Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Bassure - Herta Müller - copertina
Bassure - Herta Müller - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 3 liste dei desideri
Disponibilità immediata
Bassure
7,80 €
-48% 15,00 €
7,80 € 15,00 € -48%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
7,80 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
7,80 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
Bassure - Herta Müller - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Diciannove capitoli, diciannove quadri strettamente correlati. Tutto inizia con l'inquietante tensione de "L'orazione funebre", che ci fa entrare nella vita di una bambina sveva che assiste al funerale del padre. Ne "Il bagno svevo" conosciamo tutta la famiglia: il bambino più piccolo, la madre, il padre, la nonna, il nonno, che approfittano dello stesso bagno caldo, dello stesso sapone, per lavarsi, uno dopo l'altro, per poi sedersi a vedere il film del sabato. Completa il quadro "La mia famiglia", dove l'autrice approfondisce ognuno dei personaggi e traccia il loro albero genealogico. Queste tre prime scene sono il preambolo di "Bassure", il capitolo più lungo. La natura si fa protagonista, con un'infinità di elementi e personaggi che formano il quadro più colorito dell'opera, per manifestare la sofferenza, l'isolamento e l'abbandono in cui versano la sua famiglia e il villaggio svevo. Per essere ancora più chiara, la bambina racconta il lavoro del padre in "Pere marce". La ritroviamo mentre balla in "Tango soffocante" e, convertita in adolescente, balla anche ne "La finestra". Apparirà ne "L'uomo con la scatola di fiammiferi". Racconta le vacanze dei genitori al mare, parla della sua solitudine, della successione dei dittatori, degli assassini della mafia, fino a descrivere in un "Giorno feriale" la sua vita in fabbrica. Una storia di sofferenza, isolamento, abbandono. Il libro d'esordio di Herta Müller in una edizione rivista e corretta dall'autrice premio Nobel per la letteratura 2009.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
160 p., Brossura
9788807018176

Valutazioni e recensioni

BARBARA BETTELLI
Recensioni: 5/5

Bassure, non c'è una storia, non c'è mai con Herta Muller, ma dei quadri di vita vissuta o immaginata che si possono anche spostare e mescolare senza che il libro perda neanche una virgola di bellezza. Ha lo stesso taglio dell'Altalena del respiro (che mi aveva affascinato perchè, pur senza raccontare più di tanto, era in grado di far capire l'importanza degli oggetti descrivendo la vita di chi non li possedeva, nei cd lager post bellici in cui venivano rinchiusi i romeni nonostante la guerra fosse finita da un pezzo). In questo caso descrive la vita fuori dai quei lager, in un'epoca molto vicina alla nostra, nella quale si percepisce la solitudine e i disastri lasciati da un certo tipo di politica. Bellissimo e tristissimo, ma non muore nessuno, perchè in realtà son già tutti morti. Citazione: "nelle cartoline il tempo è sempre bello".

Leggi di più Leggi di meno
ELISA MASTROMATTEO
Recensioni: 4/5

Con una scrittura onirica e surreale l'autrice delinea il paesaggio della sua infanzia, e poi della sua adolescenza e della sua età adulta, un paesaggio caratterizzato da 'bassure', intese sia come elementi del territorio che come tratti morali dei personaggi che quella terra popolano. Con parole dure ma ricche di poesia sa evocare un mondo difficile e spesso incomprensibile, o ostico, per una bambina, un mondo di usci socchiusi e sospiri nella notte, in cui molte cose hanno i contorni del sogno.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Herta Müller

1953, Nitchidorf (Romania)

Nasce a Nitchidorf, un villaggio tedesco del Banato rumeno. Studia all'Università di Timisoara, e nel 1976 inizia a lavorare come traduttrice in una azienda ingegneristica, dalla quale sarà licenziata nel 1979 per mancata collaborazione con la Securitate, i servizi segreti del regime di Ceausescu.Si guadagna da vivere come maestra d'asilo e insegnante di lingua tedesca. Nel 1982 pubblica il suo primo libro, che uscirà in forma censurata, come gran parte delle pubblicazioni dell'epoca. Nel 1987, lascia la Romania per andare a vivere in Germania dove vive tuttora insieme al marito, lo scrittore Richard Wagner, e da lì inizierà a ricevere proposte per divenire professore universitario.Nel 2009 ha vinto il premio Nobel per la letteratura con la seguente motivazione:...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore