Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 1204 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Finzioni
11,40 € 12,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+110 punti Effe
-5% 12,00 € 11,40 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Finzioni - Jorge L. Borges - copertina
Chiudi

Descrizione


«L'esile volume di 146 pagine sfidava la nostra immaginazione di diciottenni innamorati delle visioni di Jim Morrison e di William Blake con una visionarietà ironicamente erudita, minuziosa fino a sembrare perversa e abbastanza vaga da spingerci a cercare di decifrarla come una lingua straniera. Ora "Finzioni" torna in una nuova e splendida versione italiana accresciuta dai tre racconti che Borges vi aggiunse... E a percorrere di nuovo i sentieri biforcuti dell'argentino, a rileggere certi memorabili attacchi, ci si accorge non solo che il loro potere pacatamente incantatorio è immutato, ma in qualche modo si è ramificato, come in un racconto di Borges. Che cosa è successo? Solo che quasi tutta la letteratura degli ultimi quarant'anni, da Calvino a Pynchon a Molina a infiniti altri, si è confrontata o scontrata con l'universo onirico e lievemente delirante scaturito da "Finzioni".» (Giuseppe Montesano)
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
Tascabile
26 febbraio 2015
186 p., Brossura
9788845929649

Valutazioni e recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
(7)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
kokineee
Recensioni: 4/5
Era necessario

Sebbene non sia riuscita ad apprezzarlo in toto, contiene una delle mie frasi preferite.

Leggi di più Leggi di meno
MicheledApuzzo
Recensioni: 5/5
Onirico

Finzioni rappresenta il punto di partenza di una produzione letteraria, su cui Adelphi sta costruendo un grande progetto di rivisitazione, che richiederebbe una trattazione particolareggiata. Undici racconti fantastici, simbolisti, esoterici e filosofici costruiti sulla base di una struttura prosaica geometrica, complessa ed aleatoria. Ogni pagina del libro è un viaggio onirico che sconfina oltre la mente cullando il lettore tra realtà e finzione. Un altrove letterario magico, dove il fluttuare del pensiero conduce l’uomo alla scoperta di sé stesso verso un mondo sospeso.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

C'è di tutto, in questo libricino striminzito di 180 pagine: dalla più grande fake news (per usare un termine che oggi va molto di moda) del mondo - o meglio, dell'universo -, talmente *fake* da diventare *true*, a recensioni di libri *immaginari*, di cui Borges descrive con minuzia intreccio, autore e temi portanti (e che, in altri racconti della raccolta, cita paradossalmente come fonti a cui si è ispirato!); da un "Inception" al contrario (in cui il protagonista vuole materializzare un suo sogno), a una finzione cristologica in cui l'autore arriva a immaginare che sia stato per certi versi Giuda, e non Cristo, a salvare l'umanità dal peccato. Straordinari anche "La morte e la bussola" (un divertito gioco di scherno nei confronti delle detective stories, fondamentalmente, in cui il protagonista si ficca nei guai proprio per aver fatto funzionare troppo il cervello) e il celeberrimo "La biblioteca di Babele", che mi ha inquietato durante tutta la lettura. Non mi ha convinto troppo invece "Il giardino dei sentieri che si biforcano" (dal finale eccessivamente sbrigativo), e in generale alcuni racconti della prima parte, fin troppo eruditi. Ora, l'erudizione è uno dei tratti principali dello stile di Borges: ma la sua bravura sta proprio nel non farla mai pesare al lettore ignorante come me. Qui invece a volte calca un po' troppo la mano. D'altronde, "Finzioni" è stato uno dei suoi primi lavori, quindi lo si può perdonare. In fondo, tutti abbiamo commesso peccatucci di presunzione, in gioventù... o no? Proprio per questa ragione, consiglio di leggere prima l'eccezionale "L'Aleph", a mio parere più equilibrato e adatto come introduzione a Borges.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Jorge L. Borges

1899, Buenos Aires

Di famiglia benestante e colta, originaria in parte dell’Inghilterra (imparò prima l’inglese che lo spagnolo), dal 1914 al 1919 visse in Svizzera. In seguito, fino al 1921, fu in Spagna, dove scrisse tre manifesti di adesione all’ultraismo, apportandovi la conoscenza dell’espressionismo tedesco, nonché una nota di rigore e d’asciuttezza quasi anglosassone. Tornato in patria, pubblicò tra il 1924 e il 1925 tre numeri della rivista «Proa», con la collaborazione di Ricardo Güiraldes e di altri. Dal 1924 al 1927 collaborò a «Martín Fierro», rivista d’avanguardia che determinò una sorta di svolta generazionale: il movimento di Florida, o «martinfierrista», poi confluito nella rivista...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore