Img Top pdp IT book
Salvato in 327 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani
14,25 € 15,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+140 punti Effe
-5% 15,00 € 14,25 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
L' ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani - Umberto Galimberti - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

L' ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani Umberto Galimberti
€ 15,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Il nichilismo, la negazione di ogni valore, è anche quello che Nietzsche chiama "il più inquietante fra tutti gli ospiti". Si è nel mondo della tecnica e la tecnica non tende a uno scopo, non produce senso, non svela verità. Fa solo una cosa: funziona. Finiscono sullo sfondo, corrosi dal nichilismo, i concetti di individuo, identità, libertà, senso, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si è nutrita l'età pretecnologica. Chi più sconta la sostanziale assenza di futuro che modella l'età della tecnica sono i giovani, contagiati da una progressiva e sempre più profonda insicurezza, condannati a una deriva dell'esistere che coincide con il loro assistere allo scorrere della vita in terza persona. I giovani rischiano di vivere parcheggiati nella terra di nessuno dove la famiglia e la scuola non "lavorano" più, dove il tempo è vuoto e non esiste più un "noi" motivazionale. Le forme di consistenza finiscono con il sovrapporsi ai "riti della crudeltà" o della violenza (gli stadi, le corse in moto). C'è una via d'uscita? Si può mettere alla porta l'ospite inquietante?
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2007
1 dicembre 2008
180 p., Brossura
9788807171437

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(5)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Giovanni Vito Gargano
Recensioni: 5/5

Libro scritto molto bene, adoro il prof. Galimberti perché riesce a trattare con una facilità disarmante argomenti che in realtà dovrebbero farci ben riflettere. In quanto ventenne, mi ha stupito la sua lucidità nel descrivere il mondo giovanile, ahimé, a me circostante.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Consiglio la lettura di questo libro a giovani e meno giovani. Non si devono necessariamente comprendere le dinamiche e i meccanismi di ciò che accade attorno a noi e dentro di noi , ci si può accontentare di scrollare il capo guardando il tg della cronaca nera , digestivo al quale ormai siamo tutti abituati. Sono del parere però che un tempo passato a non capire, a non provarci neppure, sia un tempo mal sprecato. Inutile dilungarmi su temi già toccati seriamente dall'autore. Mi ha impressionato molto il capitolo riguardante i ragazzi del cavalcavia, la loro assenza alla vita. Dice il Galimberti che non siamo più intelligenti, siamo solo più impressionabili. Buona lettura.

Leggi di più Leggi di meno
maria rita ruglioni
Recensioni: 5/5

Questo testo di Galimberti è dedicato ai giovani, ma tutti dovrebbero leggerlo per capire fino in fondo questa società che si è svuotata di umanità e di senso. L'ospite inquietante di cui si parla è proprio quel vuoto assoluto che avvolge ogni situazione oggi. Dove trovare un senso per vivere con un senso? il nichilismo si legge ormai dovunque...il vivere tecnologico e globalizzato sta annullando ogni pensiero pensante...Come in altri testi dello stesso Autore qui assistiamo ad una voglia di aiutare soprattutto le nuove generazioni a non perdersi...da leggere assolutamente.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Umberto Galimberti

1942, Monza

Filosofo, psicoanalista e docente universitario italiano. Compiuti gli studi di filosofia e psicologia, è attualmente professore ordinario di filosofia della storia presso l’Università di Venezia. Professore associato fino al 1999, precedentemente (dal 1976 al 1983) è stato professore incaricato di antropologia culturale. Dal 1985 è membro ordinario dell'International Association of Analytical Psychology.Allievo di Karl Jaspers durante alcuni soggiorni in Germania, ne ha tradotto in italiano le opere. Ha dedicato anche alcuni studi a Edmund Husserl e a Martin Heidegger. Dal 1995 collabora con il quotidiano «la Repubblica». Tra le sue opere si ricordano: Heidegger, Jaspers e il tramonto dell’Occidente (1975), Psichiatria e fenomenologia (1977),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore