Non mi attirano i piaceri innocenti. Costumi scandalosi nella Parigi del Settecento

Non mi attirano i piaceri innocenti. Costumi scandalosi nella Parigi del Settecento

di Francesca Sgorbati Bosi

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

15,30

€ 18,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

"Madame de Longueville, nota per la sua bellezza e i suoi amori, vissuta nel XVII secolo, s’annoiava: «Volete andare a caccia?» le proponevano. «Non mi piace». «Preferite dedicarvi a un lavoro femminile?». «Non mi piacciono». «Passeggiare, giocare?». «Non mi piace né l’uno né l’altro». «Ma cosa vorreste, allora?». «Che dirvi? Non mi attirano i piaceri innocenti». Se nel Seicento la filosofia di vita della principessa scandalizzava, nel secolo successivo l’intera società francese ne avrebbe condiviso i giudizi, anzi si potrebbe dire che fece di questa battuta il suo motto, preferendo nettamente i piaceri proibiti a quelli leciti. Giocare a carte per passare il tempo si trasformò in gioco d’azzardo; l’amore per il teatro perse terreno rispetto alle pièces centrate su seduzione e adulterio e nei teatri privati della migliore aristocrazia si recitavano opere scandalose bloccate dalla censura. Si considerò l’amore incompatibile con il piacere. Tutti cercavano solo di soddisfare i loro capricci e aumentare le conquiste, mentre la filosofia predicava il diritto di seguire liberamente i propri istinti. Nel Secolo dei Lumi uomini e donne si prendevano e si lasciavano per darsi un tono, per noia, per far dispetto, per capriccio. I nobili sfoggiavano eleganza e belle maniere ma, usciti dai salotti, correvano nei bordelli o nelle petites maisons per incontri clandestini. Per farsi un’idea davvero completa del Secolo dei Lumi, oltre che setacciare epistolari, diari, gazzette, bisogna scavare anche nei rapporti di polizia che controllava tutti, grazie a un esercito di spie reclutate in modo discutibile. È grazie ai rapporti di polizia se conosciamo tanto della vita privata del Settecento. Se non mancano splendide analisi sull’edonismo dei privilegiati nel Settecento, è più raro che si parli del ruolo svolto dagli umili. Come primi attori o comparse, troppo spesso come vittime, essi parteciparono a quella continua ricerca del piacere che fu la vita a Parigi nel XVIII secolo."

Dopo aver letto il libro Non mi attirano i piaceri innocenti. Costumi scandalosi nella Parigi del Settecento di Francesca Sgorbati Bosi ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • GenereModerna
  • Listino:€ 18,00
  • Editore:Sellerio
  • Collana:La nuova diagonale
  • Data uscita:07/11/2019
  • Pagine:333
  • Formato:brossura
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788838939860




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Dogalize
 
Cardif
 
Dogalize

Top Francesca Sgorbati Bosi

Visualizza tutti i prodotti