Le parole non le portano le cicogne

Le parole non le portano le cicogne

di Roberto Vecchioni

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

10,79

€ 11,36 -5%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Vuoi ricevere informazioni su i tuoi prodotti preferiti?

Incontra il libraio

Descrizione

Vera è una diciassettenne piena di vita, istintiva e atipica. La svolta nella sua vita di adolescente insoddisfatta avviene dall'incontro con Otto November, un anziano linguista che le spalanca l'universo delle parole e dei loro significati.

Quarta di copertina

Vera è una diciassettenne vitale, istintiva e un po' atipica: una «veteromane », come lei stessa si definisce, con gusti letterari e musicali diversi da quelli dei coetanei, con aspirazioni vaghe e indisciplinate. Ha un padre lontano, a cui scrive lettere destinate a restare senza risposta, e una madre vicina ma assente, sempre impegnata in nuovi e improbabili progetti. Frequenta con dignitoso profitto il liceo classico, ma la scuola le sembra impantanata in una mentalità, un umorismo, un linguaggio inservibili, lontani dalla vita. L'amore per un ragazzo conosciuto per strada le regala emozioni potenti, un modo di verso di stare al mondo, e in ultimo, con il distacco, un dolore nuovo. Ma l'incontro destinato a scardinarle l'universo in un colpo deve ancora arrivare: a formare Vera in modo sotterraneo e definitivo sarà un vecchio linguista dolcissimo ed eccentrico, Otto November, il quale, col suo sguardo bambino, capace di penetrare «in forma stupefatta, nascente, l'atto di parlare», le svelerà quanta forza e vitalità custodisca ogni lingua: le parole sono tracce di sensazioni antiche, dicono l'andata e il ritorno del nostro rapporto con le cose, l'emozione dell'incontro e dello scontro, sono lo specchio di un popolo, «del suo mutar di pelle o della sua immutabilità», «cambiano insieme alla vita e vanno a significare la tua tragedia e la tua commedia », dirà Otto nel corso di alcune lezione tutt'altro che accademiche, lezioni calde, bellissime, in un linguaggio finalmente vicino alla vita. Così vicino alla vita che finisce anche per modificarla: e infatti quelle piccole lezioni di glottologia riescono a modellare l'inquietudine di Vera, a dare un suono al suo mondo. Sdraiata su un prato a guardare le stelle, potrà forse desiderare in modo nuovo: perché desiderio (de-sidera) - fantasticava Otto - "è guardare le stelle e chiedere che da loro scenda qualcosa".

Dopo aver letto il libro Le parole non le portano le cicogne di Roberto Vecchioni ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli




I Nostri Partner


 
Cardif
 
Allianz Direct

Top Roberto Vecchioni

Visualizza tutti i prodotti