Skin ADV

Spedizione GRATIS con €19 di spesa o con ritiro nei NEGOZI (Contrassegno escluso)

Il nuovo Bon Ton

Il nuovo Bon Ton

di Lina Sotis

Prezzo online:

€ 8,41

€ 9,90 -15%

Subito disponibile

Aggiungi

Sinossi

"Usare a tutte le ore della nostra vita il bon ton: ovvero la grazia di porgersi agli altri" scrive Lina Sotis in questo rinnovato galateo che, come quello cinquecentesco di monsignor Della Casa, non è un semplice manuale fitto di regole e comandamenti per non fare brutte figure, ma l'esposizione di un stile di vita urbano e civile - cioè la crema degli usi e costumi della nostra società, un esercizio di rammemorazione di cosa significhi la volgarità e di quale valore arricchiscano la gentilezza, i ritmi e i modi del fascino, la compostezza e il rispetto degli altri. Titolo che ha riscontrato un enorme successo di pubblico e di critica, il Bon Ton di Lina Sotis è un aggiornamento brillante e intenso del suo primo galateo, best seller che risale a più di vent'anni fa e che necessitava di revisione, vista l'accelerazione delle società contemporanea. Composto secondo voci in ordine alfabetico, il Bon Ton della celebre giornalista di costume è una panoramica sull'oggi che include zone tra loro apparentemente distanti, da "abbronzatura" a "zitello" passando per "brunch", "gay", "invidia", "mance", "ospedali", "pancia", "vicini di casa" - un setaccio che discrimina la nuova estetica con il filtro dei valori di sempre, dell'etica che contraddistingue la civiltà capace di valorizzare le virtù e di evitare i vizi.

Altre informazioni

Recensioni

Il nuovo bon ton

Scritto da Mezzanotte il 25 aprile 2011

Nonostante l'autrice dichiari - a ragione - che le buone maniere siano "la grazia di porgersi agli altri", e il bon ton la via per un'esistenza educata, sensibile e rispettosa verso chi ci sta accanto, il libro nella pratica si rivela a sopresa troppo spesso improntato ad una certa crudeltà di dettami che ben poco ha a che vedere con i buoni sentimenti di relazione che avrebbero dovuto ispirare l'opera e permearla. Se si escludono le centenarie norme di cavalleria e di ottimo stile che la Sotis si limita a ricordarci perchè a crearle ci hanno pensato il tempo e il buon senso (l'uomo cede il passo alla signora, si presenta sempre la persona più giovane alla più anziana ecc.), a tutte le voci nuove del bon ton per le quali l'autrice si fa creativa lei stessa, ideatrice di una nuova norma per quei casi contemporanei non coperti dall'etichetta "classica", la Sotis si rivela estremamente dura, quasi impietosa. Soprattutto in tema di separazioni. Parla delle persone divorziate come di soggetti "usati" (una sorta di "scarto" altrui), dei nuovi compagni dei componenti di una coppia naufragata quasi come di intrusi usurpatori di una posizione rubata. Rivela un astio francamente difficile da non leggere fra le righe e da accettare. Molto poco bon ton...

VOTA QUESTA RECENSIONE (0 voti) - (0 voti)

La mia recensione

Top Lina Sotis

Tutti i prodotti

Top Lina Sotis

Tutti i prodotti