Img Top pdp IT book
Salvato in 223 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Che cos'è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico
11,05 € 13,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+110 punti Effe
-15% 13,00 € 11,05 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Che cos'è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico - Erwin Schrödinger - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Che cos'è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico Erwin Schrödinger
€ 13,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Agli inizi degli anni Quaranta, Schrödinger è un fisico teorico fra i più illustri. Insignito nel 1933 del premio Nobel, insegna presso l’Institute for Advanced Studies di Dublino, dove elabora una trattazione illuminante e anticipatrice di un problema cruciale: dare una spiegazione fisica del fenomeno della vita. Le lezioni da lui tenute al Trinity College nel febbraio 1943 vengono elaborate e raccolte in un libretto pubblicato l’anno successivo (e in seguito innumerevoli volte ristampato) con il titolo Che cos’è la vita? A questo interrogativo Schrödinger prova a rispondere applicando i metodi della fisica quantistica allo studio delle molecole viventi di interesse genetico. Egli identifica la questione centrale – come la cellula sia governata da un «codice» inscritto nei geni – e suggerisce l’ipotesi più affascinante: la molecola del gene deve essere un cristallo aperiodico, formato da una sequenza di elementi isomerici che costituiscono il codice ereditario. Tale codice contiene il piano di sviluppo dell’organismo. Il libro suscitò immediatamente grande risonanza, e non soltanto tra i fisici: da esso trae origine la corrente di pensiero che darà luogo alla biologia molecolare, come pure l’adozione di criteri quantitativi nella trattazione dei problemi biologici, in particolare genetici. Dieci anni più tardi, nel 1953, ispirati da quest’opera, Francis Crick, James Watson e Maurice Wilkins scopriranno la struttura del DNA.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

3
1995
15 marzo 1995
Libro universitario
154 p., ill. , Brossura
9788845911248

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

In questo libro sono contenute informazioni davvero preziose. Non fosse altro perchè rarissime volte gli scienziati "sconfinano" e si occupano di materie non propriamente loro. Qui il prof. Schrodinger, uno dei padri della meccanica quantistica, cerca di capire meglio il funzionamento del DNA, della cellula e del messaggio ereditario in generale. Beh, lui ne sapeva parecchie sui meccanismi che regolano il mondo dell'infinitamente piccolo e le conclusioni a cui arriva sono davvero.... forti. Meglio mettersi comodi e prepararsi a rivedere certi punti cardine della Vita come l'abbiamo intesa fino ad oggi.

Leggi di più Leggi di meno
Marco Arcangeli
Recensioni: 5/5

In questo piccolo libro, ma di grande portata, il fisico austriaco si pone domande fondamentali sulla vita, tentando di darne una spiegazione fisica. Si parte parlando dell'accostamento al fenomeno biologico con la fisica classica, andando poi a spiegare i meccanismi ereditari, fino alla prova del carattere quantistico delle mutazioni. Infine si considera il concetto fisico dell'entropia e del suo significato statistico. Alla fine la sua conclusione è che "la molecola del gene deve essere un cristallo aperiodico, formato da una sequenza di elementi isomerici che costituiscono il codice ereditario". Con questa spiegazione, incredibilmente vicina alla realtà per quell'epoca, trae origine la corrente di pensiero che poi sfocerà nella biologia molecolare. Dieci anni più tardi dalla pubblicazione di questo libro, Watson e Crick scopriranno la struttura del DNA.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore