Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
È gradita la camicia nera. Verona, la città laboratorio dell'estrema destra tra l'Italia e l'Europa - Paolo Berizzi - copertina
È gradita la camicia nera. Verona, la città laboratorio dell'estrema destra tra l'Italia e l'Europa - Paolo Berizzi - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 19 liste dei desideri
Disponibilità immediata
È gradita la camicia nera. Verona, la città laboratorio dell'estrema destra tra l'Italia e l'Europa
16,15 €
-5% 17,00 €
16,15 € 17,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
È gradita la camicia nera. Verona, la città laboratorio dell'estrema destra tra l'Italia e l'Europa - Paolo Berizzi - copertina
Chiudi

Descrizione


Verona è oggi l’immagine di un possibile futuro per l’Italia e per l’Europa, e questo libro è un invito a non distogliere lo sguardo.

«Con una vasta collezione di episodi fascisti ai nostri giorni, specialmente a Verona e dintorni, Berizzi ci rivela o ci ricorda che il fascismo è tragico, persino quando si tiene in disparte e in attesa.» – Furio Colombo, il Fatto Quotidiano

Nel cuore del ricco Nordest, Verona è il laboratorio italiano dell’estrema destra di potere. Qui ex skinhead e animatori di festival nazirock, capi ultrà che allo stadio inneggiano a Hitler ed esaltano “una squadra a forma di svastica”, tradizionalisti cattolici nemici giurati dell’illuminismo, dello Stato unitario e del “dilagante progressismo ecclesiale”, avvocati dal saluto romano fin troppo facile, promotori di cene e gite in cui “è gradita la camicia nera” entrano in consiglio comunale nella lista del sindaco, organizzano manifestazioni finanziate dal Comune, diventano presidenti di società partecipate o della commissione sicurezza, finiscono a capo dell’Istituto per la storia della Resistenza... In questo libro, Paolo Berizzi racconta le vicende e le contraddizioni di una città unica. Riavvolge il filo che risale non solo ai tempi della repubblica di Salò, di cui Verona fu una delle capitali, ma addirittura agli albori del movimento fascista, visto che quello di Verona fu, nel 1919, il “fascio terzogenito”, nato appena due giorni dopo la fondazione dei Fasci di combattimento in piazza San Sepolcro a Milano. Mostra il fertile terreno di coltura che ha alimentato l’eversione nera, da Ordine Nuovo alla Rosa dei venti al Fronte Nazionale di Franco Freda, o i deliri dei due serial killer che, firmandosi Ludwig, intendevano ripulire il mondo dalla “feccia morale e sociale”, sterminando prostitute, omosessuali, senzatetto, tossicodipendenti, presunti viziosi, preti scomodi. Fotografa un presente in cui la destra radicale monopolizza il tifo calcistico, le proteste ai tempi della pandemia, eventi come il Congresso mondiale delle famiglie.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
26 ottobre 2021
256 p., Brossura
9788817158794

Valutazioni e recensioni

gigateo
Recensioni: 5/5
Verona non a caso

Letto anche "È gradita la camicia nera", bel titolo per questa ricostruzione dei movimenti politici e dei legami tra politica di estrema destra, cattolicesimo della controriforma e ultras gialloblù nella nera Verona. Già, la ricca e bellissima Verona è anche il laboratorio dell'ultradestra italiana che guarda all'europa del Nord e dell'est. Chi ha frequentato gli stadi sa quanto siano politicizzati e neonazi i tifosi dell'Hellas, mi ricordo ancora il sasso lanciato verso il finestrino dell'autobus che ci stava portando in stazione a maggio 2009 dopo l'ultima di campionato. Ricordo anche il Congresso mondiale delle famiglie di fine marzo 2019 e la colorata, vivace e affollata manifestazione di protesta delle associazioni in quella giornata che sembrava di primavera inoltrata. In conclusione, un interessante resoconto giornalistico, con qualche ripetizione di troppo, che non ha la pretesa di spiegare la nascita di questa anomalia tutta veronese ma comunque un buon libro.

Leggi di più Leggi di meno
 alegiubi
Recensioni: 4/5
Una luce sull'oscurità neofascista

Il saggio di Berizzi offre una panoramica molto interessante sulla galassia neofascista e neonazista della zona veneta in particolare. Verona viene presentata come l'epicentro della galassia nera italiana, indagando anche la storia fascista della città. Interessanti i capitoli iniziali su Ludwig e la tifoseria gialloblu. Ho trovato forse troppo ampia la parte finale sulla politica veronese, un po' troppo prolissa a mio parere per chi non è veronese. Di sicuro una lettura illuminante.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Paolo Berizzi

1972, Bergamo

Laureato in Filosofia all’Università Statale degli Studi di Milano, ha iniziato l’attività giornalistica a 17 anni, durante gli studi liceali. Nel 2000, dopo numerose esperienze in altre testate giornalistiche e radiofoniche, viene assunto a "La Repubblica", divenendo inviato speciale nel 2009. Scrive di cronaca e politica ed è autore di numerose inchieste, interviste esclusive e scoop. Per "Repubblica" si è occupato a lungo, tra i vari temi, di contraffazione e sofisticazione alimentare, lavoro nero e caporalato, terrorismo di matrice islamica, criminalità organizzata, devianza giovanile, droga, narcotraffico. Tuttavia, è conosciuto soprattutto per il suo lavoro di indagine sul neofascismo.Berizzi è autore di numerose opere tra...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore