Morire a Mattmark. L'ultima tragedia dell'emigrazione italiana

Morire a Mattmark. L'ultima tragedia dell'emigrazione italiana

di Toni Ricciardi

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

22,95

€ 27,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

Negli anni sessanta, al cantiere di Mattmark si lavorava notte e giorno per costruire una grande diga che avrebbe prodotto l’energia necessaria ad un paese, la Svizzera, che stava vivendo una crescita economica senza precedenti. A Mattmark lavoravano più di seicento operai, in grandissima parte immigrati. In quegli anni, l’Appennino iniziava la sua lenta e irreversibile desertificazione: dall’Irpinia all’Abruzzo, dalla Sila alle coste salentine, il Mezzogiorno si svuotava senza sosta, mentre la “piccola” Svizzera accoglieva da sola quasi il 50% dell’intero flusso migratorio italiano, dando occupazione soprattutto ad operai impegnati in grandi opere, come la diga di Mattmark. Il 30 agosto del 1965, in pochi secondi, una valanga di più di 2 milioni di metri cubi di ghiaccio seppellì 88 dei lavoratori impegnati nella costruzione della diga. Di questi, 56 erano italiani. Fu la provincia di Belluno (17 vittime) ad essere la più colpita, insieme al comune di San Giovanni in Fiore (Cosenza), che perse sette uomini. E poi tanti borghi di provincia da Nord a Sud, dal Veneto alla Calabria. Nei giorni successivi alla tragedia non c’era tempo per analizzare quanto era successo: bisognava scavare con la speranza di trovare ancora vivo un amico, se non il proprio padre, fratello o figlio. Ci vollero più di sei mesi per recuperare i resti dell’ultima salma. Questa storia si concluse nel modo peggiore. I tempi dell’inchiesta furono lunghissimi, oltre sei anni, e i diciassette imputati chiamati a rispondere all’accusa di omicidio colposo furono tutti assolti, nonostante l’instabilità del ghiacciaio fosse nota da secoli. In appello andò anche peggio: assoluzione confermata e i familiari delle vittime condannati al pagamento delle spese processuali. Le reazioni furono di profondo sdegno e incredulità, anche perché la tragedia era stata molto seguita dai media e la commozione per il Vajont era ancora forte.

Dopo aver letto il libro Morire a Mattmark. L'ultima tragedia dell'emigrazione italiana di Toni Ricciardi ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Cardif
 
Dogalize
 

Top Toni Ricciardi

Visualizza tutti i prodotti