Le ossa del Gabibbo

Le ossa del Gabibbo

di Virginia Virilli

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

12,75

€ 15,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

Picozzi è una madre malata che al principio non sa di esserlo. La figlia è prima una bambina, poi un'adolescente e infine una giovane ragazza dotata di un'intelligenza vivissima e di uno sguardo acuminato e vorace sul mondo. Picozzi passa un'intera vita a rifiutare la sua sclerosi multipla. Noi però la conosciamo, la vediamo avanzare nei suoi peggioramenti progressivi, nelle gioiose momentanee giornate di grazia, nei bruschi capitomboli, attraverso gli occhi accoglienti e insieme irriverenti della giovane figlia, che vede la madre sfuggirle ma che non smette di tenerla viva con la sua comicità pungente, i suoi innocui flirt con il medico Domenico "Richard Gere", i suoi impacciati esperimenti omosessuali, l'amicizia con una bellissima ma sfigatissima compagna di classe, la balzana storia d'amore con il meccanico Codino e le vicende della variegata umanità di un cortile della provincia romana. "Le permetterò di ammalarsi in questo mio romanzo, solo perché è lei, solo perché guardandola ora, nell'autunno 2010, vedo ancora i suoi occhi innescati e schiariti che sbattono le ciglia con qualche residuo di riflessi dentro: i gatti che sbattevano gli occhi così, li salvavo.

Quarta di copertina

Quella di Picozzi non è una malattia che si vede subito. Agisce con lentezza. Stanca. Piega. Atterra. Quella di Picozzi è una malattia che cresce insieme allo sguardo curioso, acuto, intelligente della bambina, dell’adolescente, della donna che è sua figlia. Quella di Picozzi è una sclerosi multipla, rigorosamente e violentemente respinta come si respinge un invasore. Le ossa del Gabibbo è la storia di questa invasione e della resistenza che ne consegue – paradossale, buffa, commovente. Ed è anche la storia di una ragazza che percorre all’inverso la china discendente della madre e racconta, irriverente e comica, i suoi impacciati esperimenti omosessuali, i suoi flirt, l’amicizia con una bellissima e un po’ sfigata compagna di classe, la balzana storia d’amore con Codino, il meccanico. Sullo sfondo la provincia italiana, le strade che scollinano, la vita a quattro ruote, i muri e le mura che fanno da confine all’ansia di vivere. Virginia Virilli ha scritto un romanzo rapinoso e dolcissimo, la testimonianza originale e spiazzante di un impertinente faccia a faccia con il dolore.

Dopo aver letto il libro Le ossa del Gabibbo di Virginia Virilli ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (2)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 

Top Virginia Virilli

Visualizza tutti i prodotti