Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Libertà

  • User Icon
    05/12/2017 10:39:19

    Ho letto questo libro dopo aver letto "Le correzioni" e ho ritrovato il Franzen che descrive le dinamiche della vita familiare, le sue crepe ed i suoi piccoli grandi drammi. Cosa è la libertà? E' davvero la possibilità di alzarsi un mattino e decidere di andarsene? In un'epoca in cui i social network ci distraggono continuamente dai valori su cui dovremmo focalizzarci, è facile fare confusione e prendere lucciole per lanterne...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/03/2017 14:39:08

    Libertà è un capolavoro di costruzione che ti tiene legato alle pagine nonostante ogni singolo personaggio sia urticante (chi con il suo egocentrismo, chi con le sue insicurezze). Franzen ci presenta la classica famiglia americana che, nonostante gli sforzi per mantenere le apparenze, si dissolve piano piano. Ogni componente si ripiega sulla propria infelicità, ma poi comincia un percorso di crescita particolarmente lungo e doloroso, alla fine del quale imparerà a riconoscere nell'altro il proprio opposto e il proprio complemento! Non é però l'ennesima parabola di una famiglia che rinasce dalle proprie ceneri, é molto di più: sono pagine, queste, sulla ricerca della libertà di essere compiutamente se stessi. Un flusso di autocoscienza che, sebbene generi un dolore sordo e continuo, ha in sé una struggente bellezza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/11/2016 15:52:39

    Devo dire di essere un po' di parte nello scrivere questa recensione perché Franzen è, secondo me, lo scrittore americano contemporaneo più interessante sulla scena letteraria (dopo la morte di Foster Wallace, almeno). Ho trovato Libertà un romanzo ambizioso - se non vi piacciono libri corposi, non fa per voi -, molto ben riuscito, forse il migliore della sua produzione, arrabbiato e commovente. Franzen, raccontando la storia di una famiglia, ne analizza e descrive i sentimenti, dimostrando una cura profonda delle sfumature dell'animo umano e, allo stesso tempo, riesce a farne anche un profilo dissacrante di una certa borghesia bianca americana e delle sue profonde contraddizioni.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2016 20:28:53

    Jonathan Franzen dipinge i suoi romanzi con accuratezza pittorica, psicologica e sociale. Leggendo questo romanzo come il precedente "Le correzioni" si viene catapultati in un mondo che lascia un sentimento straniante nonostante il mondo descritto sia verosimile a quello reale. L'empatia è assicurata: ogni personaggio è caratterizzato da particolari estremamente umani, di quell'umanità che forse razionalemnte ogni essere umano cerca di obnubilare. La forza della scrittura di Franzen è riuscire a dipingere, fa intuire perfettamente le sensazioni e le storiture psicologiche di ogni protagonista, senza dilungarsi in descrizioni, ma con poche parole incisive e simboliche. E' sempre presente il suo interesse per le tematiche politico-sociali ed ambientali che rendono il tutto completo, un perfetto resoconto di vite immaginarie ma brutalmente verosimili.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/02/2015 17:25:20

    Necessario

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/12/2011 17:57:36

    C'è molto in questo libro, forse troppo: premesse errate e promesse non mantenute, sentimenti imbrigliati, attese deluse, amori e odii, privato e sociale, genitori e figli, amici e amanti. E l'elenco potrebbe continuare, ma questi a me sono sembrati i temi più importanti. C'è anche una scrittura fluida e sicura, all'interno di un'accorta regia. A questo prolisso romanzo però manca l'anima; e per tutta la lettura ho avuto la sensazione di stare affacciata a guardare uno scenario in cui agivano maschere e non persone. Un messa in scena che non mi ha convinto, ad onta delle grandi aspettative che avevo coltivato all'uscita di un'altra opera di Franzen.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/11/2011 11:23:21

    Uno spaccato molto attuale della società ai giorni nostri. Bello ed intenso come il precedente, Le correzioni. Forse leggermente prolisso in alcune parti non relative all'interiorità dei personaggi. Ma c'è molto di Walter, Patty e Richard in ognuno di noi, e viceversa. Sembra di conoscere queste persone da una vita, a volte imbarazza seguirne il comportamento, molto spesso lascia stupiti... Comunque questo romanzo regala qualcosa di speciale e profondo, ed aiuta a capire un pochino meglio come "funzionano" le persone, oltre ad offrire un ampio affresco dell’America contemporanea.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/11/2011 18:27:18

    La verità è che ho comprato questo libro solo perché incuriosita dal fatto che facesse parte del BOOK CLUB di Oprah Winfrey. L'inizio non è male. Ti incuriosisce. Ma più si va avanti e più la trama diventa statica, debole, noiosa. Non l'ho finito. Davvero disarmante non riuscire ad arrivare alla fine di un libro... non lo consiglio...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/05/2011 13:59:49

    E' un romanzo ambizioso con il pregio di affrontare l'argomento più urgente - e taciuto - dei nostri giorni. Ci fa pensare e lo fa con una scrittura sempre piacevole e mai noiosa. Ma in relatà è un libro sulla fragilità dell'uomo; sulla grandezza dei nostri ideali confrontata con la nostra umana debolezza. E in questo è grandioso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/04/2011 08:09:47

    Il pregio fondamentale di questo ottimo libro è quello di fornire un esauriente ed interessante quadro della società americana degli ultimi cinquanta anni (stili di vita, sentimenti, orientamenti politici, obiettivi, ecc.). La storia di una famiglia, magistralmente narrata, ha l'obiettivo di infondere ottimismo alle nuove generazioni per superare i mali che oggi affligono le società. Le ultime commoventi pagine trasmettono questo messaggio.

    Leggi di più Riduci