Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Salvato in 170 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Chocolat
9,40 € 9,90 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-5% 9,90 € 9,40 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,40 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,40 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Chocolat - Joanne Harris - copertina
Chiudi

Descrizione


A Lansquenet, quieto villaggio al centro della Francia, la vita scorre placida. Un po' troppo placida: è una comunità chiusa, dove sono rimasti soprattutto anziani contadini e artigiani, dominata con rude benevolenza dal giovane curato Francis Reynaud. È martedì grasso - una tradizione pagana avversata dalla chiesa - quando nel villaggio arrivano Vianne Rocher e la sua giovane figlia Anouk. La donna è assai simpatica e originale, sexy e misteriosa, forse è remissaria di potenze superiori (o magari inferiori). Vianne rileva una vecchia pasticceria, ribattezzata "La Celeste Praline", che ben presto diviene - agli occhi del curato - un elemento di disordine. Anche perché Vianne non frequenta la chiesa ma inizia ad aiutare a modo suo chi si trova in difficoltà: il solitario maestro in pensione Guillaume, l'adolescente ribelle Jeannot, la cleptomane Josephine, l'eccentrica Armande. Ben presto il tranquillo villaggio diventa più disordinato, ribelle e soprattutto felice. E lo scontro tra Benpensanti e Golosi, tra le delizie terrestri offerte da Vianne e quelle celesti promesse da padre Reynaud, tra Carnevale e Quaresima, diventa inevitabile. Da questo libro il film con Juliette Binoche e Johnny Depp.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

4
2012
Tascabile
24 maggio 2012
340 p., Rilegato
9788811682363
Chiudi

Indice


Le prime frasi del romanzo:

11 FEBBRAIO
MARTEDÍ GRASSO

Siamo arrivate con il vento del carnevale. Un vento tiepido per febbraio, carico degli odori caldi delle frittelle sfrigolanti, delle salsicce e delle cialde friabili e dolci cotte alla piastra proprio sul bordo della strada, con i coriandoli che scivolano simili a nevischio da colletti e polsini e finiscono sui marciapiedi come inutile antidoto contro l'inverno. C'è un'eccitazione febbrile nella folla disposta lungo la stretta via principale, i colli che si allungano per vedere il carro fasciato di carta crespata, con i suoi nastri svolazzanti e le coccarde di cartoncino.
Anouk guarda, gli occhi spalancati, un palloncino giallo in una mano e una trombetta nell'altra, tra un cesto per la spesa e un triste cane marrone. Abbiamo visto altri carnevali, io e lei: una processione di duecentocinquanta carri decorati a Parigi, il martedì grasso dell'anno scorso, centottanta carri a New York, due dozzine di bande che marciavano a Vienna, clown sui trampoli, le Grosses Têtes con le loro teste ciondolanti di cartapesta, le majorettes con i bastoni che roteano e sfavillano. Ma a sei anni il mondo ha ancora una luce speciale. Un carro di legno, decorato alla buona con oro, crespo e scene dalle favole. Una testa di drago su uno scudo, Raperonzolo con una parrucca di lana, una sirenetta con la coda di cellophane, una casetta di pan di zenzero, tutta glassa e cartone dorato, una strega sulla porta che sventola le stravaganti unghie verdi di fronte a un gruppo di bambini silenziosi... A sei anni si possono scorgere dei particolari che già un anno dopo vanno al di là delle nostre capacità. Dietro la cartapesta, la glassa, la plastica, lei riesce ancora a vedere la vera strega, la vera magia. Alza lo sguardo verso di me, gli occhi sono brillanti, dello stesso azzurro-verde della Terra vista dallo spazio.
"Ci fermiamo? Ci fermiamo qui?". Devo ricordarle di parlare francese. "Allora? Ci fermiamo ?". Mi si aggrappa alla manica. I suoi capelli sono un groviglio di zucchero filato nel vento.
Ci penso. È un posto come un altro. Lansquenet-sous-Tannes, al massimo duecento anime, non più di un puntino sulla superstrada tra Toulouse e Bordeaux. Sbatti le palpebre ed è già passato. Una strada principale, una doppia fila di case dai colori spenti e dal tetto spiovente che si appoggiano una all'altra come a serbare un segreto, poche traverse che corrono parallele come i rebbi di una forchetta piegata. Una chiesa, intonacata di un bianco aggressivo, in una piazza di negozietti. Fattorie sparse in una landa guardinga. Frutteti, vigneti, strisce di terra cintate e schierate secondo la rigorosa discriminazione dell'agricoltura: qui mele, là kiwi, meloni, indivie sotto gli involucri di plastica nera, vigne apparentemente appassite e morte nel debole sole di febbraio, ma in attesa della trionfale resurrezione di marzo... Là dietro scorre la Tannes, piccolo affluente della Garonne, che si fa strada tra pascoli paludosi.
E la gente? Assomiglia molto a tutta quella che abbiamo conosciuto: un po' pallida forse, nell'insolita luce solare, un po' trasandata. I foulard e i berretti sono dello stesso colore dei capelli che ricoprono: marroni, neri o grigi. I volti sono segnati come le mele dell'estate scorsa, gli occhi infossati nella pelle rugosa come bilie in un vecchio impasto. Alcuni bambini, bandiere spiegate rosse, verde limone e gialle, sembrano di un'altra razza. Mentre il carro avanza pesantemente lungo la strada trainato dal vecchio trattore, una donna robusta con il volto quadrato e malinconico si stringe sulle spalle un cappotto scozzese e urla qualcosa nel semincomprensibile dialetto locale; sul carro, un Babbo Natale un po' tozzo, fuori posto tra fate, sirene e gnomi, lancia caramelle alla folla con malcelata aggressività. Un uomo anziano dai tratti sottili che indossa un cappello di feltro al posto del berretto rotondo tipico di questa regione, solleva con un educato sguardo di scusa il triste cane marrone che sta fra le mie gambe. Vedo le sue dita sottili e aggraziate muoversi nel pelo del cane; il cane uggiola; l'espressione del padrone racchiude allo stesso tempo amore, preoccupazione, senso di colpa. Nessuno ci guarda. Potremmo anche essere invisibili; i nostri vestiti rivelano che siamo straniere, di passaggio. Sono educati, davvero ben educati; nessuno ci fissa. La donna, i lunghi capelli infilati nel colletto del cappotto arancio, una lunga sciarpa di seta che svolazza al collo; la bambina con gli stivali di gomma gialli e un impermeabile azzurro-cielo. I loro colori le marchiano. I loro colori sono esotici, i loro volti - ma sono troppo pallidi o troppo scuri? -, i loro capelli le marchiano come altre, straniere, diverse in modo indefinibile. Gli abitanti di Lansquenet hanno imparato l'arte di osservare senza incrociare i tuoi occhi. Sento il loro sguardo come un respiro sulla nuca, stranamente privo di ostilità, e tuttavia freddo. Per loro siamo una curiosità, parte del carnevale, una ventata che viene da terre lontane. Sento i loro occhi su di noi mentre mi giro a comprare una galette dal venditore ambulante. La carta è calda e unta, la frittella di grano scuro è croccante agli orli, ma spessa e buona al centro. Ne rompo un pezzetto e lo do ad Anouk, pulendole il burro sciolto sul mento. Il venditore è un uomo rotondo, stempiato, con occhiali spessi, la faccia grondante per il vapore che sale dalla piastra calda. Le fa l'occhiolino. Con l'altro occhio cattura ogni dettaglio, sapendo che più tardi ci saranno domande.

