Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Concerti per pianoforte n.10, n.13 - CD Audio di Giovanni Battista Viotti,Guido Rimonda,Camerata Ducale
Concerti per pianoforte n.10, n.13 - CD Audio di Giovanni Battista Viotti,Guido Rimonda,Camerata Ducale
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 0 liste dei desideri
Disponibile in 4 giorni lavorativi
Concerti per pianoforte n.10, n.13
11,50 €
11,50 €
Disp. in 4 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,50 € Spedizione gratuita
disponibile in 4 giorni lavorativi disponibile in 4 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,50 € Spedizione gratuita
disponibile in 4 giorni lavorativi disponibile in 4 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Concerti per pianoforte n.10, n.13 - CD Audio di Giovanni Battista Viotti,Guido Rimonda,Camerata Ducale

Descrizione


Prosegue il Progetto Viotti, l’integrale delle composizioni per violino e orchestra con Guido Rimonda e la Camerata Ducale. I primi sei volumi hanno ottenuto entusiastici consensi.
Il settimo album contiene le PRIME REGISTRAZIONI MONDIALI delle cadenze originali di Viotti in entrambi i concerti.
Concerto n° 10 in si bemolle maggiore
Concerto n° 13 in la maggiore
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

CD Audio
1
11 dicembre 2018
0028948178186

Conosci l'autore

Giovanni Battista Viotti

1755, Fontanetto Po, Vercelli

Compositore e violinista. Trasferitosi a Torino nel 1766, vi studiò dal 1770 con G. Pugnani. Dal 1775 al 1783 fu membro dell'orchestra sabauda, compiendo nel frattempo una lunga e fortunata tournée con il suo maestro Pugnani in Svizzera, Germania, Polonia, Russia e trionfando infine a Parigi al Concert Spirituel (1782). Abbandonato il concertismo per dedicarsi alla composizione e all'organizzazione artistica, nel 1789 aprì a Parigi il Théâtre de Monsieur, finché, in seguito alla rivoluzione francese, fu costretto a trasferirsi a Londra (1793), che dovette peraltro lasciare nel 1798 (rifugiandosi per un anno a Schönfeld, presso Amburgo), non essendo ben chiare le sue tendenze politiche. Aveva intanto ripreso l'attività virtuosistica, divenendo anche direttore artistico per le opere italiane...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore