La crisi dell'utopia

La crisi dell'utopia

di Luciano Canfora

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

15,30

€ 18,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

Nella commedia Ecclesiazuse (intorno al 380 a.C.) ovvero Le donne all’assemblea popolare, Aristofane mette alla berlina l’utopia comunista. Le donne ateniesi – travestitesi da uomini – riescono a far votare all’assemblea un provvedimento in cui tutti i beni vengono messi in comune...perfino le donne stesse e – sorpresa – anche i mariti, in modo da non discriminare le donne brutte! Ne risulta una situazione ridicola, in cui ad esempio un bel ragazzo si trova – per legge – a giacere con tre orribili megere prima di potersi unire alla sua amata. La commedia è il punto di partenza di Canfora per l’analisi di un conflitto paradigmatico sull’utopia: quello tra la commedia di Aristofane e la filosofi a di Platone. Il primo ridicolizza l’idea che si possano mettere in comune le ricchezze e le relazioni sessuali, il secondo ne fa l’oggetto di uno dei suoi dialoghi più famosi, “La Repubblica”. Nei secoli lo scontro intorno all’utopia percorre tutta la storia dell’Occidente. Da Aristotele a Tommaso Campanella, da Jonathan Swift a Friedrich Engels, pensatori e scrittori di ogni orientamento si dedicheranno a immaginare mondi più giusti e felici ovvero a criticarne aspramente la concezione, considerandola illusoria o – peggio – mistificatoria della realtà. Engels, ad esempio, nel pamphlet intitolato “L’evoluzione del socialismo dall’utopia alla scienza” se la prende con gli stessi socialisti – da Fourier a Owen – definiti dispregiativamente ‘utopisti’ perché portatori di una visione astratta della società, priva di una adeguata analisi scientifica che ne individui le leggi di trasformazione della realtà e soprattutto gli attori – il proletariato – in grado di attuare il socialismo. Ma – si chiede Canfora – cos’è l’utopia? Per Tommaso Moro l’utopia è un ‘non-luogo’ (“ou-topos”) ma anche un luogo felice (“eu-topos”). L’utopia è davvero la prefigurazione di un mondo impossibile? E dobbiamo considerare utopista chi si ostina a ritenere possibile un cambiamento radicale.

Dopo aver letto il libro La crisi dell'utopia di Luciano Canfora ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (3)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • GenerePolitica
  • Listino:€ 18,00
  • Editore:Laterza
  • Collana:I Robinson
  • Data uscita:06/03/2014
  • Pagine:IX-436
  • Formato:brossura
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788858111017




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Cardif
 
Dogalize
 

Top Luciano Canfora

Visualizza tutti i prodotti