Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Satire. Testo latino a fronte - Decimo Giunio Giovenale - copertina
Satire. Testo latino a fronte - Decimo Giunio Giovenale - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 36 liste dei desideri
Disponibilità immediata
Satire. Testo latino a fronte
10,45 €
-5% 11,00 €
10,45 € 11,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
11,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
11,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Satire. Testo latino a fronte - Decimo Giunio Giovenale - copertina
Chiudi

Descrizione


Giovenale nei cinque libri delle "Satire" (ritenute da Quintiliano il genere romano per eccellenza) lancia frecce infuocate contro i bersagli più disparati, di ogni ceto e di ogni sesso. Dipinge il quadro di una società romana senza speranza, persa nelle sue mollezze decadenti e corrotte. I rampolli debosciati dell'aristocrazia si abbandonano ai vizi, la plebe resta mansueta e imbelle e si accontenta di panem et circenses. Le donne emancipate vengono ridotte da Giovenale a ninfomani fuori controllo. Orientali, Graeculi, Egiziani occupano i gradini più bassi dell'umanità, restando di poco superiori alle bestie. Le "Satire" contengono, in nuce, i semi di una rabbia civile sopravvissuta fino ai nostri tempi. E, al contempo, restano uno dei grandi capolavori della lirica classica.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2013
Tascabile
5 giugno 2013
414 p., Brossura
9788807900655

Conosci l'autore

Decimo Giunio Giovenale

(Aquino 50/65 - m. 140 ca) poeta latino. Poco sappiamo della sua vita. Fu probabilmente di famiglia benestante, perché dovette ricevere una buona educazione retorica. Esercitò l’avvocatura, probabilmente con scarso successo, e secondo una tradizione non molto attendibile morì in Egitto, dove era stato esiliato. Scrisse 16 Satire (l’ultima è incompleta), pubblicate, forse da lui stesso, in 5 libri, che uscirono dopo la morte di Domiziano, quando (sotto Nerva, Adriano e Traiano) il clima politico sembrava concedere una maggiore libertà: il primo libro (satire I-V) uscì dopo il 100, il secondo (che contiene soltanto la celebre satira contro la licenziosità delle donne) attorno al 116, il terzo (satire VII-IX) attorno al 120, il quarto (satire X-XII) attorno al 125 e l’ultimo dopo il 127.Nella...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore