Img Top pdp IT book
Salvato in 87 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Tre gocce d'acqua
18,05 € 19,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+180 punti Effe
-5% 19,00 € 18,05 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Tre gocce d'acqua - Valentina D'Urbano - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Tre gocce d'acqua Valentina D'Urbano
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Al suo settimo romanzo, Valentina D'Urbano si conferma un talento purissimo e plastico, capace di calare i suoi personaggi in un'attualità complessa e contraddittoria, di indagare la fragilità e la resilienza dei corpi e l'invincibilità di certi legami, talmente speciali e clandestini da sfuggire a ogni definizione. Come quello tra Celeste e Nadir, che per la lingua italiana non sono niente, eppure in questa storia sono tutto.

La vita intera a cercare di stare al passo, di afferrare quei due che amavo e che continuamente mi sfuggivano

Celeste e Nadir non sono fratelli, non sono nemmeno parenti, non hanno una goccia di sangue in comune, eppure sono i due punti estremi di un'equazione che li lega indissolubilmente. A tenerli uniti è Pietro, fratello dell'una da parte di padre e dell'altro da parte di madre. Pietro, più grande di loro di quasi dieci anni, si divide tra le due famiglie ed entrambi i fratellini stravedono per lui. Celeste è con lui quando cade per la prima volta e, con un innocuo saltello dallo scivolo, si frattura un piede. Pochi mesi dopo è la volta di due dita, e poi di un polso. A otto anni scopre così di avere una rara malattia genetica che rende le sue ossa fragili come vetro: un piccolo urto, uno spigolo, persino un abbraccio troppo stretto sono sufficienti a spezzarla. Ma a sconvolgere la sua infanzia sta per arrivare una seconda calamità: l'incontro con Nadir, il fratello di suo fratello, che finora per lei è stato solo un nome, uno sconosciuto. Nadir è brutto, ruvido, indomabile, ha durezze che sembrano fatte apposta per ferirla. Tra i due bambini si scatena una gelosia feroce, una gara selvaggia per conquistare l'amore del fratello, che preso com'è dai suoi studi e dalla politica riserva loro un affetto distratto. Celeste capisce subito che Nadir è una minaccia, ma non può immaginare che quell'ostilità, crescendo, si trasformerà in una strana forma di attrazione e dipendenza reciproca, un legame vischioso e inconfessabile che dominerà le loro vite per i venticinque anni successivi. E quando Pietro, il loro primo amore, l'asse attorno a cui le loro vite continuano a ruotare, parte per uno dei suoi viaggi in Siria e scompare, la precaria architettura del loro rapporto rischia di crollare una volta per tutte.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
1 giugno 2021
372 p., Rilegato
9788804737971

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Valentina
Recensioni: 5/5
Intenso

Un libro da non perdere. Valentina D'urbano scrive magnificamente. Il libro è intenso e i personaggi sono diventati parte di me. L'ho letto in tre giorni e quando l'ho finito mi sono sentita improvvisamente sola. Lo consiglio a tutti coloro che vogliono leggere e tuffarsi in un libro che lascia il segno nel cuore.

Leggi di più Leggi di meno
Claudia Giani
Recensioni: 5/5

È difficile per me parlare di questo libro, è difficile definirlo ed è impossibile descriverlo. E’ uno di quei libri per i quali ringrazio di avere questa passione per la lettura, che non mi ha mai abbandonata da quando avevo sei anni e mi costruivo una fortezza fatta di cuscini in fondo al letto solo per aver un po' più di intimità con pagine stampate che avevano il potere di aprirmi un mondo. E’ uno di quei libri che vorrei regalare a tutte le persone a cui voglio bene, per far provare loro tutto quello che ho provato io. Di questo libro basta una frase, la frase iniziale, per entrare in un nuovo mondo, in una nuova città, in un nuovo corpo. Basta una frase e ti chiami Celeste, hai un fratello che si chiama Pietro, e abiti a Roma. Credi che la storia in questo libro sarà una, ma ti sbagli. Le storie sono mille e le vivi tutte sulle tua pelle, allo stesso modo, una collana fatta di mille perle colorate che combaciano perfettamente, tutte della stessa dimensione, tutte della stessa lucentezza, nessuna che risulta leggermente più opaca o meno stondata. Ne viene fuori una collana meravigliosa, che non pensi di aver mai visto in tutta la tua vita, e che solo alla fine del libro riesci ad ammirare in tutto il suo splendore. Non ricordo di aver pianto così alla fine di un libro, non ricordo di aver mai consumato così tante lacrime per una storia che mi è sembrato di aver vissuto in tutto e per tutto. Ringrazio solo il giorno in cui mi sono fermata di corsa in libreria, lui era lì su uno scaffale , mi ha scelta e io, grazie a Dio, mi sono fatta scegliere.

Leggi di più Leggi di meno
DEBORA TAGLIACOZZO
Recensioni: 5/5

Lo stile di Valentina D’Urbano è tagliente, graffia la mente del lettore e fa sì che non si voglia staccare gli occhi dalle pagine e continuare la lettura fino al momento in cui il romanzo non è finito. Con “Tre gocce d’acqua” ho ritrovato la D’Urbano del “Rumore dei tuoi passi” (uno dei miei romanzi preferiti), con la sua prima persona che ti entra dentro, che riesce a farti sentire quello che sente e prova la protagonista. Leggendo la sinossi, prima dell’uscita del libro, ho pensato che avrebbe trattato di temi importanti, come la malattia, e quando i temi sono così forti è possibile riuscire a non trattarli bene. Valentina D’Urbano invece ne scrive egregiamente, senza essere pesante né troppo leggera. I personaggi sono ben caratterizzati, essendo un romanzo in prima persona, soprattutto la protagonista della quale si riescono a percepire le emozioni come se fossero proprie del lettore, ma anche gli altri sono ben delineati. Ho ritrovato riferimenti al suo primo romanzo: anche in Tre gocce d’acqua si parla di rapporto fraterno senza essere effettivamente fratelli, rapporto di “odio/amore”, un rapporto che gli altri vedono come di parentela, indirizzando la protagonista a pensare che sia sbagliato sentire qualcosa di diverso. Cercando di smorzare qualsiasi cosa senta, senza riuscirci davvero. La narrazione è spedita e Valentina D’Urbano riesce ad essere evocativa, riuscendo a far immaginare tutte le scene del romanzo nella mente del lettore. Ci sono molte frasi cariche di significato, da sottolineare, da ricordare. Il libro mi ha appassionato tantissimo, letto in poco tempo perché non riuscivo a staccarmi dalle immagini che mi proponeva, dal suo stile, da Celeste, Nadir e Pietro. Romanzo sicuramente da leggere e da apprezzare.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Valentina D'Urbano

1985, Roma

Valentina D'Urbano è una scrittrice e illustratrice per l'infanzia. Si è diplomata allo IED in illustrazione e animazione multimediale. Nel 2010 vince la prima edizione del torneo letterario IoScrittore organizzato dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol. Longanesi ha pubblicato i suoi romanzi: Il rumore dei tuoi passi, nel 2012; Acquanera nel 2013; Quella vita che ci manca nel 2014 (con cui vince il premio Rapallo Carige nel 2015), Non aspettare la notte nel 2016 e Isola di neve  nel 2018. Con Tea ha pubblicato Alfredo (2015).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore