Questione dell'analisi laica. Conversazione con un imparziale

Questione dell'analisi laica. Conversazione con un imparziale

di Sigmund Freud

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

7,00

€ 14,00 -50%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritira

Descrizione

Analisi laica racconta tutta l'universalità del metodo psicanalitico, la sua vasta applicazione. Quasi tornando sulle sue rigidità, Freud descrive come farne uso anche senza aver compiuto prima la lunga e faticosa autoanalisi. Questo strumento ottimale prevedeva infatti che prima di analizzare altri, di prendere dei pazienti, gli psicologi si sottoponessero in prima persona all'analisi fatta da psicanalisti freudiani. Ma Freud capisce che questo non è sempre possibile, non ovunque, mentre il suo metodo può dare ugualmente risultati, alleviare grandi pene. Leggere oggi questo libro serve a non ricadere nelle rigidità di un'ortodossia che è spesso una brutta invenzione degli epigoni. Lo stesso maestro aveva previsto di non esserci, di farsi da parte, di lasciare la sua scienza a un corso libero e mai dogmatico. A una vita propria, densa comunque di risultati, benefici e progressi.

Dopo aver letto il libro Questione dell'analisi laica. Conversazione con un imparziale di Sigmund Freud ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Biografia

Sigmund Freud
Sigmund Freud (Freiberg, odierna Príbor; 1856 - Londra, 1939), neurologo e fondatore della psicoanalisi, nacque da una famiglia ebrea di origine piccolo-borghese. Dal 1897 intraprese, basandosi sulle recenti acquisizioni, un lavoro di autoanalisi che lo condusse, nel 1900, alla pubblicazione della grande Interpretazione dei sogni, il libro che egli stesso considerò come l’atto di nascita della psicoanalisi, nonché come la propria opera principale. Dai primi del Novecento iniziò a raccogliere e pubblicare i suoi lavori di clinica: Dora, Il piccolo Hans (Feltrinelli, 1994), L’Uomo dei topi, Il presidente Schreber, L’Uomo dei lupi (Feltrinelli, 1994). Nel 1908 si tenne il primo congresso di psicoanalisi a Salisburgo, e nel 1910 venne fondata l’Associazione Internazionale di Psicoanalisi. Intorno al 1915, Freud tentò di sistematizzare la propria elaborazione teorica nei saggi di Metapsicologia, per poi approdare, negli anni venti, a una profonda revisione: Al di là del principio di piacere, L’Io e l’Es. A seguito dell’inasprimento del regime nazista in Germania emigrò a Londra nel 1938, dove morì un anno dopo.

Dettagli

Parole chiave laFeltrinelli:

psicologia freudiana, psicoanalisi




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 
Dogalize

Top Sigmund Freud

Visualizza tutti i prodotti