La grande regressione. Quindici intellettuali da tutto il mondo spiegano la crisi del nostro tempo

La grande regressione. Quindici intellettuali da tutto il mondo spiegano la crisi del nostro tempo

Quindici intellettuali da tutto il mondo spiegano la crisi del nostro tempo

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

16,15

€ 19,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritira

Descrizione

Mentre lavoro, ricchezza, pace e stabilità sembrano assottigliarsi di giorno in giorno nelle società occidentali, la retorica della sicurezza prende il posto della rivendicazione dei diritti umani e civili, e i principi di cooperazione transnazionale sono sostituiti da violenti appelli per il rafforzamento della sovranità degli stati. Fino a una decina di anni fa la globalizzazione neoliberale e la sua versione democratica sembravano le sole opzioni possibili della politica e dell'economia globali. Oggi, denunciano quindici intellettuali globali,, siamo di fronte a una grande regressione. Da Bauman a ?i?ek, da Arjun Appadurai a Paul Mason, quindici voci ragionano insieme per scoprire e analizzare le cause di questa grande regressione, cercando di inserirla nel suo contesto storico per delineare gli scenari possibili e ideare le strategie per contrastare queste tendenze inquietanti, con l'obiettivo di avviare un dibattito internazionale.

Dopo aver letto il libro La grande regressione. Quindici intellettuali da tutto il mondo spiegano la crisi del nostro tempo di ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Cosa ne pensa la Stampa

Indagine sui segnali deboli del futuro.Bruno Tinti, Il Fatto Quotidiano
Questo libro agile e di larga lettura presenta una sua identità specifica, a tratti emotiva, tra catastrofismo e volontarismo. L’idea che lo ispira è il declino dell’occidente, «decisamente regredito, lasciandosi alle spalle una serie di standard di vita faticosamente conquistati e ritenuti ormai consolidati». Ad essere regredito è il mondo dei valori del cosmopolitismo e dell’illuminismo, e dell’apertura della mente e delle frontiere che lo caratterizzava. Una cultura nobile che ci ha guidato fino a quando il mondo era diviso in zone di influenza (la Guerra fredda) e la sovranità aveva il potere di fare scelte economiche e sociali e pattugliare le frontiere.Nadia Urbinati, ilsole24ore.com
Chiusura in se stessi, affermazione di demagoghi autoritari, diffusione su scala mondiale di una specie di sessantotto alla rovescia: il mondo sembra sprofondato in una grande regressione. Il momento che attraversiamo è così critico che un giovane editore tedesco ha avuto l'idea di mobilitare quindici intellettuali di tutto il mondo per offrire degli strumenti di riflessione su questa situazione e per cercare di trovare dei rimedi.Nicolas Truong, Internazionale, Le Monde

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 
Dogalize