Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Un polpo alla gola. Ediz. speciale

  • User Icon
    21/11/2021 19:42:31

    Il mio primo libro dell’ autore Zerocalcare ha confermato e ingrandito le aspettative che avevo circa il suo autore. Un inestricato mistero viene costruito sullo svolgersi di vicende che, dalla fase dell’ infanzia dispiegandosi sino a quella della giovinezza, accompagneranno il lettore con ironia celata ma talvolta decisamente cruda. Si scoprono gli interessi dell’ autore nelle sue tre fasi e la sua abilità nel condensarli in tratti e linee, il “darwinismo” studentesco e quel “polpo alla gola” per cui si proverà una certa tenerezza e grazie a cui ci si renderà conto che ne siamo tutti possessori.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/03/2021 18:03:04

    ? Cosa mi è piaciuto: ? l'ironia, sempre presente nei libri di Zerocalcare ? i riferimenti alla cultura pop degli anni '80/'90 ? un finale che non mi sarei mai immaginata! ? ? Cosa non mi è piaciuto: ?assolutamente nulla, tutto perfetto!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/05/2018 22:53:27

    Il secondo lavoro di Zerocalcare conferma quello che già si poteva intuire sia dalle più brevi storie che dal precedente: i fumetti non sono solo per gli appassionati. Lo stile fresco dell'autore, accompagnato da un tratto più che peculiare ed un linguaggio giovane e a tratti conviviale, riesce a portare dei temi non proprio facilissimi da affrontare. Sviluppare una storia che cresce con i personaggi, facendoti affezionare a questi, in un volume solo non é facile, eppure in questo caso abbiamo una narrazione completa e per niente noiosa, capace di appassionare e far pensare su quale sia anche il nostro polpo alla gola.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/05/2018 14:01:36

    Per quantoil suo habitat naturale siano i brevi racconti, con questa graphic novel (la prima dell'autore) Zero ci accompagna in una storia attraverso vari periodi della vita accomunati tutti da un enorme rimorso che dà il nome all'intera storia. Potrei non essere imparziale, poichè questo è stato il libro che mi ha fatto conoscere Zero e l'intero mondo della narrativa a fumetti, ma a mio parere Un Polpo alla Gola risulta essere una dei più bei fumetti che abbia mai letto grazi all'incredibile capacità dell'autore di coniugare stoire di vita vissuta, riflessioni comuni a molti ed un inconfondibile senso dell'umorismo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/05/2018 17:34:25

    Con la sua graphic novel "Un polpo alla gola" Zerocalcare ci porta con sé attraverso varie fasi della sua vita, dalla fanciullezza all'età adulta, con una particolare attenzione rivolta all'ambiente scolastico e alle persone che lo hanno accompagnato durante questo percorso. A causa di una particolare marachella combinata quando era solo un ragazzino, Zero dovrà costantemente fare i conti con il suo senso di colpa, rappresentato appunto dal "polpo alla gola", che non lo lascerà nemmeno da adulto, quando si ritroverà a incontrare nuovamente i suoi vecchi compagni di scuola. Con il suo solito senso dell'umorismo e la sua grande umanità, Zerocalcare racconta una storia dinamica, che intriga grazie ad un mistero di fondo senza perdere il contatto con la realtà, che non si esime dal far riflettere e dal creare situazioni e personaggi in cui è facile rispecchiarsi. Una graphic novel condita da un senso di nostalgia, ma allo stesso tempo dalla consapevolezza che il bambino che è in noi non sparisce mai del tutto, in quanto "nessuno guarisce dalla propria infanzia."

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/05/2018 09:51:18

    Secondo esperimento con Zerocalcare e secondo ni. Carina l'idea di ambientare un giallo in una scuola elementare e di portare avanti il mistero fino all'adolescenza dei protagonisti, ma niente di più. Anche qui citazioni degli anni che furono a pioggia. Il bullismo passa totalmente inosservato e la pervicace attività di umiliazione e di distruzione di una compagna di scuola non provoca non dico un polpo alla gola, ma nemmeno il pizzicotto di un paguro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/05/2018 13:15:30

    Un polpo alla gola è il secondo libro che il fumettista Romano Zerocalcare ha scritto e pubblicato. Premetto che mi manca Macerie Prime da leggere, ma credo sia uno dei libri migliori di Zero. Storia coinvolgente e reale nella quale mi sono come sempre ritrovato ed immedesimato. Come sempre Zero riesce a trattare con estrema precisione tutte le tematiche che coinvolgono la nostra giovane generazione: insicurezza, ansia e nella fattispecie è prevalente la tematica del rimorso. Libro prodotto e pubblicato dalla casa editrice milanese BAO Publishing. Da sottolineare anche la straordinaria precisione dei disegni e la cura che il fumettista mette nelle proprie opere. Libro consigliato anche per i non appassionati di fumetti insieme agli altri libri pubblicati da Zero. Fumetto Top!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2018 14:31:39

    Una delle prime opere lunghe di Zerocalare, è una graphic novel costruita benissimo. È divisa in tre parti, ambientate rispettivamente durante l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta di Calcare. I riferimenti nostalgici alla cultura pop e la caratterizzazione dei personaggi sono spassosissimi. Ma dietro la vena ironica dell’autore, come sempre, c’è una buona dose di riflessioni e malinconia. In più in questa storia troviamo un elemento mistery che ci cattura fino alla fine.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/12/2017 17:51:19

    Seconda opera affrontata dell’autore! L’ho amata ancora più della prima. Chi non ha mai avuto rimorsi di coscienza?! A volte per una vavolata te li porti dietro per anni. Ecco perché adoro Zerocalcare, per l’ennesima volta mi sono rivista un sacco nelle sue storie e nei suoi personaggi! Mi piace sempre come riesce a trovare le giuste associazioni tra personaggi famosi di fumetti,spettacolo e cartoni a persone reali (vedi sua mamma come Lady Cocca)

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/12/2017 15:15:33

    Premetto che devo ancora leggere Kobane Calling e Macerie Prime, ma finora è stato uno dei libri di Zerocalcare che più mi ha colpito; è un fumetto capace di far ridere, piangere e riflettere allo stesso tempo. Una storia degnissima del suo autore, che con il suo stile riesce a trasmettere nostalgia per vicende che noi lettori non abbiamo neanche vissuto. Consigliatissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/11/2017 12:19:10

    Zerocalcare potrebbe scrivere qualsiasi cosa e risulterebbe comunque un'opera degna di nota e ammirazione. Ancora una volta la sua ironia riesce a coinvolgere e far riflettere. Protagonista del romanzo è questa volta l'infanzia di Zero in cui ogni persona può immedesimarsi con simpatia. Il polpo alla gola è una bellissima metafora dei tanti rimorsi che spesso ci portiamo dietro per anni senza motivo. Tema di fondo è come ognuno di noi affronta questi anni anni difficili e il modo in cui essi si riflettano nell'individuo una volta cresciuto. "Nessuno guarisce dalla propria infazia"

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/11/2017 10:39:03

    Probabilmente il mio libro preferito di Zerocalcare, la trama è coinvolgente e nonostante lo stile che lo caratterizza sia generalmente leggero e sobrio non mancano le riflessioni profonde e gli spunti di riflessione che questo volume offre. L'infanzia, l'adolescenza.. Calcare racconta le sue avventure nelle quali ognuno di noi riesce ad immedesimarsi senza problemi. Straconsigliato!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/03/2017 13:22:58

    fra tutti i libri di Zerocalcare (che ho apprezzato tantissimo sempre), questo è forse il mio preferito. Mi è semplicissimo immedesimarmi col piccolo Calcare, visto che è cresciuto come me a pane e cartoni giapponesi, e la trama è molto avvincente, con un bellissimo messaggio finale. L'umorismo di Zero, unito al suo sguardo curioso e autocritico, ti fa sempre morire di risate ma anche riflettere, e questo è molto importante soprattutto per un romanzo a fumetti. Lo straconsiglio, come tutti gli altri libri di Zerocalcare!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/03/2017 11:41:23

    Ho letto tutti i libri di Zerocalcare e questo è il mio primo preferito, seguito immediatamente da "Dimentica il mio nome". "Un polpo alla gola" è un titolo perfetto per questa storia, in cui l'autore ricorda determinati eventi del suo passato mostrandoci come questo non può essere cancellato, avrà sempre degli effetti sulla nostra vita presente. Penso che questa sia la mia storia preferita perché mi ci sono immedesimata molto. Ma d'altronde chi riesce a non essere influenzato dal passato? Chi è così bravo da non provare mai rimorso, da non pensare mai "E se avessi fatto diversamente"? Ben pochi direi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/03/2017 11:29:39

    Sicuramente questo albo mi ha colpito, perchè non c'è assolutamente una vera redenzione, anzi sembra quasi che aleggi una superficialità pericolosa che poi finisce per ferire i personaggi, ma d'altronde questo è molto realistico! Ti prende e si legge d'un fiato, senza contare la comicità unica di Zero. Il confronto con alcune parti più difficili della vita affrontate durante la crescita di ragazzi comuni è graffiante, mi piace anche se lascia un po' perplessi! (forse è anche per questo che mi piace)

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/11/2016 18:17:15

    Indiscutibile il genio di Zerocalcare che con un'apparente banale storia che parte dall'infanzia racconta di come la nostra infanzia non si dimentica, di come i nostri gesti hanno delle conseguenze sugli altri e di quanto dolore possiamo provocare. Sempre presente la sua sottile ironia e i tanti riferimenti alla sua generazione. Zerocalcare non delude.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/11/2016 08:49:15

    Ho letto definire questo libro più cupo rispetto al primo, sono d'accordo, e a me è piaciuto anche di più. Sto scoprendo Zero poco alla volta e non capisco come ho fatto a trascurarlo fino ad ora. Ho riso, ho riflettuto, mi sono immedesima tanto... a me piace proprio, come disegna, cosa dice. Tutto. Davvero tutto. In un paio d'ore scarse l'altra sera, ha risollevato il tono della mia giornata, così, senza sforzo. Niente spoiler, però leggetelo. L'Armadillo un po' mi è mancato ma i sostituti sono stati all'altezza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/11/2016 19:41:10

    Dopo aver letto la Profezia dell'Armadillo non ho potuto non leggere il secondo capolavoro di Zerocalcare, assolutamente all'altezza del primo. In quest'opera Calcare ripercorre la sua infanzia e adolescenza all'Istituto Voltaire descrivendo con la sua consueta arguzia gioie e paure del percorso evolutivo. Il filo conduttore è il "rimorso", ben rappresentato dal "polpo alla gola", che porta conseguenze talvolta comiche, talvolta drammatiche, nella vita propria e altrui.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/11/2016 15:52:16

    Zerocalcare si diverte quando scrive: questo è poco ma sicuro! I suoi libri sono infarciti di (auto)ironia in ogni loro pagina; il nostro (anti)eroe guarda con affetto e partecipazione ai fatti che racconta e - grazie alla sua capacità di prendersi in giro - strappa un sorriso anche quando tratta di temi delicati quali il senso di colpa ed il rimorso (leit motiv di questo libro). Da leggere!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/05/2016 10:53:39

    Prima esperienza con Zerocalcare, sicuramente non sarà l'ultima. Non sono un divoratore di libri, ma da questo si fa fatica a non diventarne dipendenti. Pagina dopo pagina si approfondisce una storia che tratta temi a volte complessi in modo semplice ma non sempliciotto. La qualità dei disegni personalmente molto gradevole, dialoghi fantastici (adoro l'accento romano). Sicuramente consigliato per chi conosce già il genere e chi vuole cominciare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2016 19:00:39

    Dopo il grande e meritato successo de "La profezia dell'armadillo", primo testo "completo", ossia con una trama a se stante di Zerocalcare, differenziandosi dal libro che lo precede per il fatto proprio di non essere una sorta di reunion di sketch del blog, quanto invece una storia a se stante. Lo stile dell'autore è inconfondibile, ma spassoso solo a tratti, lasciando alle volte spazio necessario per far sì che la trama possa intricarsi. Da far padrone è un evento dell'infanzia del protagonista, da cui ne risulta un senso di colpa che continuerà ad opprimere (proprio come un polpo alla gola), crescendo, il giovane ZeroCalcare per tutti gli anni seguenti della sua vita. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/05/2016 11:32:06

    Non si esce vivi dalla propria infanzia, Zerocalcare scrive con la sua solita ironia intelligente un libro sui ricordi e sui rimorsi che risalgono a quel periodo. Da una storia apparentemente semplice e banale si intrecciano vicende che riguardano altri e che fanno riflettere.

    Leggi di più Riduci