Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Salvato in 242 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Povera gente
8,55 € 9,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-5% 9,00 € 8,55 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Povera gente - Fëdor Dostoevskij - copertina
Chiudi

Descrizione


Quando questo romanzo venne pubblicato, Fëdor Dostoevskij aveva ventiquattro anni; fu un successo travolgente: la critica fu subito concorde nel dichiarare che il suo autore era un genio, un genio, però, che viveva nella miseria più nera, quella miseria senza speranza che ispira, appunto, "Povera gente". Due giovani si scrivono, si raccontano le loro piccole vicende quotidiane, le loro speranze, i loro sogni. Nasce così un amore che potrebbe aprire a entrambi la via della felicità, ma la loro miseria è tale che la ragazza deciderà di sposare un uomo non più giovane, ma ricco nella folle speranza di poter aiutare il suo infelice amico. Un romanzo epistolare che scosse la Russia e segnò l'inizio della carriera di un titano della letteratura mondiale. Introduzione di Fausto Malcovati.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2007
Tascabile
24 gennaio 2007
200 p., Brossura
9788817014618

Valutazioni e recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Everbigod81
Recensioni: 4/5
Tantissima "povera gente"

Primo romanzo di Dostoevskij che gli valse un clamoroso successo, seppur breve, anche da parte della critica che lo definirà il degno successore di Gogol. Varja e Devuškin, cugini in secondo grado, scambiano lettere che ci raccontano della vita semplice dei russi della metà del XIX secolo in un crescendo di umiliazioni e misera senza via di scampo. In questa sua opera giovanile si notano già le capacità di Dostoevskij e le sperimentazioni che gli daranno un posto di rilievo nella letteratura mondiale.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Dostoevskij scrisse questo suo primo libro passati i 20 anni e quando fù pubblicato divise la società Pietroburghese molto legata alla bella vita dell'epoca ma totalmente cieca verso la moltitudine di gente,ex servi della gleba, che neanche riusciva a mangiare e questa povertà viene descritta dal giovane Dostoevskij in un lungo scambio epistolare che non annoia mai anzi spinge il lettore ad immaginare la vita e la situazione dei due personaggi Vavara e Makar arricchendo lo scritto con aggettivi e frasi di una dolcezza incantevole!!!

Leggi di più Leggi di meno
laura giannoni
Recensioni: 5/5

E' il primo libro di Dostoevskij. Impressionante il divario con i capolavori della maturità. L'autore usa l' escamotage del libro epistolare per non farsi ingabbiare dalla trama. Viene fuori un magnifico lavoro di bulino sui particolari minimi, sulle sfumature psicologiche , sulle descrizioni di oggetti, paesaggi, persone. Tutti temi che vent'anni dopo saranno sacrificate dalla potenza della narrazione. Un romanzo di iniziazione alla scrittura, al linguaggio, allo stile. E un proclama delle sue preferenze letterarie. Sì a Puskin, no a Gogol di cui non accetta l' angosciato nichilismo. Da leggere, assolutamente, per comprendere i libri della maturità.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Fëdor Dostoevskij

1821, Mosca

Figlio di un medico, un aristocratico decaduto stravagante e dispotico, crebbe in un ambiente devoto e autoritario. Nel 1837 gli morì la madre, da tempo malata, e D. venne iscritto alla scuola del genio militare di Pietroburgo, istituto che frequentò controvoglia, essendo i suoi interessi già risolutamente indirizzati verso la letteratura (risalgono a quegli anni le sue prime letture importanti: Schiller, Balzac, Hugo, Hoffmann). Diplomatosi nel 1843, rinunciò alla carriera che il titolo gli apriva e, lottando con l’indigenza e con i disagi di una salute cagionevole, cominciò a scrivere: il suo primo libro, il romanzo Povera gente (1846), che ebbe gli elogi di critici come Belinskij e Nekrasov, rivela già l’attenzione pietosa di D. per...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore