Img Top pdp IT book
Salvato in 369 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' ambiguo malanno. La donna nell'antichità greca e romana
8,50 € 10,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-15% 10,00 € 8,50 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
L' ambiguo malanno. La donna nell'antichità greca e romana - Eva Cantarella - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

L' ambiguo malanno. La donna nell'antichità greca e romana Eva Cantarella
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"Ripercorrere la storia delle donne nell'antichità greca e romana non è semplice curiosità erudita. I radicali mutamenti intervenuti nelle condizioni della vita femminile, il riconoscimento della piena capacità delle donne di essere titolari di diritti soggettivi e di esercitarli, la conquista della parità formale con gli uomini non hanno ancora interamente cancellato il retaggio di una plurimillenaria ideologia discriminatoria, di cui solo la storia può aiutare a comprendere le matrici e individuare le cause. Osservare la vita e seguire le vicende di organizzazioni sociali come quella greca e quella romana aiuta a svelare, se non il momento nel quale nacque la divisione dei ruoli sociali, il momento nel quale questa divisione venne codificata e teorizzata: e cominciò quindi a essere vista, invece che come un fatto culturale, come la conseguenza di una differenza biologica, automaticamente tradotta in inferiorità delle donne". (Dall'introduzione)
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

4
2013
Tascabile
1 ottobre 2013
9788807883200

Valutazioni e recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

Figlia d'arte (suo padre Raffaele è stato un grande grecista), Eva Cantarella riesce in questa e in altre sue opere a coniugare felicemente il dato storico e giuridico con le testimonianze letterarie. In particolare, il tema qui affrontato è quello della condizione femminile dell'antichità, esaminato attraverso la riflessione dei poeti e dei filosofi, le metafore del mito, le testimonianze degli scrittori e il dato normativo. Ne emerge un quadro amaro, che mostra con evidenza il ruolo quasi esclusivamente "riproduttivo" e "domestico" delle donne presso gli antichi, nonostante qualche progresso si registri a partire dalla media e tarda età romana. Alla ricostruzione del quadro materiale si accompagna la disamina delle giustificazioni ideologiche che gli autori antichi danno a sostegno dei loro costumi maschilisti, tanto perniciose da essere sopravvissute fino a tempi assai recenti!

Leggi di più Leggi di meno
Giorgia Besseghini
Recensioni: 4/5

I saggi di Eva Cantarella sono sempre una garanzia, questo in particolare è tra i miei preferiti. Con il suo stile di scrittura che riesce a rendere scorrevole anche l'argomento più pesante l'autrice racconta quella che è stata la condizione delle donne nell'antica Grecia e Roma, andando a toccare molti ambiti da quello culturale a quello politico e giuridico. Oltre a trattare l'argomento in maniera esemplare l'autrice fa capire anche quanto sia importante lottare per la libertà e per la parità di genere che, come dice l'autrice stessa, non è un fenomeno irreversibile

Leggi di più Leggi di meno
Olga Arenga
Recensioni: 4/5

Mi è stato regalato a un compleanno e devo dire che inizialmente ero un po' scettica, avendo già altri testi su tale argomento ma appena ho iniziato a leggerlo mi sono invece ritrovata a leggerlo in pochissimo tempo e ne sono stata conquistata così tanto che ho deciso di comprare altri testi della testa autrice. Lo stile è molto piacevole, pacato e in certi punti anche piacevolmente confidenziale, dando quasi l'intenzione di una conversazione tra due vecchi conoscenti o piuttosto tra un docente e un proprio allievo senza il filtro istituzionale. Il libro è diviso in due parti, una dedicata alla Grecia e una a Roma, giungendo fino all'età bizantina e la struttura di argomenti è abbastanza parallela in entrambe le parti, permettendo così una facile comparazione di temi e aspetti. Tuttavia, in alcuni punti si accenna ad alcuni antropologi che - qualora non li si conosca - rende leggermente più difficile la lettura, ma di certo non è una pecca tale da sminuire il valore del libro. Come saggio, sviluppa abbastanza bene la tematica trattata e lo consiglio vivamente: risolve molti stereotipi sul passato. Mi ha colpito molto la frase contenuta nella prefazione "I libri, un po' come le persone, hanno un loro carattere, una loro individualità. Soprattutto quando hanno una certa età, è difficile cambiarli".... un ottimo invito alla lettura!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Eva Cantarella

1936, Roma

Eva Cantarella ha insegnato Diritto romano e Diritto greco all’Università di Milano ed è global professor alla New York University Law School. Tra le sue opere ricordiamo: Norma e sanzione in Omero. Contributo alla protostoria del diritto greco (Milano 1979), Secondo natura. La bisessualità nel mondo antico (Milano 1987, 2006), I supplizi capitali. Origine e funzioni delle pene di morte in Grecia e a Roma (Milano 1991, 2005), Il ritorno della vendetta. Pena di morte: giustizia o assassinio? (Milano 2007), I comandamenti. Non commettere adulterio (con Paolo Ricca; Bologna 2010), “Sopporta, cuore...”. La scelta di Ulisse (Roma-Bari 2010). Con Feltrinelli ha pubblicato numerosi saggi, alcuni di maggior divulgazione: Passato prossimo. Donne romane da Tacita...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore