Guida Feltrinelli Estate 2019

Biglietto, signorina

Biglietto, signorina

di Andrea Vitali

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

13,94

€ 16,40 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

Alla stazione ferroviaria di Varenna c'è trambusto. Il capotreno Ermete Licuti è sceso dal convoglio scortando una passeggera pizzicata senza il biglietto regolare. E senza un quattrino per pagare la multa. Fa intendere che arriva da Milano, che vuole andare a Bellano, ma non parla bene l'italiano. Ligio alle norme, il capotreno non sente ragioni e la consegna al capostazione, Amilcare Mezzanotti, che protesta vivace. Ma il regolamento parla chiaro, la faccenda tocca a lui sbrogliarla. E così adesso il povero capostazione si trova lì, nel suo ufficietto, con davanti Marta Bisovich. Bella, scura di carnagione, capelli corvini, dentatura perfetta, origini forse triestine, esotica e selvatica da togliere il fiato. Siamo nel luglio del 1949, e sul lago di Como, in quel di Bellano, tira un'aria effervescente di novità. Ci sono in ballo le elezioni del nuovo sindaco, e le varie fazioni si stanno organizzando per la sfida nelle urne. Su tutte, la Dc, fresca dei clamorosi successi alle politiche del '48, attraversata ora da lotte intestine orchestrate dall'attuale vicesindaco Amedeo Torelli, che aspira alla massima carica ed è disposto a giocare tutte le sue carte. La bella e conturbante Marta, invece, ha altre aspirazioni. Le basterebbe intanto trovare un posto dove poter ricominciare a vivere, e questo è il motivo per cui ha deciso di puntare le sue ultime chance sulla ruota di Bellano, dove certe conoscenze non sono nelle condizioni di negarle l'aiuto di cui ha bisogno.

Quarta di copertina

«Carabinieri!» comunicò.«Caramba?» sbottò il Magnola.Il Mezzanotti sorrise.Contava pur qualcosa essere capostazione, avere uno sguardo, e una cultura, che andasse un po’ più in là del recinto dei binari.«Glielo paghi tu il biglietto del treno? E ci pensi tu a capire chi è questa qui, da dove viene, dove va?» chiese.«Io?» fece il casellante.Il Mezzanotti non rispose, scuotendo appena il capo.A ciascuno il suo lavoro. Carabinieri, quindi.«Bellano è una Macondo fatta di storie e di uomini simpatici e accattivanti.»Antonio Gnoli, «la Repubblica»«Che devo dirvi? Ho finito le parole per raccontare quanto è bravo Andrea Vitali.»Antonio D’Orrico, «Magazine – Corriere della Sera»«Un giorno, quando non ci sarà più nulla«Uno dopo l’altro, in virtù di una immaginazione e di una scrittura strepitose, e grazie al passaparola (che non sbaglia mai), i romanzi di Vitali hanno conquistato un pubblico sempre più numeroso.»Massimo Boffa, «Panorama»«Andrea Vitali è ogni volta più bravo. Lavora come un orologiaio su meccanismi infinitesimali. Con mano fermissima.»Antonio D’Orrico, «Magazine – Corriere della Sera»

Dopo aver letto il libro Biglietto, signorina di Andrea Vitali ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (3)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Premi

1990 - Premio Montblanc per il romanzo giovane con l'opera "Il procuratore"
1996 - Premio letterario Piero Chiara con "L’ombra di Marinetti"
2004 - premio Grinzane Cavour con "Una finestra vistalago"
2004 - Premio Bruno Gioffrè con "Una finestra vistalago"
2006 - Premio Bancarella con "La figlia del podestà"
2008 - Premio Ernest Hemingway "La modista"
2009 - Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante con "Almeno il cappello"
2009 - Premio Campiello sezione giuria dei letterati con "Almeno il cappello"
2011 - Premio internazionale di letteratura Alda Merini, premio dei lettori, con "Olive comprese"
2008 - Conferimento del premio letterario Boccaccio per l'opera omnia
2015 - Conferimento del Premio De Sica

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Dogalize
 
Cardif
 
Dogalize
 

Top Andrea Vitali

Visualizza tutti i prodotti