Valutazioni e recensioni

2,88/5
Recensioni: 3/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(3)
2
(0)
1
(1)
Mau22
Recensioni: 3/5
Carino

Inizio un po' lento, come d'altra parte il film, ma poi è carino. Inutile dire che fa quasi sentire il profumo del cioccolato leggendo le descrizioni

Leggi di più Leggi di meno
Alessandro_87
Recensioni: 5/5
Dolce e magico

Dolce, raffinato, goloso, magico... Un bellissimo libro (da cui è stato tratto un altrettanto bellissimo film)!

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Un romanzo che, come da titolo, ha il sapore dolce ma deciso del cioccolato: la dolcezza del vento, dei sentimenti, dell'indipendenza di pensiero, della gioia di vivere, dei dolci della cioccolateria, opposta all'oscurità dell'animo di Reynaud, alla bestialità di Muscat, all'insopportabile ipocrisia di Caroline, alla fuga senza fine di Vianne. Un romanzo molto piacevole, che ti lascia con la voglia di stare davanti al camino con una tazza di cioccolata bollente. Sarà che adoro il cioccolato in tutte le salse, ma vi garantisco che questo romanzo è speciale. Scritto molto bene, descrive tutti i personaggi di Lasquenet, un piccolo paesino della Francia. Vianne arriva in paese con sua figlia Anouk. Giungono in un periodo particolare, la Quaresima, periodo fatto di rinunce. La gente non vede di buon occhio la cioccolateria in modo particolare tutti coloro che frequentano la chiesa, il curato Reynaud in primis. Ma sarà proprio lui a riservarci una bella sorpresa.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

2,88/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(3)
2
(0)
1
(1)

Conosci l'autore

Joanne Harris

1964, Barnsley

Scrittrice britannica. Nata da madre francese e da padre inglese nel negozio di dolciumi dei nonni, è cresciuta a cibo e folklore. La sua bisnonna era una "strega" e una guaritrice. Tutto ciò è stato un ingrediente essenziale per lo sviluppo dei suoi romanzi. Ha studiato presso la scuola media di Wakefield e si è laureata presso il St Catharine's College di Cambridge, in Lingue medievali e moderne. Dopo la laurea si è dedicata all'insegnamento di lingua e letteratura francese.Il suo primo romanzo, The Evil Seed, è stato pubblicato nel 1989. Nel 1999 esce Chocolat (pubblicato in Italia da Garzanti con la traduzione di Laura Grandi), che l'ha resa famosa e che è diventato un film della Miramax, diretto da Lasse Hällstrom con Juliette Binoche...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore