Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Le favole degli animali. Testo greco e latino a fronte. Ediz. integrale - Esopo,Fedro,Jean de La Fontaine - copertina
Le favole degli animali. Testo greco e latino a fronte. Ediz. integrale - Esopo,Fedro,Jean de La Fontaine - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 17 liste dei desideri
Attualmente non disponibile
Le favole degli animali. Testo greco e latino a fronte. Ediz. integrale
4,95 €
4,95 €
Ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
4,95 €
disponibilità immediata Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
4,95 €
disponibilità immediata Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Le favole degli animali. Testo greco e latino a fronte. Ediz. integrale - Esopo,Fedro,Jean de La Fontaine - copertina
Chiudi

Descrizione


La tradizione favolistica avviata da Esopo, ma affinata e arricchita da Fedro e La Fontaine, ha sempre avuto come protagonisti privilegiati gli animali, simboli evidenti e cristallini di vizi e virtù squisitamente umani. Essi, infatti, data la loro psicologia univoca, si trasformano in maschere: la potenza per il leone, l'operosità per la formica, l'astuzia per la volpe. Nelle favole di Esopo, gli animali sono maestri di saggezza attraverso insegnamenti arguti che si fondono in una narrazione spontanea e originale e richiamano alla mente una vita condotta secondo ritmi ed esigenze autentiche. I suoi celebri apologhi, di cui presentiamo la raccolta completa, sono espressione dell'autenticità dei sentimenti e della semplicità di un vivere senza tempo. A Fedro gli animali consentono di dire la verità senza pericolo, coprendola con una maschera allegorica. La sua visione del mondoè cinica e rassegnata all'immobilismo sociale, priva della possibilità di oltrepassare i propri limiti, maè arricchita da una comicità vivace, corposa e pittoresca. La Fontaine, curioso, caustico e acuto osservatore dei comportamenti dei suoi simili, si diverte a rivelare i tratti più oscuri e nascosti dell'animo umano, realizzando, dietro la finzione delle maschere degli animali, una serie di felicissimi ritratti. Amante della tradizione favolistica classica greca e latina, nella sua fortunata raccolta di favole se ne dimostra particolarmente debitore.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
25 settembre 2018
783 p.
0001121469257

Conosci l'autore

Esopo

0, Grecia (Tracia o Frigia)

Favolista greco attivo nei secc. VII-VI a.C..Secondo la tradizione leggendaria del Romanzo di Esopo (un «libro popolare» del sec. V a.C., già conosciuto da Erodoto), sarebbe stato uno schiavo frigio che, dopo avventurose vicende e lunghi vagabondaggi in Oriente, fu condannato a morte a Delfi sotto la falsa accusa di furto sacrilego. Sempre secondo la leggenda, Apollo ne vendicò poi la morte diffondendone la fama.Già alla fine del sec. V si attribuiva a Esopo un «corpus» di favole, la cui popolarità è attestata da Aristofane e Platone, che costituivano una delle prime letture scolastiche. In seguito queste favole furono continuamente variate e ampliate. Ce ne è pervenuta una raccolta di circa 500, frutto di redazioni diverse,...

Fedro

(15 ca a.C. - 50 ca d.C.) poeta latino. Nato in Tracia o in Macedonia, forse preso prigioniero ancora ragazzo, fu a Roma come schiavo e poi liberto di Augusto. Lasciò traccia dolorosa nella sua vita la condanna subita in un processo intentatogli da Seiano, il potente collaboratore di Tiberio, rimasto offeso da allusioni che aveva colto, o creduto di cogliere, in alcune favole di F. Dopo la condanna, il poeta soffrì umiliazioni e, probabilmente, la povertà. I 5 libri di favole di F., in senari giambici, costituiscono la raccolta più antica di favole esopiche a noi giunta; pur dichiarando di attingere da Esopo, F. si rifà a una raccolta di favole di età ellenistica; nel primo libro segue abbastanza fedelmente questa fonte, nei libri seguenti l’arricchisce con favole o aneddoti di altra provenienza.Non...

Jean de La Fontaine

1621, Château-Thierry

Di agiata famiglia borghese, nasce nel 1621, contemporaneo di Molière e dei grandi moralisti. Nel 1641 il padre, che desidera per il figlio una vita clericale, lo inserisce nella Congregazione dell'Oratorio a Parigi, ma La Fontaine appare lontano dallo spirito religioso. Lasciato il seminario ritorna in famiglia e divide la sua esistenza tra la provincia e Parigi, dove frequenta un cenacolo di giovani poeti. In questa atmosfera La Fontaine esordisce con versetti che rivelano una vena lirica alla Racan.Per compiacere al padre si sposa nel 1647 con Marie Héricart. Nel 1654 pubblica il suo primo scritto basato su un adattamento dell'Eunuchus di Terenzio. Inadatto alla monotonia della vita coniugale, i due si separano già nel 1671. Si aggiungono difficoltà...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore