Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Salvato in 401 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' ora d'arte
14,25 € 15,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+140 punti Effe
-5% 15,00 € 14,25 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
L' ora d'arte - Tomaso Montanari - copertina
Chiudi

Descrizione


L'ora d'arte, che in tanti vorrebbero cancellare dai programmi scolastici, dovrebbe invece essere la piú importante di tutte. Perché l'ora d'arte serve a diventare cittadini, a divertirci e commuoverci.

«In Ora d'arte il critico Tomaso Montanari racconta cento nostri capolavori come altrettanti gialli: sono stati, saranno assassinati? Oppure narra i paradossi e i casi curiosi della piccola e della grande storia; novelle intime accanto a grandi esempi di civismo» - Daria Gelateria, Il Venerdì

«"La fantasia è un posto dove ci piove dentro", ha scritto Italo Calvino commentando un verso di Dante. Anche il Pantheon è un posto dove ci piove dentro, perché la sua grandissima cupola ha un occhio bucato, largo nove metri: e da lí entrano il sole, la pioggia, la neve. E una volta l'anno, il giorno di Pentecoste, i pompieri ci fanno piovere anche i petali di rosa. Oggi quando entriamo nel Pantheon incontriamo Adriano e Apollodoro, gli dèi e i santi, gli artisti e i re, la pioggia e il sole. Varcando la soglia di quel cerchio incantato, ci si trova nel cuore del tempo: è come se potessimo dare la mano a tutte le generazioni che ci hanno preceduto. E anche a tutte quelle che verranno: tutte quelle che apriranno quella stessa porta, e calpesteranno quegli stessi marmi. Per questo il Pantheon è un ponte tra il passato e il futuro, una nave pirata che sfida le leggi del tempo e della storia. Finché non si spenga la luna».

L'ora d'arte, che in tanti vorrebbero cancellare dai programmi scolastici, dovrebbe invece essere la piú importante di tutte. Perché l'ora d'arte serve a diventare cittadini, a divertirci e commuoverci. Serve a imparare un alfabeto di conoscenze ed emozioni essenziali per abitare questo nostro mondo restando umani. Dalle mura degli etruschi ai writers contemporanei, passando per Michelangelo, Raffaello, Velázquez e Goya, Tomaso Montanari dà voce a quadri, sculture e graffiti e ci racconta cosí il fondamentale ruolo civile che, oggi piú che mai, la bellezza è chiamata a ricoprire. Nelle sue parole, rigorose e coinvolgenti, la storia dell'arte non assomiglia al manuale dei grandi nomi che dobbiamo venerare «perché sí», ma è l'impasto delle nostre vite quotidiane. In queste pagine Giuseppe regge Gesú appena nato, in uno schizzo del Guercino, non come fosse un santo ma con l'imbarazzo e la paura di un qualunque goffo neopapà. Paolo III ritratto da Tiziano perde la sua imponenza, rivelandoci tutto l'orrore che da sempre si accompagna al potere. E in uno sguardo colto da Botticelli ritroviamo l'infinita malinconia che si portano dietro i migranti, costretti a fuggire e privati ovunque della libertà.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2019
Tascabile
19 febbraio 2019
224 p., Brossura
9788806238452
Chiudi

Indice

Indice

Premessa

L'ora d'arte

Il volto amato della patria - A orbetello il passato è presente - Finché non si spenga la luna: il Pantheon - L'antichità appartiene al popolo - L'Arco di Benevento, e il progetto dell'Italia - Il cuore di Brescia - Una storia meticcia, e le sue sorgenti - Ce la faremo a salvare Sant'Angelo in Formis? - Eva senza paura - La vita di un nero vale quanto la vita di un bianco: solo una visione? - L'Italia di Cimabue. E la nostra - Giotto e l'invenzione dello spazio pubblico - L'incendio di Giovanni Pisano - Margherita che non voleva andare in cielo - Francesco a Creta: un santo di carne - L'inverno del nostro scontento - Cristo dorme, in riva al grande fiume - Umano, disumano: Donatello - Una tomba breve. E onestissima - La Madonna di Tarquinia, e il suo scopritore - Coni, sfere, cilindri - Una finestra sul cortile - Pietro di Giovanni d'Ambrogio, che trasforma la notte in giorno - Di cosa parliamo di quando parliamo del Natale: la Madonna del Parto - La gioia e la fatica di ogni giorno - Piero: la resurrezione dell'ideale classico è un manifesto civile - I bambini e la morte nella poesia di Giovanni Bellini - L'eterno ritratto del duce italico

Leonardo: il tumulto della fede e l'arte moderna - Le domande di Bosch, senza risposta - Botticelli, ritratto di un migrante - Passato, presente e futuro: Raffaello - L'amor sacro e l'amor profano - Il caos dell'amore. E il giovane Tiziano - La grazia delle Grazie: il dono di Correggio - Solo a Volterra: in nessun altro luogo, mai - I farisei della Franciacorta non fanno i conti con Romanino - La libertà di Michelangelo - Senza ombre, senza spazio, senza misura: Pontormo a Santa Felicita - «Sembra proprio la Leopina»: il gatto umano di Lorenzo Lotto - Contro i tiranni - Incubo fiorentino - Il ritratto del potere - La misura di Firenze - A cosa servono gli Uffizi - Elogio del gufo - In questo quadro non succede niente - L'Appennino in un parco. Con la massima naturalezza - Nascita del paesaggio moderno - Richiedendi asilo - Santa Cecilia, faccia a terra nella polvere - Caravaggio nero - Volere la luna - Un fotogramma fuori posto - «Chi vuole ritrarre Madonne, vada sulla montagna di Pistoia» - Nato sotto Saturno: Van Dyck e il ritratto dell'intellettuale - La chiesa più bella di Roma - Il vero miracolo della «santuzza» - Al galoppo sfrenato, in una piazza padana - Lo sguardo sul mondo di Francesco Zurbarán - Come la neve, come un alveare: il San Carlino di Borromini - Quel babbo tenero, goffo e impacciato è san Giuseppe - I capelli, innanzitutto: il Thomas Baker di Bernini - Il vento della Fortuna - Il mio amico Esopo - San Gennaro, con la mitria sulle ventitre - L'amore per la pittura. E l'amicizia - San Giovanni, con la faccia da schiaffi - Muricello dice la verità sui poveri. E noi? - Salvator Rosa e la favola della meritocrazia

Nuvole contro il sole: la Cattedra di Bernini - Un pezzo di Barocco romano, all'altro capo del mondo - L'Impressionismo. O quasi - Crespi, che capiva tutto della vita - Venezia, l'opera di tutto un popolo - La consunzione di Genova - Ginori: la fabbrica della bellezza - Ritratto di una rivoluzione imminente - Un matrimonio alla moda - La Madonna di Pigalle, con l'anima aggrovigliata - Tutti i volti di Subleyras - Cosa scrivere sui muri - Invito alla danza - Margherita sorride - Strappò il fulmine al cielo, e lo scettro ai tiranni - Come una belva nella sua foresta - Una raggiunta intimità col mondo - Il cane di Goya guarda verso il cielo - Senza infamia, né lode - Da Follonica, con amore - L'unico effetto della guerra è la morte - Fantasmi: fatti della materia dei sogni - Van Gogh, l'ansia e l'amore - Una lentezza meditata, una affettuosa studiosità - La pace e la paura - Con gli occhi di Vermeer - Ludo invade il mondo - Bellezza e giustizia sono sorelle - Dire la verità - A cosa serve l'arte?

Elenco delle illustrazioni
Fonti

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Mattia DI DECO
Recensioni: 5/5

Raccolta di articoli su opere d'arte molto interessanti.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Tomaso Montanari

1971, Firenze

Tomaso Montanari è uno storico dell'arte, saggista e docente universitario. Ha insegnato Storia dell'arte moderna all'Università «Federico II» di Napoli. Si è sempre occupato della storia dell'arte del XVII secolo, cercando di rispondere alle domande poste dalle opere con tutti gli strumenti della disciplina: dalla filologia attributiva alla ricerca documentaria, dalla critica delle fonti testuali all'analisi dei significati, a una interpretazione storico-sociale. Per Einaudi ha scritto la postfazione ai due volumi de Le vite de' pittori scultori e architetti moderni di Giovan Pietro Bellocchio (2009), A cosa serve Michelangelo? (2011), Il Barocco (2012), Costituzione incompiuta (2013, con Alice Leone, Paolo Maddalena e Salvatore Settis), La libertà...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore