Salvato in 12 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il colosso di Rodi (Blu-ray)
12,99 €
;
Blu-ray
Venditore: laFeltrinelli
+130 punti Effe
12,99 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il colosso di Rodi (Blu-ray) di Sergio Leone - Blu-ray
Il colosso di Rodi (Blu-ray) di Sergio Leone - Blu-ray - 2
Chiudi

Descrizione

Un esordiente Sergio Leone dirige un film epico

L'ateniese Dario, dopo la vittoria sui Persiani, si reca a Rodi per riposarsi, ma nell'isola il malcontento è grande contro il re Serse e il perfido consigliere. Un gruppo di congiurati capitanati da Pericle vuole detronizzare il sovrano e cerca i convincere Dario a unirsi a loro.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1961
Blu-ray
8031179946709

Informazioni aggiuntive

Eagle Pictures, 2017
Eagle Pictures
127 min
Italiano (DTS HD 2.0);Italiano (DTS HD 5.1)
Italiano per non udenti
2,35:1 Wide Screen
PAL

Conosci l'autore

Rory Calhoun

1922, Los Angeles, California

Nome d'arte di Francis Timothy McCown poi Francis Durgin, attore statunitense. Dopo mille occupazioni e il riformatorio, viene notato da A. Ladd. A Hollywood, dalla metà degli anni '40, è protagonista di decine di western di serie B, spesso in coppia con Y. De Carlo (tra cui lo sfavillante Il marchio del bruto, 1956, di J. Sherwood), restando star di second'ordine e seguendo il declino del genere negli anni '60. Visibile anche in produzioni italiane – impersona Dario in Il colosso di Rodi (1961) di S. Leone e un improbabile Marco Polo dal piglio yankee nell'omonimo film (1962) di P. Perotti e H. Fregonese – affida la propria notorietà soprattutto a serial televisivi, tra cui The Texan (1958-60) e Capitol (1982-87).

Lea Massari

1934, Roma

Nome d'arte di Anna Maria Massatani, attrice italiana. Esordisce appena ventenne in Proibito (1954) di M. Monicelli e con il successivo I sogni nel cassetto (1957) di R. Castellani impone la sua bellezza volitiva e misteriosa insieme a una forte presenza scenica che le consente di alternare ruoli drammatici a sporadiche incursioni nella commedia. In L’avventura (1960) di M. Antonioni è Anna, la ragazza nevrotica che scompare nell’isoletta Lisca Bianca, e pur apparendo per pochi minuti lascia un segno indelebile nella memoria degli spettatori. Inizia così un intenso periodo, fitto di collaborazioni con molti dei più importanti registi italiani: recita, tra gli altri, in La giornata balorda (1960) di M. Bolognini, Una vita difficile (1961) di D. Risi, Le quattro giornate di Napoli (1962) di...

Georges Marchal

1920, Nancy

Nome d'arte di G. Louis Lucot, attore francese. Nel 1941 entra nella Comédie-Française dove rimane fino al 1948. Il suo fisico giovane e atletico gli apre ben presto le porte del cinema e diviene uno dei principali attori francesi degli anni '50. Inizia a lavorare a Cinecittà in film di cappa e spada vestendo ruoli da eroe. Nel 1956 viene diretto per la prima volta da L. Buñuel in Gli amanti di domani, dando vita a una solida amicizia e collaborazione che proseguirà fino al 1969 con La via lattea. Abbandona il cinema nel 1982 con L'honneur d'un capitaine (L'onore di un capitano) di P. Schoendoerffer, ma continua a lavorare in televisione.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore