Un libro da leggere e rileggere in momenti diversi e che per ciascuno regala emozioni e riflessioni. Del resto, la Yourcenar fa dire ad Adriano che "la vita di un uomo è racchiusa nella sua biblioteca..." come darle torto?

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Grande!

Scritto da paolapoletti il 15 luglio 2010

C'è tutto: l'amore, la cultura, la filosofia...la vita! Uno non può non ritrovarcisi.

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

la bellezza

Scritto da chiarafras il 18 agosto 2009

Una vita straordinaria attraverso una poesia...

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

amore immortale

Scritto da yumorisawa il 07 settembre 2008

l'uomo più potente del mondo sente la propria vita scorrere via...dopo guerre, conquiste, vittorie e sconfitte, viaggi, scoperte, ville e palazzi, mogli, suocere e consiglieri...il grande rimpianto è quel ragazzo, bello come un dio, che lui non ha amato abbastanza tanto da obbligarlo a vivere...ma quel sacrificio ha fatto in modo che l'amore possa durare per sempre, immutato...

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Marguerite Yourcenar - Memorie di Adriano

Scritto da thephilosopher il 06 settembre 2008

Una riflessione sull'essere umano e sulla vita. Il ritratto di un uomo che è tutti gli uomini, un ritratto che non riesce ad essere anacronistico e che fa parte di ognuno di noi. Marguerite Yourcenar fa scrivere ad Adriano imperatore di Roma una confessione colta, greve quanto lo è talvolta la vita. Tutta la grandezza e la maestosità della Roma antica convogliano nella solennità introspettiva di un uomo prossimo alla morte. Commovente, riflessivo fino allo spasimo, scritto in maniera impeccabile, colto, questo romanzo entra dentro le cose e dentro gli uomini e li svela entrambi a partire dalla caducità dell'esistenza. Un capolavoro. "Il vero luogo natio è quello dove per la prima volta si è posato uno sguardo consapevole su se stessi: la mia prima patria sono stati i libri." Marguerite Yourcenar - Memorie di Adriano.

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Imperdibile

Scritto da Mojave il 13 maggio 2008

Animula vagula blandula, Hospes comesque corporis Qua nunc abibis in loca Pallidula, rigida, nudula, Nec, ut soles, dabis iocos... Piccola anima smarrita e soave, compagna e ospite del corpo, ora ti appresti a scendere in luoghi incolori, ardui e spogli, ove non avrai più gli svaghi consueti...

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

Memorie di Adriano

Scritto da VICKY il 05 marzo 2008

"Piccola anima smarrita e soave, compagna e ospite del corpo, ora t'appresti a scendere in luoghi incolori, ardui e spogli, ove non avrai più gli svaghi consueti. Un istante ancora, guardiamo insieme le rive familiari, le cose che certamente non rivedremo mai più...Cerchiamo d'entrare nella morte a occhi aperti..."

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

imperdibile

Scritto da mercurylondon il 20 febbraio 2008

romanzo poetico, riflessivo, dolce. al tutto si aggiunge una eccellente ricerca storica che offre ai lettori la vita privata e pubblica dell' imperatore Adriano.

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

La mia recensione

Top Marguerite Yourcenar

Tutti i prodotti

Top Marguerite Yourcenar

Tutti i prodotti