Noverar le stelle. Che cosa hanno in comune scienziati e poeti

Noverar le stelle. Che cosa hanno in comune scienziati e poeti

di Marco Pivato

 
Disponibile in
5 giorni lavorativi
Prezzo solo online:

16,15

€ 17,00 -5%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Vuoi ricevere informazioni su i tuoi prodotti preferiti?

Incontra il libraio

Descrizione

Aristotele sostiene, nella sua Metafisica, che la meraviglia suscitata dall’universo sia l’origine del nostro desiderio di conoscere, visto come la caratteristica più nobile dell’animo umano è ciò che ci differenzia dalle bestie. E’ la meraviglia a spingerci ad alzare gli occhi verso il cielo e a porci domande, ed è da lì che, agli albori dell’umanità, germogliarono le domande che portarono alla nascita della scienza e dalla poesia. Le strade delle due discipline nel corso dei secoli sembrano essersi allontanate, ma – sostiene Marco Pivato – in realtà scienziati e poeti fanno lo stesso mestiere: entrambi tracciano visioni del mondo, gli uni attraverso teorie e formule, gli altri attraverso immagini e metafore. Nel mandato professionale di entrambi c’è il desiderio comune di ricostruire la realtà allo scopo di ammirarla, interpretarla e renderla comprensibile contemporaneamente dal punto di vista logico ed emotivo. Le “due culture” si nutrono l’una dell’altra: Sumeri ed Egizi annotavano, in versi, le orbite lunari e i moti dei pianeti; mentre Esiodo, ne Le Opere e i giorni, insegnava, in esametri, i giorni migliori per la semina, l’aratura e la raccolta. Altrettanto Lucrezio, nel De rerum natura, divulgava la scienza di Epicuro, addentrandosi, addirittura, in una precoce teoria atomica. Ma è nel Novecento e sempre più nel XXI secolo che scienza e poesia convergono, con nuovi e adeguati strumenti, agli stessi obiettivi. Prima la rivoluzione della fisica, con il microcosmo di Heisenberg, la relatività di Einstein, sino al bosone di Higgs, poi l’impressionante accelerazione del progresso tecnologico, che ha consentito di accedere ai recessi nello spazio e nel tempo del cosmo grazie a potenti sonde e telescopi. In questo libro, attraverso gli esempi di linguisti, letterati, fisici, genetisti e premi Nobel di varia estrazione, Marco Pivato racconta i comuni denominatori dell’attività di scienziati e poeti decifrando, infine, le caratteristiche del loro mestiere.

Dopo aver letto il libro Noverar le stelle. Che cosa hanno in comune scienziati e poeti di Marco Pivato ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (4)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • Listino:€ 17,00
  • Editore:Donzelli
  • Collana:Virgola
  • Data uscita:29/10/2015
  • Pagine:160
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788868434052




I Nostri Partner


 
Cardif
 
Dogalize

Top Marco Pivato

Visualizza tutti i prodotti