Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
La danza della peste. Storia dell'umanità attraverso le malattie infettive - Charles Kenny - copertina
La danza della peste. Storia dell'umanità attraverso le malattie infettive - Charles Kenny - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 12 liste dei desideri
Disponibilità immediata
La danza della peste. Storia dell'umanità attraverso le malattie infettive
22,80 €
-5% 24,00 €
22,80 € 24,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
22,80 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
22,80 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La danza della peste. Storia dell'umanità attraverso le malattie infettive - Charles Kenny - copertina
Chiudi

Descrizione


In queste pagine, chiare e puntuali, scopriamo aspetti inediti della storia dell'uomo, informazioni a tratti inquietanti che pure è quanto mai necessario conoscere. Ma capiamo anche quanto sia urgente una maggiore cooperazione globale verso una salute sostenibile se vogliamo rimettere l'umanità sul cammino virtuoso già intrapreso contro le infezioni.

«Il racconto brillante di ciò che potrebbe sembrare l’argomento più importante di questi anni, ma che Charles Kenny dimostra essere l’argomento più importante degli ultimi cinquemila anni. Con chiarezza, profondità e arguzia, Kenny ci offre il quadro generale delle pandemie e del loro sviluppo nella storia»Steven Pinker, Harvard University, autore di Come funziona la mente

«Splendido [...]. La forza intellettuale de "La danza della peste" è la sua analisi storica approfondita in grado di svelare la complessità delle relazioni tra globalizzazione, prevenzione delle malattie e stabilità politica ed economica... un saggio davvero magnifico!»Dorothy Porter, University of California, San Francisco

«Un libro assolutamente da leggere se si vuole davvero comprendere la crisi generata dal Covid-19, ed essere preparati a ciò che potremmo dover vedere di nuovo»Richard Florida

«Una visione completamente nuova della storia del mondo: ampia, umana e sfortunatamente attuale»Tim Harford

Se osserviamo lo sviluppo dell'umanità nello scorrere dei millenni, ci rendiamo conto che la vitalità degli imperi, di qualsiasi età e latitudine, è sempre stata influenzata da una costante ineludibile: le malattie infettive. Colpendo a ondate reiterate, questa «danza della peste» ha imposto il ritmo della crescita e del declino di ogni civiltà umana, nessuna esclusa. Charles Kenny analizza la grande Storia della nostra specie tramite la lente, spesso trascurata, delle infezioni. Un'esplorazione che va dai vecchi imperi dissolti a causa di nemici invisibili fino all'emergere del concetto di igiene e sanità pubblica, dalle rotte degli schiavi ai genocidi causati dal vaiolo, dalle quarantene nella storia delle migrazioni fino all'HIV e all'Ebola, dagli albori delle campagne vaccinali ai movimenti no-vax. Grazie ai progressi della medicina, nelle ultime generazioni pareva che l'umanità si fosse liberata dalla morsa dei cicli pandemici, dando vita a un mondo globalizzato e spensieratamente florido. Ma questo incredibile sviluppo è diventato precario proprio a causa degli insidiosi aspetti di una prosperità apparentemente senza limiti. Le fluttuazioni della popolazione, il commercio globale e il cambiamento climatico hanno reso l'umanità di nuovo vulnerabile alle epidemie, come ha dimostrato fin troppo chiaramente il caso del Covid-19.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
26 agosto 2021
272 p., Brossura
9788833937281

Valutazioni e recensioni

chiara
Recensioni: 5/5
da leggere

Recensione di “La danza della peste” di Charles Kenny edito Bollati Boringhieri La storia dell’umanità ha sempre avuto una costante: le malattie infettive. In questo saggio, Kenny, ricercatore presso il Center for Global Development di Washington, laureato in Storia a Cambridge, analizza la nostra storia tramite la lente delle infezioni. Dai grandi imperi dissolti a causa di questo nemico invisibile ai movimenti no-vax dell’ultimo periodo. Ho trovato questo libro di facile lettura pur trattando argomenti molto complessi. Alcuni passaggi mi hanno colpito particolarmente: “Al contempo, stiamo abusando degli strumenti più efficaci che abbiamo a disposizione contro le malattie: utilizziamo gli antibiotici in maniera scorretta” (cap.1 argomento ripreso approfonditamente nei capitoli successivi); assolutamente vero. Non solo ne abusiamo assumendone spesso senza parere medico ma imbottiamo di antibiotici anche la carne che mangiamo. Polli e bovini e suini vengono bombardati di antibiotici sia per far loro assumere maggior peso in minor tempo sia perché spesso le condizioni igieniche degli allevamenti intensivi sono inesistenti. “Una risposta talvolta ragionevole alle minacce di contagio si trasforma anche troppo in fretta nell’ insensata giustificazione di pregiudizi fatali. Localisti, razzisti, fanatici e ricchi sono sempre stati propensi a sfruttare l’opportunità offerta dalle epidemie […] per dare seguito alle loro teorie di superiorità” (cap.5); se è vero che istintivamente ci allontaniamo da chi è malato è altrettanto vero che il raziocinio (se usato) ci aiuta a combattere questo pregiudizio studiando la malattia e la sua diffusione e, soprattutto, aiutando chi ne è vittima. La xenofobia, l’esclusione totale non aiutano a contenere la malattia, tutto il contrario. Partendo dai nostri antenati per proseguire con gli imperi coloniali e la conseguente marcata divisione tra paesi ricchi e paesi poveri Kenny ci illustra quanto le decisioni dei potenti abbiano influenzato - spesso negativamente- la vita della fascia più debole delle popolazioni: donne, bambini e schiavi. In conclusione se ci affidassimo alla ricerca scientifica e una globalizzazione REALMENTE inclusiva saremo più pronti ad affrontare eventuali (probabili) nuove epidemie e potremmo debellare focolai ancora esistenti di malattie infettive ancora presenti nei paesi più poveri. Finche però i Paperoni del pianeta rimarranno ciechi di fronte alle infinite possibilità che un benessere globale può portare vivremo in un mondo molto simile a quello di “Shadrach nella fornace” resta solo da vedere chi diventerà Gengis Mao. Da leggere!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore