Img Top pdp IT book
Salvato in 45 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Questa notte mi ha aperto gli occhi
7,12 € 7,50 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+70 punti Effe
-5% 7,50 € 7,12 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Questa notte mi ha aperto gli occhi - Jonathan Coe - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Questa notte mi ha aperto gli occhi Jonathan Coe
€ 7,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

William ha poco più di vent'anni e le frustrazioni di tanti giovani: odia il suo lavoro (commesso in un negozio di dischi), la città in cui vive (Londra), e la ragazza con cui sta è molto restia a concedersi. Candido e complicato come il giovane Holden, gran tiratardi nel capire le cose del mondo, ha solo un paio di amici e divide la casa con una tipa che non incontra mai e che comunica con lui attraverso bigliettini. Il suo unico conforto è fare musica ma, pur aspirando a diventare pianista di jazz, suona la tastiera in una rock band di sfigati che si ostina a storpiare le sue composizioni. In realtà il suo vero talento sembra essere un altro: perdere gli autobus, essere ignorato dai camerieri, dire sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato. Una sera, infatti, assiste involontariamente a un delitto commesso - a lui pare - da due nani. La caccia agli assassini lo porterà a una sorprendente scoperta, ma gli consentirà anche di ripensare alle proprie scelte di vita e di aprire finalmente gli occhi!
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
Tascabile
5 ottobre 2009
206 p., Brossura
9788807721540

Valutazioni e recensioni

2,89/5
Recensioni: 3/5
(6)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(3)
2
(2)
1
(0)
Recensioni: 3/5

Avevo grosse aspettative su questo romanzo, a partire dal titolo, omaggio ai grandiosi The Smiths. E il libro parte bene e fino a ad una buona metà della storia regge bene e scorre molto fluido. Purtroppo però con il prosieguo della lettura, la storia non decolla e si rimane incastrati nella superficialità, perché si resta in attesa di risvolti intriganti che non arriveranno mai. Peccato.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 3/5

Jonathan Coe usa per questo romanzo la prima persona singolare, regalandoci così un protagonista , il giovane William di “appena fuori Birmingham”, che si rivolge direttamente a noi lettori e racconta cosa gli accade “ in un tardo pomeriggio di una domenica londinese” Indeciso, dal carattere carente d’autorità o almeno così lui crede, William si trasferisce a Londra che ben presto odia tanto quanto la musica di Andrew Lloyd Webber (compositore inglese vivente) per vivere la sua grande passione : la musica. “Nessuno, assolutamente nessuno in grado di scegliere avrebbe deciso di passare la domenica mattina in un quartiere di case popolari nel South East” , invece William è lì che divide un appartamentino con Tina - un impiegata notturna in un reparto informatico - di cui conosce meglio la calligrafia che i lineamenti a giudicare dalla quantità di biglietti che lei lascia a lui. Innamorato della cattolica e elegante Madeline che frequenta con più turbamenti mentali che con vera intimità (“litigare con Madeline era meglio che scopare con qualsiasi altra donna al mondo”) , coltiva amicizie e frequentazioni solo musicali. .Il titolo italiano del romanzo “Quella notte mi ha aperto gli occhi “ ( esplicito riferimento alla figura di(Steven Patrick Morrissey di cui conoscerete – o ritroverete - in apertura di tutti i capitoli le parole tratte da sue canzoni ) non ha nulla a che vedere con il titolo inglese del romanzo, “The dwarves of death “., dove i due dwarves( nani) sono il bandolo della matassa di quella tragica sera che vede William – tastierista insoddisfatto degli Alaska Factory – coinvolto nell ’omicidio di un componente “fatto e strafatto “ degli " Unfortunates", band di cui voleva far parte. Divenuto uno scomodo testimone inizia la sua fuga e, con salti temporali che impegnano il lettore , ci descrive le figure di Madeline, Tina e Karla. Non mancano pagine critiche sulla società inglese di quegli anni – il romanzo esce per la prima volta nel 1990 - , Coe descrive bene , con ironia, quella che è la vita di tutti i giorni fatta di disoccupazione, prepotenze , pub in cui si alterna la birra al fumo (non necessariamente “di londra” ) e altre sostanze,e quando punta il dito su certi fatti non ci lascia certo indifferenti ("Mi passò velocemente davanti, nessuno dei due disse buonanotte. Aveva la faccia piena di lividi e dei segni rossi sul collo", qui William ci descrive Tina) Coe - classe 1961 di Birmingham, laureato a Cambridge e autore di altri libri di successo - in questo romanzo ci offre la possibilità di una lettura diversa dal solito (troverete anche Puccini, Prokof'ev, La ragazza di Ipanema,) , certamente più godibile per gli appassionati del genere musicale di cui è imbevuto tutto il libro.

Leggi di più Leggi di meno
Chiara Parpaiola
Recensioni: 2/5

Musicalmente interessante. Narrativamente poco consistente.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

2,89/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(3)
2
(2)
1
(0)

Conosci l'autore

Jonathan Coe

1961, Birmingham

Scrittore inglese. Ha svolto molte attività: insegnante di poesia inglese all'università di Warwick, musicista semiprofessionista, correttore di bozze, giornalista e scrittore freelance. E' considerato uno dei più promettenti talenti narrativi inglesi e si distingue per l'originalità dei suoi racconti e l'acuto spirito contro le contraddizioni della società inglese. È stato autore di biografie: di Humphrey Bogart e di James Stewart (pubblicate in Italia da Gremese editore). Ha scritto i romanzi: La famiglia Winshaw (1995), Questa notte mi ha aperto gli occhi (1996), La casa del sonno (1998), L'amore non guasta (2000), La banda dei brocchi (2002), Donna per caso (1985-2003), Caro Bogart (2009), I terribili segreti di Maxwell Sim (Feltrinelli, 2010),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore