Offerta imperdibile
Salvato in 44 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Questa notte mi ha aperto gli occhi
7,12 € 7,50 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+70 punti Effe
-5% 7,50 € 7,12 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Questa notte mi ha aperto gli occhi - Jonathan Coe - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Questa notte mi ha aperto gli occhi Jonathan Coe
€ 7,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


William ha poco più di vent'anni e le frustrazioni di tanti giovani: odia il suo lavoro (commesso in un negozio di dischi), la città in cui vive (Londra), e la ragazza con cui sta è molto restia a concedersi. Candido e complicato come il giovane Holden, gran tiratardi nel capire le cose del mondo, ha solo un paio di amici e divide la casa con una tipa che non incontra mai e che comunica con lui attraverso bigliettini. Il suo unico conforto è fare musica ma, pur aspirando a diventare pianista di jazz, suona la tastiera in una rock band di sfigati che si ostina a storpiare le sue composizioni. In realtà il suo vero talento sembra essere un altro: perdere gli autobus, essere ignorato dai camerieri, dire sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato. Una sera, infatti, assiste involontariamente a un delitto commesso - a lui pare - da due nani. La caccia agli assassini lo porterà a una sorprendente scoperta, ma gli consentirà anche di ripensare alle proprie scelte di vita e di aprire finalmente gli occhi!
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
Tascabile
5 ottobre 2009
206 p., Brossura
9788807721540

Valutazioni e recensioni

2,89/5
Recensioni: 3/5
(6)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(3)
2
(2)
1
(0)
Recensioni: 3/5

Avevo grosse aspettative su questo romanzo, a partire dal titolo, omaggio ai grandiosi The Smiths. E il libro parte bene e fino a ad una buona metà della storia regge bene e scorre molto fluido. Purtroppo però con il prosieguo della lettura, la storia non decolla e si rimane incastrati nella superficialità, perché si resta in attesa di risvolti intriganti che non arriveranno mai. Peccato.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 3/5

Jonathan Coe usa per questo romanzo la prima persona singolare, regalandoci così un protagonista , il giovane William di “appena fuori Birmingham”, che si rivolge direttamente a noi lettori e racconta cosa gli accade “ in un tardo pomeriggio di una domenica londinese” Indeciso, dal carattere carente d’autorità o almeno così lui crede, William si trasferisce a Londra che ben presto odia tanto quanto la musica di Andrew Lloyd Webber (compositore inglese vivente) per vivere la sua grande passione : la musica. “Nessuno, assolutamente nessuno in grado di scegliere avrebbe deciso di passare la domenica mattina in un quartiere di case popolari nel South East” , invece William è lì che divide un appartamentino con Tina - un impiegata notturna in un reparto informatico - di cui conosce meglio la calligrafia che i lineamenti a giudicare dalla quantità di biglietti che lei lascia a lui. Innamorato della cattolica e elegante Madeline che frequenta con più turbamenti mentali che con vera intimità (“litigare con Madeline era meglio che scopare con qualsiasi altra donna al mondo”) , coltiva amicizie e frequentazioni solo musicali. .Il titolo italiano del romanzo “Quella notte mi ha aperto gli occhi “ ( esplicito riferimento alla figura di(Steven Patrick Morrissey di cui conoscerete – o ritroverete - in apertura di tutti i capitoli le parole tratte da sue canzoni ) non ha nulla a che vedere con il titolo inglese del romanzo, “The dwarves of death “., dove i due dwarves( nani) sono il bandolo della matassa di quella tragica sera che vede William – tastierista insoddisfatto degli Alaska Factory – coinvolto nell ’omicidio di un componente “fatto e strafatto “ degli " Unfortunates", band di cui voleva far parte. Divenuto uno scomodo testimone inizia la sua fuga e, con salti temporali che impegnano il lettore , ci descrive le figure di Madeline, Tina e Karla. Non mancano pagine critiche sulla società inglese di quegli anni – il romanzo esce per la prima volta nel 1990 - , Coe descrive bene , con ironia, quella che è la vita di tutti i giorni fatta di disoccupazione, prepotenze , pub in cui si alterna la birra al fumo (non necessariamente “di londra” ) e altre sostanze,e quando punta il dito su certi fatti non ci lascia certo indifferenti ("Mi passò velocemente davanti, nessuno dei due disse buonanotte. Aveva la faccia piena di lividi e dei segni rossi sul collo", qui William ci descrive Tina) Coe - classe 1961 di Birmingham, laureato a Cambridge e autore di altri libri di successo - in questo romanzo ci offre la possibilità di una lettura diversa dal solito (troverete anche Puccini, Prokof'ev, La ragazza di Ipanema,) , certamente più godibile per gli appassionati del genere musicale di cui è imbevuto tutto il libro.

Leggi di più Leggi di meno
Chiara Parpaiola
Recensioni: 2/5

Musicalmente interessante. Narrativamente poco consistente.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

2,89/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(3)
2
(2)
1
(0)

Conosci l'autore

Jonathan Coe

1961, Birmingham

Scrittore inglese. Ha svolto molte attività: insegnante di poesia inglese all'università di Warwick, musicista semiprofessionista, correttore di bozze, giornalista e scrittore freelance. E' considerato uno dei più promettenti talenti narrativi inglesi e si distingue per l'originalità dei suoi racconti e l'acuto spirito contro le contraddizioni della società inglese. È stato autore di biografie: di Humphrey Bogart e di James Stewart (pubblicate in Italia da Gremese editore). Ha scritto i romanzi: La famiglia Winshaw (1995), Questa notte mi ha aperto gli occhi (1996), La casa del sonno (1998), L'amore non guasta (2000), La banda dei brocchi (2002), Donna per caso (1985-2003), Caro Bogart (2009), I terribili segreti di Maxwell Sim (Feltrinelli, 2010),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore