Salvato in 19 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Highlander. L'ultimo immortale (Blu-ray)
12,99 €
;
Blu-ray
Venditore: laFeltrinelli
+130 punti Effe
12,99 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Highlander. L'ultimo immortale (Blu-ray) di Russell Mulcahy - Blu-ray
Highlander. L'ultimo immortale (Blu-ray) di Russell Mulcahy - Blu-ray - 2
Chiudi

Descrizione

Stando ad una antica leggenda, fin dall'antichità vivono alcuni immortali nel mondo, destinati a vivere per sempre, condannati a lottare nei secoli fino a che soltanto uno sopravviverà. New York, anno 1986, ce n’è uno: è Connor MacLeod, uno scozzese che nel 1536, rampollo di una nobile famiglia di un clan di Highlander, lottò contro Kurgan, feroce capo di un clan rivale, uscendone gravemente ferito. Sarà un nobile spagnolo a svelargli che sia lui che Kurgan sono della razza che sfida il tempo, destinati tutti, nei secoli a venire, a lottare tra loro, fino alla "Grande Adunanza" dei rarissimi superstiti.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Regno Unito
1986
Blu-ray
8031179955671

Informazioni aggiuntive

Eagle Pictures, 2019
Eagle Pictures
116 min
Italiano (DTS HD 2.0);Inglese (DTS HD 5.1)
Italiano
1.85:1 Wide Screen
PAL

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Ciro Andreotti
Recensioni: 4/5

Connor MacLeod è un antiquario che risiede nella New York del 1985 e che ha la particolare caratteristica di essere un immortale nato e cresciuto nella Scozia del XVI secolo e che da sempre attraversa le varie epoche braccato da Kurgan, un altro immortale desideroso di ucciderlo per rimanere l’ultimo highlander sulla faccia della terra. Le leggende delle Highland scozzesi, in un evidente gioco di parole, si mischiano alle evoluzioni con katana e spadoni nella Grande Mela degli anni ’80 generando il primo episodio di una fortunata serie di pellicole, della quale questa è certamente la migliore, e di una celebrata serie tv degli anni ’90, il tutto creato dalla fervida mente di Gregory Widen, qui anche nel ruolo di co-sceneggiatore. Christopher Lambert - nella parte di Connor MacLeod e nel suo primo ruolo di cassetta - e Sean Connery, non da molto svestitosi del ruolo di James Bond e prossimo a indossare il saio di Fra Guglielmo da Baskerville, dialogano e si allenano sul senso dell’esistenza di un uomo al quale è vietato morire se non per mano di un suo simile discutendo dei modi per sopravvivere in solitudine e del senso di quello che potrà attenderli. La pellicola del regista Russell Mulcahy funziona grazie a una perfetta sintesi di azione e pathos, di giochi di luce - di rado si era vista una New York così notturna - e riprese di combattimenti ottenute con una tecnologia molto avveniristica per l’epoca. Non guasta nemmeno l’arrivo di una giovane esperta di armi, Roxanne Hart, che farà riscoprire al miglior Lambert di sempre cosa significhi innamorarsi nuovamente. Pregevole lavoro da parte di un regista dedito a clip musicali, a tale proposito da sottolineare la splendida colonna sonora resa celebre dai Queen.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Christopher Lambert

1957, Long Island, New York

Attore francese. Nato negli Stati Uniti dove il padre è diplomatico, torna bambino prima in Svizzera e poi in Francia per frequentare il Conservatoire, l'Accademia d'arte drammatica parigina. Dopo alcune piccole parti, si ritrova protagonista di Greystoke - La leggenda di Tarzan signore delle scimmie (1984) diretto da H. Hudson e di Subway (1985), labirintico e autoparodistico film d'azione, primo successo internazionale di L. Besson. Fisico muscoloso, ma con uno strabismo di Venere e tratti pensosi che ne mitigano gli slanci adrenalinici a favore di una maggiore espressività, si affaccia così alla ribalta internazionale e nel 1986 interpreta il ruolo di Connor McLeod, l'immortale guerriero scozzese di Highlander di R. Mulcahy. Divenuto uno dei pochi divi di scuola europea di film d'azione,...

Sean Connery

1930, Edimburgo

Attore scozzese. Dopo essere apparso in diversi film con ruoli di secondo piano, su indicazione di Ian Fleming, creatore di James Bond, ottiene la parte del protagonista in Agente 007 licenza di uccidere (1962) di T. Young. Il film ha un notevole riscontro di pubblico e il personaggio acquista enorme popolarità con i successivi Agente 007, dalla Russia con amore (1963), sempre diretto da T. Young, e Agente 007, missione Goldfinger (1964) di G. Hamilton. Il successo della serie, della quale è protagonista in altri due episodi, oscura quasi la sua interpretazione in Marnie (1964) di Alfred Hitchcock. Nel frattempo – dividendosi tra la Gran Bretagna e Hollywood – si accosta al genere drammatico in La collina del disonore (1965) di Sidney Lumet e poi alla commedia in...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore