Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

La distanza tra me e il ciliegio - Paola Peretti - copertina
La distanza tra me e il ciliegio - Paola Peretti - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 17 liste dei desideri
La distanza tra me e il ciliegio
Disponibile in 3 giorni lavorativi
18,00 €
18,00 €
Disp. in 3 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Internazionale Romagnosi snc
18,00 € + 8,90 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Postumia
18,00 € + 8,90 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Internazionale Romagnosi snc
18,00 € + 8,90 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Postumia
18,00 € + 8,90 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
La distanza tra me e il ciliegio - Paola Peretti - copertina
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Dentro di te c'è una strada. Non serve vederla se la puoi sentire

"Tutti i bambini hanno paura del buio.
Io ho paura solo del mio buio,
quello che ho dentro gli occhi"

Mafalda ha nove anni, indossa un paio di spessi occhiali gialli e conosce a memoria II barone rampante di Italo Calvino. Scappa dai professori arrampicandosi sul ciliegio all'entrata della scuola insieme a Ottimo Turcaret, il fedele gatto che la segue ovunque. Su quel ciliegio, sogna perfino di andarci a vivere, ma tra pochi mesi non lo potrà più vedere perché i suoi occhi si stanno spegnendo e un po' alla volta, giorno dopo giorno, diventerà cieca. È una bambina curiosa e l'idea di rimanere al buio la spaventa: per questo tiene un diario in cui annota le cose che non potrà più fare, come contare le stelle e giocare a calcio con Filippo, il bullo della classe che parla solo con lei. Grazie all'aiuto della sua famiglia e dei suoi amici, Mafalda capisce che un altro modo di vedere è possibile. Impara a misurare la distanza dal ciliegio accompagnata dal profumo dei fiori e comincia a scrivere un nuovo elenco: quello delle cose a cui tiene e che riesce ancora a fare. Questa è la storia di Mafalda, ma è anche quella di Paola Peretti, una scrittrice dalla forza contagiosa, che ha voluto scrivere il suo primo romanzo quando ha saputo di avere una grave malattia agli occhi. Un libro che ci insegna a vedere ciò che ancora non esiste, a lottare per i propri sogni.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
222 p., Brossura
9788817103855

Valutazioni e recensioni

DANIELA MASTROPASQUA
Recensioni: 4/5

Recensione presente sul blog: esmeraldaviaggielibri.it/la-distanza-tra-me-e-il-ciliegio-di-paola-peretti/ Recensione di Dannyella – Ieri, 4 settembre, in contemporanea in 20 paesi è stato pubblicato anche in italiano, nella deliziosa edizione Rizzoli, il romanzo di esordio di Paola Peretti, La distanza tra me e il ciliegio. Ho iniziato a sfogliarlo non appena l’ho avuto tra le mani e la verità è che non l’ho messo via sino a quando non ho letto l’ultima parola. Già dalla quarta di copertina si capisce che siamo davanti a un libro speciale, ma quello che non ci aspettiamo è la delicatezza, la forza e la passione della penna di questa scrittrice al suo esordio letterario. Paola Peretti, classe 1986, in un’intervista che è rimbalzata per tutto il web, ha dichiarato “Sto diventando cieca. Voglio scrivere, non posso aspettare.” Ed è così, quindi, che l’autrice mette nella piccola protagonista, Mafalda, la sua malattia, descrivendo con la forza di chi conosce bene quello di cui scrive, i momenti di buio e quella nebbiolina che le appanna gli occhi non permettendole di vedere il mondo come vorrebbe e come tutti fanno senza difficoltà. Ma attenzione, se vi aspettate un romanzo strappalacrime e deprimente rimarrete delusi perché quello che avete davanti è un romanzo forte e anche molto ironico con quel modo così divertente che l’autrice utilizza per identificarci nel linguaggio dei bambini, con quella visione bellissima della realtà attraverso l’interpretazione di una bambina speciale. “Internet dice: la malattia colpisce indicativamente una persona su diecimila. Secondo la mamma le persone speciali le ha scelte Dio, ma non mi sento tanto fortunata quando ci penso.” Ma Mafalda non è una bambina speciale perché malata, ma per la sua spiccata fantasia, la sua sensibilità e quella sua viva intelligenza. Nella sua mente vive una specie di amico immaginario: Cosimo, il protagonista del romanzo Il barone rampante, il libro preferito del padre che le ha letto la sera prima di dormire. È a questo ragazzino che ha deciso di trascorrere la sua vita sugli alberi e di non mettere mai più piede sulla terra che Mafalda si rivolge quando ha bisogno di aiuto e, nella sua immaginazione, incantevole aggiungerei, Cosimo si trova accanto alla sua nonnina non più viva. Sono loro gli alleati speciali di una bambina speciale, coloro ai quali la piccola rivolge i propri pensieri, le speranze, le paure. E per finire, poi, c’è tutto il contorno: i bambini buoni e quelli che ridono di lei, i genitori imperfetti e meravigliosi allo stesso tempo, il piccolo Filippo, la scuola, la gita scolastica, la meravigliosa Estella, vera alleata e insegnante di vita e, dulcis in fundo, quel meraviglioso albero di ciliegio, dove tutti vorremmo rifugiarci prima di cadere. “È che quando ti innamori non è che ci vedi meglio, ma hai meno paura di andare a sbattere.”

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Conosci l'autore

Paola Peretti

Paola Peretti è nata nel 1986 vicino a Mantova ed è cresciuta in provincia di Verona, dove vive. Insegna italiano ai bambini immigrati. Come la protagonista del suo romanzo d’esordio, La distanza tra me e il ciliegio (Rizzoli, 2018), uscito in contemporanea in venti paesi, anche lei soffre di una malattia agli occhi.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore