Il mondo perduto

Il mondo perduto

I cortometraggi di Vittorio De Seta. 1954-1959. DVD. Con libro

di Vittorio De Seta

 
Prenota e ritira

Descrizione

Nel 1954 Vittorio De Seta gira sei documentari in Sicilia ("Lu tempu di li pisci spata", "Isole di fuoco", "Surfarara", "Pasqua in Sicilia", "Contadini del mare", "Parabola d'oro"). Fortemente innovativi, sono subito riconosciuti a livello internazionale. Nel '58-59 dirige altri quattro importanti cortometraggi, in Sicilia ("Pescherecci"), in Sardegna ("Pastori di Orgosolo"; "Un giorno in Barbogia"), in Calabria ("I dimenticati"). De Seta rivolge sempre il suo sguardo partecipe a realtà già allora minacciate da "uno sviluppo senza progresso", donando una preziosa testimonianza di riti, usanze e saperi ormai scomparsi. E lo fa senza trascurare la bellezza delle inquadrature, le innovazioni tecniche più recenti e l'eredità del cinema più importante del mezzo secolo precedente.

Dopo aver letto il libro Il mondo perduto di Vittorio De Seta ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (1)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

Parole chiave laFeltrinelli:

documentari, cortometraggi




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 
Dogalize

Su LaEFFE

20/10/2018 | 22:20

PER NESSUNA BUONA RAGIONE

“Per nessuna buona ragione” racconta la vita, la carriera e l’estro di uno dei più grandi illustratori dell’epoca moderna: Ralph Steadman.Il film racconta i quindici anni in cui Steadman si è lasciato seguire dalle telecamere del regista Charlie Paul per documentare il suo metodo di lavoro e i suoi incontri, tra cui spiccano ad esempio quelli con Johnny Depp e Terry Gilliam.Steadman è noto soprattutto per essere l'autore delle brillanti illustrazioni che accompagnano le opere di Hunter S. Thompson e per il contributo dato al cosiddetto “gonzo journalism”, nato in America durante la turbolenta epoca della guerra in Vietnam.Tra i suoi numerosi successi, si contano anche le illustrazioni per Alice nel paese delle meraviglie e La fattoria degli animali, le incisioni su autori come Shakespeare e Burroughs e i libri sulla vita di Sigmund Freud e Leonardo da Vinci.