Salvato in 15 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile
18,05 € 19,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+180 punti Effe
-5% 19,00 € 18,05 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile - Salvatore Settis - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile Salvatore Settis
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Questa cieca, suicida devastazione dello spazio in cui viviamo, la «progressiva trasformazione delle pianure e delle coste italiane in un'unica immensa periferia», non avverrebbe impunemente se vi fosse fra i cittadini «una chiara percezione del valore della risorsa e dell'irreversibilità del suo consumo».

Salvatore Settis si confronta con il baratro che separa i principi di difesa e tutela del territorio sanciti dalla Costituzione dalla realtà di degrado dello spazio che abitiamo. «Il degrado di cui stiamo parlando non riguarda solo la forma del paesaggio e dell'ambiente, e nemmeno solo gli inquinamenti, i veleni, le sofferenze che ne nascono e ci affliggono», è una forma di declino complessivo delle regole del vivere comune, reso possibile da indifferenza, leggi contraddittorie - aggirate con disinvoltura -, malcostume diffuso e monetizzazione di ogni valore. Un'indagine che risale alle radici etiche e giuridiche del saccheggio del Bel Paese, per reagire, preservare e fare «mente locale», contro speculazioni, colpevole apatia e conflitti tra poteri. Una necessaria manifestazione di civiltà, per evitare che il cemento soffochi anche il futuro del nostro territorio.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
6 dicembre 2010
326 p., Brossura
9788806198718

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
STEFANO BELLINZONA
Recensioni: 5/5

È un libro fondamentale che dovrebbe essere adottato come libro di testo nelle scuole superiori. Allo scopo di educare i giovani cittadini alla semplice ed incontrovertibile verità che il paese dove viviamo è un bene unico, irriproducibile e inestimabile. E che costituisce una straordinaria fonte di ricchezza se solo fosse tutelato e valorizzato in armonia con la storia che l’ha generato invece di essere sistematicamente depredato in funzione di voracità private e di insensati interessi di breve respiro. Il testo di Settis è una scrupolosa ma appassionante storia di come si sia sviluppata e trasformata la tutela dei monumenti e del paesaggio in Italia nel corso degli ultimi due secoli, con numerosi racconti di vicende particolari, di personaggi e di casi esemplari. Naturalmente il racconto spesso ha momenti sconfortanti, soprattutto in considerazione della frequente dimostrazione di insipienza da parte dei politici ai vari livelli dell’amministrazione pubblica. Un vero presidio è costituito invece dalla Corte Costituzionale che spesso si è espressa in maniera sensibile a difesa dei valori del paesaggio. Il che dimostra da un lato il suo imprescindibile ruolo, ma dall’altro l’inefficacia, anzi la pericolosità, dell’intricata profusione legislativa e regolamentare italiana. In ogni caso, come emerge dalla lettura, è indispensabile incrementare la sensibilità diffusa dei cittadini nei confronti del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico che la nostra formidabile storia ci ha consegnato, nella consapevolezza che esso dovrà essere consegnato alle generazioni future: in questa direzione questo libro fornisce un contributo estremamente positivo e, direi, convincente.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Salvatore Settis

1941, Rosarno (RC),

Salvatore Settis è archeologo e storico dell'arte, e si è laureato nel 1963 in Archeologia Classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Collabora stabilmente con «La Repubblica», «Il Sole 24 Ore» e «L'espresso». È stato visiting professor in Università americane ed europee e nel 2001 ha tenuto le Mellon Lectures di Storia dell'Arte alla National Gallery di Washington. Dopo aver diretto il Getty Research Institute for the History of Art di Los Angeles (1994-99), è tornato a insegnare Storia dell'Arte e dell'Archeologia Classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, di cui è stato direttore. Accademico dei Lincei, delle Accademie delle Scienze di Berlino, Monaco e Torino, dell'Accademia Reale del Belgio e dell'American...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore