Memorie di Adriano
MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE ONLINE

Prenota e ritira

Descrizione

Il capolavoro di Marguerite Yourcenar unisce al cesello perfetto della ricostruzione storica il coraggio di presentare a tutto tondo un grand'uomo, l'altezza del suo pensiero, la disponibilità intellettuale, le intuizioni profetiche, donandoci non già un saggio erudito, ma un libro dei giorni nostri, e dei giorni a venire. Perché, come ha scritto la Yourcenar, «non siamo i soli a guardare in faccia un avvenire inesorabile». I taccuini di appunti dell'autrice (annotazioni di studio, lampi di autobiografia, ricordi, vicissitudini della scrittura) perfezionano la conoscenza di un'opera che fu pensata, composta, smarrita, corretta per quasi un trentennio. La nota della traduttrice, Lidia Storoni Mazzolani, ci regala la storia di un'amicizia nata lavorando insieme alla versione italiana

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (23)
4 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Biografia

Marguerite Yourcenar
Marguerite Yourcenar, nata a Bruxelles nel 1903 e morta negli Stati Uniti nel 1987, cresciuta nel Nord della Francia e a Parigi, trascorse la maggior parte della vita all’estero, in Italia, Svizzera, Grecia e Stati Uniti. Eletta all’Academie Française nel 1981 (prima e unica donna), è autrice di raccolte di versi, poemi in prosa, racconti, lavori teatrali, saggi, traduzioni, e si è conquistata una fama mondiale con i romanzi Alexis (1929; Feltrinelli, 1962), La moneta del sogno (1934; Bompiani, 1984), Il colpo di grazia (1938; Feltrinelli, 1962), Memorie di Adriano (1951; Einaudi, 1963), Fuochi (1957; Bompiani, 1984), L’opera al nero (1968; Feltrinelli, 1969; audiolibro "Emons Feltrinelli", 2011), Anna soror… (1981; in Come l’acqua che scorre, Einaudi, 1983). Ha lasciato una testimonianza narrativa delle proprie radici in Care memorie (1974; Einaudi, 1981), Archivi del Nord (1977; Einaudi, 1982), Quoi? L’étérnité (1988; Einaudi, 1989) e ha dettato un autoritratto intellettuale in Ad occhi aperti. Conversazioni con Matthieu Galey (1980; Bompiani, 1982). Ricordiamo inoltre i saggi Mishima o la visione del vuoto (1980; Bompiani, 1982) e Con beneficio d’inventario (1962; Bompiani, 1985). Feltrinelli ha pubblicato anche l’introduzione di Marguerite Yourcenar a Fedra (2008) di Racine.

Dettagli

Partner

DirectLine
 
Genertel
 
La Repubblica Online
 
 

Su LaEFFE TV

24/04/2015 | 00:20

Les revenants

Quando il passato torna a galla è impossibile ignorarlo. Ma cosa succede quando a fare ritorno è qualcuno che credevamo morto? Su laeffe arriva LES REVENANTS, la serie-rivelazione francese in cui dramma, mistero e sovrannaturale si mescolano dando vita ad una storia suggestiva. Un paesino sulle sponde di un lago, ai piedi di una imponente diga, assiste incredulo al ritorno di alcune persone morte qualche anno prima, che cercano di tornare alla loro vita quotidiana, come se nulla fosse successo. Chi sono? Da dove arrivano? Ma soprattutto, come hanno fatto a tornare? Fabrice Gobert, con la collaborazione dello scrittore Emmanuel Carrére, crea una serie dai ritmi sospesi, in cui sono gli sguardi, i silenzi e il paesaggio a raccontare una storia oscura e impenetrabile, come quelle che solo il miglior cinema europeo sa raccontare. A dare un tocco ancora più enigmatico alla storia ci pensa l’inquietante colonna sonora realizzata dalla band scozzese Mogwai.

24/04/2015 | 09:50

Posso dormire da voi?

Zaino in spalla, passo lungo e curiosità da vendere: in compagnia del giornalista Antoine de Maximy laeffe parte per un nuovo viaggio intorno al mondo. Armato solo di microcamere, in ognuna delle 21 puntate Antoine chiede a perfetti sconosciuti di farsi ospitare per la notte. Il suo obiettivo? Scoprire la vera essenza dei paesi che visita e il grado di adattabilità e di fiducia dei suoi abitanti: dalla cortesia all’imbarazzo, dalla diffidenza alla curiosità…Antoine è pronto a vivere avventure imprevedibili e a volte persino rischiose! L’unica cosa che gli interessa è… posso venire a dormire da voi?

25/04/2015 | 00:45

Maison Close

In prima visione assoluta laeffe presenta Maison Close: la storia di un bordello e delle ragazze che provarono a sfidare una società intera. La domenica sera è sempre dedicata alle signore, ma questa volta quelle di un Paradiso proibito fatto di sesso, potere e intrighi. Parigi, 1871, il Paradise è la casa chiusa più esclusiva di tutta la città. Le signore che ci lavorano, intrappolate in questo bordello di lusso, vivono ogni giorno nel costante sforzo di liberarsi da questa schiavitù e ottenere la libertà. Tra queste ci sono la giovanissima Rose, giunta in città in cerca di sua madre ma costretta con la forza a prostituirsi, Vera che a 35 anni sa che la fine della sua carriera è vicina ma per liberarsi deve puntare tutto sul barone Du Plessis, il suo cliente più abituale e infine Hortense, la proprietaria del Paradise, che cerca di prendersi cura delle sue ragazze e di resistere alle pressioni di un delinquente in cerca di soldi facili.

Top Marguerite Yourcenar

Visualizza tutti i prodotti