Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Salvato in 24 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
I miti del nostro tempo
18,05 € 19,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+180 punti Effe
-5% 19,00 € 18,05 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
I miti del nostro tempo - Umberto Galimberti - copertina
Chiudi

Descrizione


Culto della giovinezza, idolatria dell'intelligenza, ossessione della crescita economica, tirannia della moda: sono alcuni dei miti di oggi che Umberto Galimberti passa in rassegna per smontarli e denunciarne la natura ingannevole, mostrando come i falsi miti siano in realtà "idee malate", non avvertite come tali, e quindi tanto più capaci di diffondere i loro effetti nefasti senza trovare la minima resistenza. Sono i miti del nostro tempo, le idee che più di altre ci pervadono e ci plasmano come individui e come società. Quelle che la pubblicità e i mezzi di comunicazione di massa propongono come valori e impongono come pratiche sociali, fornendo loro un linguaggio che le rende appetibili e desiderabili. I miti sono idee che ci possiedono e ci governano con mezzi non logici, ma psicologici, e quindi radicati nel profondo della nostra anima. Sono idee che abbiamo mitizzato perché non danno problemi, facilitano il giudizio, in una parola rassicurano. Eppure molte sofferenze, molti disturbi, molti malesseri nascono proprio dalle idee che, comodamente accovacciate nella pigrizia del nostro pensiero, non ci consentono più di comprendere il mondo in cui viviamo. Per recuperare la nostra presenza al mondo dobbiamo allora rivisitare i nostri miti, sia quelli individuali sia quelli collettivi, dobbiamo sottoporli al vaglio della critica perché i nostri problemi sono dentro la nostra vita, e la nostra vita vuole che si curino le idee con cui la interpretiamo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2009
1 maggio 2009
406 p., Brossura
9788807171628

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Romana Giaffei
Recensioni: 5/5

Suddiviso fondamentalmente in due macrosezioni, l'una relativa ai miti individuali ( alcuni dei quali molto insidiosi, ad es. il mito della giovinezza, della felicità o del potere ) e l'altra ai miti collettivi che, in quanto tali, sono per vari fattori più facilmente modificabili ( ad es. il mito delle nuove tecnologie, della globalizzazione, del terrorismo ) il voluminoso saggio enuclea e approfondisce temi rappresentativi dell'attualità ponendoli in continua relazione con il mondo classico e con aspetti socio-culturali di altre epoche anche più recenti ed è perciò fruibile per la varietà degli argomenti discussi e per una prosa elaborata (che comprende, tra l'altro, indagini etimologiche) ma, complessivamente, di facile interpretazione. In un intarsio di competenze trasversali che riguardano filosofia, sociologia, psicologia, politica, economia et cetera e che sono organizzate in una prospettiva etico-morale anti-dogmatica, Umberto Galimberti ci aiuta a fare chiarezza su idee diffuse, spesso accettate e condivise semplicemente perché ritenute (a torto !) tranquillizzanti, e ci permette così, attraverso le sue dotte disquisizioni, non solo di integrare le nostre conoscenze ma, eventualmente, anche di modificare e correggere alcune nostre opinioni derivanti talora solo da pigra consuetudine. L' autore infatti, dal momento che discetta su numerosi valori ( o presunti tali ) della contemporaneità e ne mette in evidenza consistenza e fragilità, verità e falsità, essenza e apparenza, ci fa intendere di volta in volta quanto la superficiale abitudine ad assolutizzare sia deprecabile poiché fuorviante e nociva, sostenendo, al contrario, la necessità di ricorrere alla problematizzazione, all'elaborazione di giudizi personali e consapevoli, anche al fine di curare le idee stantie e "malate". Lo studioso, esortandoci a non dipendere dall'influenza dei mass media ed inoltre a non lasciare che le nostre menti si atrofizzino, asserisce contestualmente l'importanza dell'esercizio del pensiero critico e il diritto di non seguire necessariamente il gregge.

Leggi di più Leggi di meno
ALBERTO ALLIA
Recensioni: 5/5

Un'analisi attenta e a volte spietata del mondo in cui viviamo, che suscita una serie di interrogativi sulla vita che stiamo conducendo. Un libro da non mancare.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Umberto Galimberti

1942, Monza

Filosofo, psicoanalista e docente universitario italiano. Compiuti gli studi di filosofia e psicologia, è attualmente professore ordinario di filosofia della storia presso l’Università di Venezia. Professore associato fino al 1999, precedentemente (dal 1976 al 1983) è stato professore incaricato di antropologia culturale. Dal 1985 è membro ordinario dell'International Association of Analytical Psychology.Allievo di Karl Jaspers durante alcuni soggiorni in Germania, ne ha tradotto in italiano le opere. Ha dedicato anche alcuni studi a Edmund Husserl e a Martin Heidegger. Dal 1995 collabora con il quotidiano «la Repubblica». Tra le sue opere si ricordano: Heidegger, Jaspers e il tramonto dell’Occidente (1975), Psichiatria e fenomenologia (1977),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore