Img Top pdp IT book
Salvato in 6 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il sergente nella neve
8,50 € 10,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-15% 10,00 € 8,50 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Il sergente nella neve - Mario Rigoni Stern - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Il sergente nella neve Mario Rigoni Stern
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Dalla voce forte e dall'esperienza diretta di Mario Rigoni Stern, un romanzo autobiografico divenuto subito un classico e una testimonianza storica di primaria importanza.

Russia, inverno 1942. Il sergente maggiore Mario Rigoni guida una compagnia di mitraglieri degli Alpini nelle operazioni belliche sul fronte orientale. Questo è il racconto della sua vicenda, realmente accaduta, vissuta in prima persona. Alla narrazione della vita di trincea sulla linea del fronte lungo il fiume Don segue quella della ritirata dalla disastrosa spedizione in Russia: il lungo esodo dei soldati sotto il fuoco nemico, attraverso le praterie coperte di neve. È il racconto della sofferenza e dell'orrore di un'esperienza che ha portato quegli uomini al limite delle loro capacità. Pubblicato nel 1953 e subito accolto con grande favore da lettori e critici, questo romanzo è una preziosa testimonianza di uno degli episodi che più rappresentano la memoria italiana della Seconda guerra mondiale. Età di lettura: da 12 anni.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
13 marzo 2018
188 p., ill. , Brossura
9788866564461

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

Un libro bellissimo, commovente, che fa comprendere la folle inutilità dell'invasione Russa. Il ricordo costante ai luoghi natii, il voler trovare punti di riferimento che conducessero, con la mente e con il cuore, verso casa, la tristezza delle lunghe ed estenuanti marce in contrasto con la surreale e statica esperienza ai caposaldi, rendono esattamente quale fosse lo sconfortante e tragico clima di una guerra persa nel momento in cui si decise di combatterla. Un libro triste, struggente, profondo. Ricordiamo anche che le gesta disperate di questi soldati furono, secondo il mio modestissimo parere, anche infangate a causa del falso bollettino di guerra russo, il n. 630 dell`8 febbraio 1943, dove si affermava: "l`unico Corpo che può ritenersi imbattuto in terra di Russia è il Corpo d`Armata alpino italiano". Questo falso storico non fa che insultare chi in quella guerra c'era stato per davvero. Perché quegli uomini, quei soldati, NON avevano bisogno di un falso proclamo per avere i dovuti onori. Non ne avevano bisogno. Resta il fatto che l'ARMIR fu annientata in Russia e non certo per le gesta dei soldati, che furono sempre esemplari, ma per una totale gestione fallimentare della campagna stessa. I nostri soldati, seppur sconfitti, seppero affrontare la spedizione russa con immenso spirito di sacrificio. Dalle parole di Stern emerge tutta la forza d'animo e l'eroismo di questa gente. Un libro inizialmente che fa anche sorridere per alcune battute e descrizioni dell'autore, ma che lentamente, col passaggio dalla staticità della trincea alla marcia, scende sempre più verso una disperazione senza ritorno. Fino all'amara e commovente conclusione. Una lettura imprescindibile, una di quelle letture (insieme a libri come Takfir di Dominioni) che ti fa comprendere davvero l'amarezza di una guerra pur senza averla vissuta.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Mario Rigoni Stern

1921, Asiago (Vicenza)

Scrittore italiano. Esordì con Il sergente nella neve (1953), una delle più notevoli testimonianze letterarie della seconda guerra mondiale, alla quale l’autore partecipò con gli alpini sul fronte russo. Dopo anni di silenzio Rrigoni Stern è tornato alla narrativa con i racconti Il bosco degli urogalli (1962) e i romanzi La guerra della naia alpina (1967), Quota Albania (1967), Ritorno sul Don (1973), Storia di Tönle (1978, premio Campiello), emblematica biografia di un solitario montanaro durante la grande guerra, uno dei suoi esiti più alti. Successivamente, accanto a nuovi romanzi, L’anno della vittoria (1985) e Amore di confine (1986), lo scrittore ha pubblicato diverse opere che testimoniano di una sua crescente adesione al mondo della...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore