La piccola pasticceria

La piccola pasticceria

di Ferenc Molnar

 
Subito Disponibile
Non garantiamo la consegna entro Natale.
Se hai bisogno urgente acquista i tuoi prodotti preferiti
con il servizio: "Prenota e Ritira".
Prezzo solo online:

10,62

€ 12,50 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritira

Descrizione

Rimasta orfana di madre a sei anni, Lenke Rimmer ha trascorso alcuni anni in collegio a Dresda. Uscitane poco più che adolescente, la attende ora la sua nuova casa nel penitenziario di Budapest, dove suo padre è direttore. Ad accompagnarla sulla vettura che la condurrà al carcere c'è il suo fidanzato Miklós, un giovane avvocato impegnato a difendere Riza, una commessa della pasticceria del signor Kóré, dall'accusa aver rubato del denaro dalla cassa. Questi i personaggi che animano il delizioso romanzo "La piccola pasticceria", ritratti dalla speciale vena ironica di Molnàr, sempre temperata da genuina sensibilità ed empatia; una storia d'amore in cui, tra il dispiegarsi delle vicende, l'autore incastona riflessioni illuminanti sulla natura umana, e che ruota intorno a una profonda e attualissima riflessione: chi sono i veri prigionieri della società?

Dopo aver letto il libro La piccola pasticceria di Ferenc Molnar ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Biografia

Ferenc Molnar
Ferenc Molnár nacque a Budapest il 2 gennaio 1878 al n° 83 di viale József, figlio di un medico ebreo della media borghesia. Fece i suoi studi secondari nella città natale per poi trasferirsi in Svizzera, a Ginevra, dove iniziò gli studi di diritto. Lì si avvicinò alle teorie di Lombroso e cominciò a scrivere dei brevi racconti; compose anche un valzer che intitolò Printemps. Rientrato in patria cominciò a collaborare, a meno di venti anni, a uno dei più importanti giornali ungheresi del tempo, il ?Budapest Napló” (Diario di Budapest).Nel 1900 pubblicò il suo primo romanzo: Az éhes varos (La città affamata). È un romanzo di argomento ebraico e il suo protagonista, Pál Orsovai, è stato definito iI"Julien Sorel ungherese". Il romanzo successivo fu Egy gazdátlan csonák története (1901) (Storia di una barca senza padrone) che racconta la storia dell'amore impossibile di una ragazzina per l'amante della madre. Nel 1907 pubblica I ragazzi di via Pál, mentre nel 1910 Liliom, il suo capolavoro teatrale che fu anche trasformato in un musical a Broadway. Molnár infatti è stato un grande autore teatrale, che venne molto rappresentato anche in Italia.Ferenc Molnár era un uomo molto elegante e attraente, che passava le sue estati al Lido di Venezia a corteggiare le belle donne. Non ebbe però una vita sentimentale molto fortunata: si sposò tre volte con delle donne bellissime con le quali ebbe dei rapporti molto tempestosi e infelici. Si unì alla sua fedele segretaria Wanda Bartha con la quale fuggi, per problemi razziali, nel 1939 negli Stati Uniti. Questa vicenda venne raccontata dallo scrittore nel romanzo, in parte autobiografico, Isten veled, szívem (1947) (Addio, amore mio). Wanda Bartha si tolse la vita in un albergo di New York.Molnár mori il 3 aprile 1952 a New York dopo essersi convertito alla religione cristiana.

Dettagli

Parole chiave laFeltrinelli:

narrativa classica (prima del 1945)




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 
Dogalize

Top Ferenc Molnar

Visualizza tutti i prodotti