Salvato in 14 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Arbeit Macht Frei
10,90 €
CD
Venditore: laFeltrinelli
+110 punti Effe
10,90 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,90 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,90 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
10,90 €
Chiudi
Arbeit Macht Frei - CD Audio di Area
Arbeit Macht Frei - CD Audio di Area - 2
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Arbeit Macht Frei
€ 10,90
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Dettagli

CD Audio
1
10 giugno 2014
0888430735125

Valutazioni e recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
SANDRO BENINI
Recensioni: 4/5

Ho ricomprato questo disco in formato cd per pura comodità d’uso, conoscendone il contenuto anche troppo bene, dopo aver consumato il vinile (rigorosamente originale) in centinaia e centinaia d’ascolti, e dopo aver visto qualche mezza dozzina di concerti degli Area ai bei tempi andati… Ecco, purtroppo alla fine dell’ascolto questo resta, la sensazione di aver perso qualcosa irrimediabilmente, vuoi per la morte dannatamente prematura di Demetrio Stratos, vuoi per lo sfaldamento progressivo del gruppo (in verità cominciato già con le avventure soliste di Stratos), molto a causa della fine di un’epoca e della voglia che c’era allora, quella di esplorare suoni nuovi e generi sconosciuti. Eppure oggi, in epoca di crossover “globali”, ci dovrebbe essere spazio ampio per musiche come quella degli Area. Ma sotto sotto si capisce che è il coraggio quello che manca: quello, per esempio, di flirtare contemporaneamente con folk, jazz ed elettronica; quello di buttare giù dal piedistallo un mito rock dei tempi d’allora (“L’abbattimento dello Zeppelin”); quello, più di tutti, di sparigliare le carte del bon ton dando all’album un titolo a dir poco inquietante e poi facendo precedere il primo brano (il primo!!!) da una poesia in lingua araba. Già, e che brano: dedicato all’eccidio delle Olimpiadi di Monaco dell’anno prima, “Luglio, agosto settembre (nero)” con la sua synt-chitarra-violino è stato un pugno allo stomaco, l’annuncio della nascita del “rock mediterraneo” e nello stesso tempo lo svelamento del problema medio-orientale, che non ci avrebbe mai più abbandonato. In questa ristampa, formalmente ineccepibile, ci sono però due cose che non “suonano”: la mancanza di qualsiasi contenuto extra, innovativo rispetto all’album originale (che so, un demo, un live…) e la dannatissima piccolezza della copertina, che fa rimpiangere il magnifico cartone d’epoca con il lavoro di Gianni Sassi stampato sopra!

Leggi di più Leggi di meno
FABIO BELLO
Recensioni: 5/5

Primo disco dell' International Popolar Group italianissimo chiamato AREA: ebbe un impatto incredibile nella scena rock/prog dei primi '70, con un ardito mix di musica mediterranea, progressive, jazz, rock and hard experimental.Grande tecnica, un cantante inimitabile per stile ed innovazione. Prudenza però perché non è un ascolto per tutti i palati.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Arbeit macht frei degli Area si colloca cronologicamente negli anni in cui la musica italiana aveva qualcosa da dire a livello internazionale, sicuramente per quanto riguarda il progressive rock. Questo album racchiude l’influenza di tanti stili diversi, esplorati anche tramite l’utilizzo di strumenti musicali non comuni in questo genere musicale. La voce di Demetrio Stratos e la sezione strumentale sono un connubio indissolubile, che trova la sua massima espressione in questo album-manifesto che, oltre all’indiscutibile valore musicale, propone anche riflessioni sulla situazione sociopolitica del mondo di quei giorni .

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Brani

Disco 1

1 Luglio, agosto, settembre (nero)
2 Arbeit macht frei
3 Consapevolezza
4 Le labbra del tempo
5 240 chilometri da Smirne
6 L'abbattimento dello Zeppelin
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore