Img Top pdp IT book
Salvato in 24 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Expo 58
8,55 € 9,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-5% 9,00 € 8,55 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Expo 58 - Jonathan Coe - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Expo 58 Jonathan Coe
€ 9,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

L'Exposition universelle et internationale de Bruxelles del 1958 è il primo evento del genere dopo la Seconda guerra mondiale. La tensione politica tra la Nato e i paesi del blocco sovietico è al culmine. In piena Guerra fredda, dietro la facciata di una manifestazione che si propone di avvicinare i popoli della Terra, fervono operazioni d'intelligence in cui le grandi potenze si spiano a vicenda. Incaricato di sovrintendere alla gestione del club Britannia nel padiglione inglese è un giovane copywriter del Central Office of Information di Londra, Thomas Foley, che si trova così catapultato al centro di un intrigo internazionale di cui diventa un'inconsapevole pedina. In un fuoco di fila di esilaranti colpi di scena, il racconto corre su due binari paralleli egualmente coinvolgenti: i turbamenti amorosi del giovane Thomas e una spy story pervasa dal proverbiale umorismo di Coe.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
Tascabile
8 aprile 2015
280 p., Brossura
9788807886058

Valutazioni e recensioni

4,39/5
Recensioni: 4/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
ROBERTA GIULIETTI
Recensioni: 5/5

Thomas Foley , anonimo impiegato del Central Office Information di Londra , viene inviato a Bruxelles per vigilare sullo stand britannico all' Esposizione Uniiversale e Internazionale del 58 . All' epoca della guerra fredda gli sforzi per ricreare un clima di fratellanza e cooperazione tra i popoli risultano vani . Anzi Thomas si trova implicato a sua insaputa in una trama spionistica e l'attrazione per una splendida hostess belga rischia di minare il suo matrimonio, soprattutto quando lui si convince, per un equivoco, di essere stato tradito dalla moglie durante la sua assenza . Jonathan Coe ironizza con intelligenza sul senso di superiorità tipicamente British , atteggiamento ancora molto attuale nei confronti dell'Europa. Leggero e divertente , da leggere.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

La storia si svolge durante l'Esposizione universale del 1958 a Bruxelles e a dirigere le operazioni della direzione del pub del padiglione inglese viene inviato Thomas Foley, un impiegato inglese dalla vita monotona. Foley si ritroverà a vivere una vera e propria avventura tra spie e personaggi loschi, nonchè una storia d'amore con una bella hostess belga.

Leggi di più Leggi di meno
Alessia Carmicino
Recensioni: 4/5

È un'alba gelida e incerta, ma egualmente piena di speranze e ottimismo, quella che risveglia l'Europa dal suo torpore all'indomani della Seconda Guerra Mondiale: voglia di ricostruire e di ritrovarsi, rinsaldare un'identità provata dalla consapevolezza che le ferite aperte dal conflitto siano tutt'altro che guarite e che la Guerra Fredda stia già lavorando senza sosta, rannicchiata silenziosamente nell'ombra, creando nuovi inconciliabili schieramenti; ancora lontana anni luce dalle frizzanti e rivoluzionarie atmosfere della Swinging London, l'Inghilterra del 1958 cerca protezione sotto una campana di vetro e aspetta, mentre ogni giorno si ripete uguale a sé stesso in una rassicurante quanto grigia monotonia, guardando al continente come a un faro di opportunità dove tutto può è ancora possibile. È una realtà in divenire e piena di contraddizioni quella che Jonathan Coe ha scelto come cornice per Expo 58, suo ultimo attesissimo lavoro che usa la maschera della spy thriller per raccontare una storia di nostalgia e di rimpianti, interamente sostenuta sulle spalle della sua suggestiva ambientazione. Improbabile 007 e goffo protagonista è Thomas Foley, giovane impiegato del Central Office of Information di Londra dalla vita già scritta e accuratamente programmata che si divide fra la diligenza sul lavoro e la tranquillità di una casa dove ogni sera lo attendono la moglie Sylvia e la figlia piccola: complici una madre belga e un padre con un passato come gestore di una taverna, la tranquillità di Thomas viene sconvolta quando viene scelto per rappresentare il suo paese supervisionando il pub britannico all'Esposizione universale di Bruxelles, il primo grande evento chiamato a testimoniare la rinascita delle nazioni dopo il Secondo conflitto. Catapultato all'ombra dell'imponente struttura dell'Atomium, Thomas vive la sua esperienza della capitale Belga come un ragazzo in gita scolastica, ingenuo e imbranato ma per la prima volta pronto ad assaporare un po' di libertà dal soffocante controllo della famiglia: dalle pietanze tipiche alle mode e ai singoli ambienti, nel piccolo microcosmo dell'Expo tutto è riprodotto ad arte e ogni cosa sembra funzionare a dovere, ma l'artificiosità dell'incanto non tarda a svelare il suo vero volto quando Thomas viene coinvolto in un segretissimo e apparentemente complesso intrigo di spionaggio internazionale. Nel rimaneggiare il sacro mito di James Bond e le raffinate atmosfere di John Le Carrè, Coe prende costantemente in giro le aspettative di un simpatico antieroe come Thomas Foley ma anche quelle dei suoi stessi lettori, presi per mano e guidati verso il cuore di una spy story che non trova mai il compimento tanto atteso: il gioco diventa però stancante su lunga corsa per colpa di una narrazione che dà il meglio di sé in pochi intimi istanti ma non riesce o non vuole mai veramente decollare; classici, stereotipati ed evanescenti, i personaggi fanno le loro scelte e ne pagano le conseguenze senza deviare mai dal ruolo che gli è stato offerto, ma l'ingenuo Thomas Foley e i membri della piccola grande famiglia dell'Expo riescono comunque a intrattenerci piacevolmente lungo la strada e a rivelarci tratti di umanità coi quali è impossibile non empatizzare. Forse non il miglior lavoro del suo autore né il più adatto per iniziare a familiarizzare con la sua poetica, Expo 58 è un'opera malinconica che ci immerge con ricchezza di dettagli e un certo romanticismo nel miraggio di un tempo che è stato e che ha finito per dissolversi per sempre, polverizzato dal peso della storia e dalla disillusione dei suoi stessi protagonisti: se l'Atomium non fosse ancora lì, ben visibile in tutto il suo tragico orgoglio, potremmo dubitare che quel mondo, tanto remoto ma non troppo, sia mai davvero esistito.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,39/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Jonathan Coe

1961, Birmingham

Scrittore inglese. Ha svolto molte attività: insegnante di poesia inglese all'università di Warwick, musicista semiprofessionista, correttore di bozze, giornalista e scrittore freelance. E' considerato uno dei più promettenti talenti narrativi inglesi e si distingue per l'originalità dei suoi racconti e l'acuto spirito contro le contraddizioni della società inglese. È stato autore di biografie: di Humphrey Bogart e di James Stewart (pubblicate in Italia da Gremese editore). Ha scritto i romanzi: La famiglia Winshaw (1995), Questa notte mi ha aperto gli occhi (1996), La casa del sonno (1998), L'amore non guasta (2000), La banda dei brocchi (2002), Donna per caso (1985-2003), Caro Bogart (2009), I terribili segreti di Maxwell Sim (Feltrinelli, 2010),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore