Chopin's Piano: In Search of the Instrument that Transformed Music

Chopin's Piano: In Search of the Instrument that Transformed Music (versione in eBook)

di Paul Kildea

 
Questo formato è la versione digitale in ebook.
Puoi leggere gli Ebook sul tuo eReader Kobo (o su altri dispositivi di lettura elettronici)

21,21

€ 26,52
IN USCITA IL 14 AGOSTO 2018
Prenota

Descrizione

The captivating story of Frédéric Chopin and the fate of both his Mallorquin piano and musical Romanticism from the early nineteenth to the mid-twentieth century. In November 1838, Frédéric Chopin, George Sand, and her two children sailed to Majorca to escape the Parisian winter. They settled in an abandoned monastery at Valldemossa in the mountains above Palma where Chopin finished what would eventually be recognized as one of the great and revolutionary works of musical Romanticism: his twenty-four Preludes. There was scarcely a decent piano on the island (these were still early days in the evolution of the modern instrument), so Chopin worked on a small pianino made by a local craftsman, Juan Bauza, which remained in their monastic cell for seventy years after he and Sand had left. Chopin’s Piano traces the history of Chopin’s twenty-four Preludes through the instruments on which they were played, the pianists who interpreted them, and the traditions they came to represent. Yet it begins and ends with the Majorcan pianino, which assumed an astonishing cultural potency during the Second World War as it became, for the Nazis, a symbol of the man and music they were determined to appropriate as their own. After Chopin, the unexpected hero of Chopin’s Piano is the great keyboard player Wanda Landowska, who rescued the pianino from Valldemossa in 1913, and who would later become one of the most influential artistic figures of the twentieth century. Paul Kildea shows how her story—a compelling account based for the first time on her private papers—resonates with Chopin’s, simultaneously distilling part of the cultural and political history of mid-twentieth century Europe and the United States. After Landowska’s flight to America from Paris, which the Germans would occupy only days later, her possessions—including her rare music manuscripts and beloved keyboards—were seized by the Nazis.

Quarta di copertina

Only some of these belongings survived the war; those that did were recovered by the Allied armies’ Monuments Men and restituted to Landowska’s house in France. In scintillating prose, and with an eye for exquisite detail, Kildea beautifully interweaves these narratives, which comprise a journey through musical Romanticism—one that illuminates how art is transmitted, interpreted, and appropriated between generations.

Acquista Chopin's Piano: In Search of the Instrument that Transformed Music in Epub: dopo aver letto l’ebook Chopin's Piano: In Search of the Instrument that Transformed Music di Paul Kildea ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • Editore:W. W. Norton & Company
  • Data uscita:14/08/2018
  • Pagine:-
  • Lingua:Inglese
  • EAN:9780393652239

Puoi leggere questo ebook con:


    I Nostri Partner


    Cardif
     
    Dogalize
     
    Dogalize

    Su LaEFFE TV

    02/05/2018 | 01:15

    BRUNORI & MARCORÈ

    Uno è un attore marchigiano con la passione per la musica, l’altro un cantautore calabrese. Neri Marcorè e Brunori Sas sono la strana coppia protagonista di “Una società a responsabilità limitata”, un viaggio tra canzoni e parole, in esclusiva per laeffe, alla ricerca del senso di responsabilità della generazione cresciuta tra gli anni ‘70 e ’80, nell'Italia che cambia.Un viaggio fisico – in giro tra Roma e la Calabria su un furgone blu – e un viaggio simbolico, nelle esperienze di vita di Dario e del suo “fan” Neri, personaggi di spettacolo appartenenti a mondi diversi, ma accomunati da un’origine “provinciale”: calabrese quella di  Dario, nato nel paesino Joggi, e marchigiana quella di  Neri, originario di Porto Sant’Elpidio. Sullo sfondo dei pezzi più famosi del cantautore, tra ricordi, aneddoti reali e di fantasia e situazioni paradossali, emergono desideri, dubbi, ansie e sensi di colpa dell’italiano-tipo e il suo rapporto con la società, mentre è messa ironicamente alla berlina la sua incapacità ad assumersi le proprie responsabilità.Il racconto prende le mosse dallo spettacolo di teatro-canzone di Brunori Sas “Brunori Srl – Una società a responsabilità limitata” di cui riprende le tematiche principali, restituendo il ritratto di un’Italia dove pochi giovani diventano adulti e troppi adulti vogliono restare giovani, tra l’importanza che ogni giorno le persone danno alle proprie piccole fesserie quotidiane - alla propria opinione, ai propri gusti, al proprio modo di intendere la vita - e la tendenza generale a delegare comunque a terzi, a quelli che contano, la responsabilità di quanto accade nel mondo, sempre alla ricerca di un capro espiatorio a cui delegare colpe e responsabilità.

    02/05/2018 | 02:10

    DEPRODUCERS

    Una serata di grande scienza su laeffe: un viaggio in 8 tappe alla scoperta del cosmo, dalla nascita dell’universo ai confini dello spazio, dai suoni del cosmo alla stazione spaziale, da Marte ai figli delle stelle e a seguire un viaggio nella fisica delle particelle che costituiscono l’universo, in un’avventura umana, creativa e di conoscenza da non perdere.Mercoledì 14 settembre alle 21.10 lo schermo di laeffe sceglie di raccontare un viaggio musicale nella scienza, nell’astrofisica e nello spazio celeste nato dall’incontro tra un gruppo di musicisti curiosi e appassionati alla ricerca di suoni e mondi sonori inaspettati e un sorprendente astrofisico capace di portarci tutti - in modo semplice e coinvolgente - in viaggio nello spazio.In un tempo che sempre più vede una fervida rinascita dell’interesse comune per i temi e la divulgazione scientifica, che dalla ricerca tecnologica in senso stretto si estende a tutti i campi d’azione umana, alla letteratura (che vede gli autori scientifici tra i più quotati nelle classifiche editoriali), all’arte, alla musica, laeffe invita come ospiti speciali dell’appuntamento “Secondo me” per la prima serata del mercoledì i DeProducers, collettivo composto dall’astrofisico Fabio Peri Conservatore del Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano e dai musicisti Vittorio Cosma, Max Casacci (Subsonica), Gianni Maroccolo (già Litfiba) e Riccardo Sinigallia.L’incontro artistico tra personalità provenienti dal mondo della musica e della scienza avviene su un territorio comune, il quesito umano sulla relazione tra Uomo e Stelle alla ricerca dell’armonia del Cosmo su cui già si interrogarono Pitagora, Keplero e Galilei.