Salvato in 338 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Noi, partigiani. Memoriale della Resistenza italiana
14,25 € 19,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+140 punti Effe
-25% 19,00 € 14,25 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Noi, partigiani. Memoriale della Resistenza italiana - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Noi, partigiani. Memoriale della Resistenza italiana
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Un racconto corale di malinconia ma anche di felicità, che riporta alla luce i valori civili fondamentali che oggi dobbiamo difendere. Un grande romanzo collettivo di formazione di un soggetto fragile e inestimabile: la nostra Costituzione democratica.

«Se di celebrazione si può parlare in questo caso, riguarda l'omaggio dovuto a chi seppe mettersi in gioco non solo per sé, ma per immaginare un futuro diverso per tutti. Consapevole che l'esito di quella scelta era tutt'altro che scontato» - il Manifesto

«Un grande racconto in prima persona della Resistenza» - Vera Bessone, Corriere di Romagna

"Chi è stato partigiano, resta partigiano per sempre."

La Resistenza e la sua memoria sono fatte di azioni e di luoghi divenuti simboli di un'epoca tragica ed eroica della nostra storia. Ma la memoria svanisce e gli errori della storia possono ripetersi. Quella dell'Anpi, di Gad Lerner e Laura Gnocchi è una corsa contro il tempo per dare voce a donne e uomini che nel 1943 erano giovanissimi, adolescenti o persino bambini. Cosa passava per la testa di quelle ragazze e di quei ragazzi quando furono chiamati a una scelta estrema, rischiosa e difficile come quella di conquistare anche con le armi una libertà che molti di loro non avevano mai conosciuto? C'è il ragazzo veneziano di buona famiglia che lascia il suo liceo un anno prima della maturità per andare in montagna in Friuli, senza avvertire i genitori, c'è la quattordicenne sfollata in un casolare sull'Appennino che si mette quasi per caso a fare la staffetta su e giù per i boschi, il suo coetaneo figlio di un antifascista perseguitato che si separa dalla madre vedova e prende dimestichezza nell'uso delle armi, trasformandosi da apprendista di fabbrica in combattente. Un grande romanzo collettivo di formazione di un soggetto fragile e inestimabile: la nostra Costituzione democratica. Ricordi personali, episodi drammatici, dinamiche familiari, rievocazioni di figure ingiustamente dimenticate, ma anche riflessioni sul cammino incompiuto dopo la Liberazione si intrecciano in un racconto corale di malinconia ma anche di felicità, che riporta alla luce i valori civili fondamentali che oggi dobbiamo difendere.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2020
7 aprile 2020
400 p., Brossura
9788807492754

Valutazioni e recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
GIULIO SORCI
Recensioni: 5/5

Si poteva fare di piu', ma e' sempre meglio del silenzio o della riscrittura della nostra storia. Da far leggere ai ragazzi.

Leggi di più Leggi di meno
GIANPAOLO DAL MASO
Recensioni: 4/5

Un ulteriore racconto tratto dalle parole dei protagonisti di un'epoca sempre attuale.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

L'idea di raccogliere le interviste a staffette e partigiani poteva essere presa molto tempo fa, perché adesso sono pochi quelli ancora viventi che hanno combattuto e vinto il nazifascismo. Anche perché era risaputo che chi ha fatto la Resistenza non era molto predisposto (a parte alcuni) a parlare liberamente di quel periodo della loro vita. Quindi ben vengano le interviste a donne e uomini, di diversa estrazione politica, che hanno lasciato su carta la loro cruciale esperienza. E' un modo per far si che anche le nuove generazioni sappiano quello che è successo al nostro Paese. Sono parecchie le donne e gli uomini che hanno terminato il loro intervento, delusi da quello che credevano di poter costruire, un mondo nuovo, rispetto a quello che poi hanno vissuto.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore