Bronsky ricorda

Descrizione

Il 10 novembre 1938, il giorno successivo alla Notte dei cristalli, Nathan Bronsky scrive al console generale americano a Berlino per ottenere un visto di espatrio per sé e la propria famiglia. Riceverà una risposta solo otto mesi dopo. Il visto, con sconcertante cinismo, gli verrà negato. Bronsky ricorda comincia con questo scambio di lettere. Quindici anni più tardi, il figlio di Nathan, Jakob, siede in una caffetteria di New York. Circondato dai naufraghi dell’Europa, sopravvissuti come lui all’olocausto e alla seconda guerra mondiale, cerca di scrivere il romanzo della propria vita. Impiegherà un anno, un anno passato a lottare, giorno dopo giorno, con i ricordi del suo tragico passato e con la sua nuova patria che, ricambiato, disprezza. Un’opera molto dura, spesso spietata e volgare, ma percorsa da un umorismo sempre tagliente. L’opera in cui Hilsenrath fa i conti con la propria esperienza di esule e sradicato, e con i tanti traumi collettivi del Secolo breve. Uno scrittore straordinario nel solco di john fante, philip roth e charles bukowski.

Dopo aver letto il libro Bronsky ricorda di Edgar Hilsenrath ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Dogalize
 
Cardif
 
Dogalize

Top Edgar Hilsenrath

Visualizza tutti i prodotti