Sentirsi a casa nel mondo

Sentirsi a casa nel mondo

La cultura come bene globale

di John Tomlinson

 
MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE ONLINE
Prenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

La globalizzazione viene affrontata per la prima volta dal punto di vista di un antropologo, come fenomeno culturale e in una dimensione non apocalittica. Il fenomeno modifica la percezione individuale del contesto locale, offrendo nuove possibilita. Ne potrebbe scaturire una forma allargata di appartenenza, un nuovo cosmopolitismo che consenta, appunto di sentirsi a casa ovunque, conservando le proprie radici.

Quarta di copertina

Oggi lo scambio di beni, di capitali, di uomini, di saperi, di immagini, di mode e di credenze e molto piu facile e veloce che in ogni altra epoca della storia e coinvolge molte piu persone. Cio comporta una diversa percezione dello spazio e del tempo e un modo differente di pensare al rapporto fisico con il mondo. Nella maggior parte dei discorsi sulla globalizzazione e infatti sempre presente il concetto di "interconnettivita" e sono continuamente richiamate le metafore della prossimita, del pianeta che si "contrae", del "villaggio" o del "vicinato" globale. Ma non e solo il mondo a entrare nelle case: le nostre scelte specifiche possono avere effetti inattesi, orientando comportamenti di massa nel contesto globale come e avvenuto, ad esempio, nel caso della contestazione alla catena dei McDonald's, promossa da un piccolo movimento di agricoltori della provincia francese. Tomlinson affronta questo tema affascinante indossando la lente dell'antropologo. Riesce cosi a spiegare il complesso significato della globalizzazione, intesa come fenomeno "culturale": come un insieme di esperienze che modifica la percezione dei luoghi e del contesto in cui sono radicate le nostre vite. La globalizzazione apre un'inedita prospettiva cosmopolita e ci permette di sentirci a casa ovunque, anche se continuiamo a identificarci nelle nostre radici nazionali. Questo approccio lascia cadere le tradizionali opposizioni teoriche tra localismo e universalismo e offre l'opportunita di praticare, nei luoghi in cui abbiamo scelto di vivere, una forma di esperienza che continuamente ci induce a pensare come prossimi anche gli "altri" fisicamente piu lontani. Cosi, la tensione tra la dimensione globale delle nostre relazioni con il mondo e l'attaccamento allo spazio di appartenenza dispone a una percezione piu allargata dei legami reciproci, a una piu ricca condivisione dei saperi e al riconoscimento del nostro destino comune.

Dopo aver letto il libro Sentirsi a casa nel mondo di John Tomlinson ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Dogalize
 
Cardif
 
Dogalize

Top John Tomlinson

Visualizza tutti i prodotti