Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Il cacciatore di teste

  • User Icon
    01/12/2017 22:39:52

    Promuovo a pieni voti e con lode questo romanzo di Nesbo. Esso ha il grande pregio di non avere momenti di calo di tensione, ne spazi riempitivi per arrivare al giusto numero di pagine per un bestseller, ogni pagina è funzionale al racconto. La cosa che più mi ha colpito, è stata l'alchimia che ha portato a creare nel romanzo situazioni e personaggi che non sono mai o bianchi o neri, ma tante sfumanture di grigio, dove il buono è un po' cattivo, ogni azione non'è solo per il bene comune ma anche per il tornaconto del protagonista, dove l'amore è anche un poco odio, gli amici anche nemici. Insomma un libro dove ciò che sembra non'è mai quello che sembra. Consiglio vivamente la lettura a chi non conoscendo questo scrittore, voglia avvicinarsi ai suori romanzi senza intraprendere la lettura dei romanzi dedicati ad Henry Hole.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/11/2017 22:37:12

    Quando uno scrittore, dopo una lunga serie di ottimi romanzi, abbandona momentaneamente il suo personaggio e dà alla luce un nuova opera diversa, ma altrettanto coinvolgente, significa che questo autore dimostra di avere consolidato e meritato il suo posto tra i migliori dieci della letteratura di genere al mondo. Un misto di vari generi "Il cacciatore di teste" che ricorda vagamente, per certi aspetti, "American Psyco": eleganti biglietti da visita con le essenziali informazioni, abiti di alta sartoria, scarpe di marca, esclusive gallerie d'arte. Genere diversi dicevamo: traffico internazionale di opere d'arte, e uno; società che si occupano di prodotti di alta tecnologia quasi fantascientifica, e due; intrighi amorosi, e tre; spionaggio industriale, e quattro; thriller con una serie di omicidi con più colpevoli, e cinque. Il tutto magistralmente miscelato con ritmo, suspense, comicità. Una sfida tra due uomini, uno più bastardo dell'altro, è il perno della trama: il piccoletto Roger Brown abilissimo "cacciatore di teste" ovvero selezionatore di manager capaci di dirigere importanti aziende nel mondo del terziario e Clas Greve che, pur avendo esperienza e capacità, non si dimostra interessato all'ambito posto di amministratore delegato di una piccola ma eccellente azienda. In questo romanzo, che si conclude con un sorprendente colpo di scena che decreterà il vincitore, vi si può leggere anche un'abile presa in giro di certi esclusivi ambienti.

    Leggi di più Riduci