Roma 1849. Gli stranieri nei giorni della repubblica

Roma 1849. Gli stranieri nei giorni della repubblica

di Brunella Diddi, Stella Sofri

 
MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE ONLINE
Prenota e ritiraVerifica disponibilità in Negozio

Descrizione

«Che vi sia stato un tempo in cui Mazzini governò Roma e Garibaldi ne difese le mura, suona come il sogno di un poeta. Io mi propongo di ricordare i fatti che hanno dato forma a tal sogno, di narrare la storia dell’assedio di Roma, il più commovente di tutti gli episodi della storia moderna». (G. M. Trevelyan, “Garibaldi e la difesa della Repubblica Romana”) La vicenda della Repubblica Romana del 1849 è uno degli episodi di cui gli italiani possono andare più fieri. E non solo gli italiani, perché all’appello di quella ribellione rispose anche il vasto, eroico e pittoresco esercito internazionale di combattenti volontari per la libertà che aveva scosso l’Europa nel Quarantotto. Una generazione romantica, cosmopolita, che aveva esteso all’intera Europa la propria idea di patria. Sulle barricate di quei giorni, a difendere Roma c’erano giovani belgi, ungheresi, olandesi, bulgari, americani, inglesi, svizzeri, un finlandese - e molti francesi, a battersi contro l’esercito francese venuto in soccorso del potere pontificio, e riscattarne l’onore. Si trattò di una minoranza, certo, ma c’erano, e si batterono e si innamorarono, scrissero versi e dipinsero, e in tanti sono morti. C’era la legione polacca, gli esiliati di Mickiewicz, cittadini di una nazione cancellata, pellegrini che struggendosi di nostalgia accorrevano ovunque si combattesse per la patria e la libertà. E con loro ci furono donne che parteciparono agli scontri dando manforte ai soldati, signore e popolane - «prostitute», come poi le chiameranno ovviamente i vincitori - che si prodigarono per organizzare e prestare soccorso ai feriti nelle ambulanze, che li curarono negli ospedali e li accompagnarono in punto di morte. Il libro ripercorre i luoghi, i gesti e le parole, dimenticate e a volte inedite, di quella epopea, che ha ancora tanto da dire all’Italia repubblicana e all’Europa di oggi. Anzi, oggi specialmente.

Dopo aver letto il libro Roma 1849. Gli stranieri nei giorni della repubblica di Brunella Diddi, Stella Sofri ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (1)
4 Stelle
 
(0)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • GenereGenerale
  • Editore:Sellerio
  • Collana:La nuova diagonale
  • Data uscita:10/11/2011
  • Pagine:190
  • Formato:brossura
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788838925962




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Dogalize
 
Cardif
 
Dogalize

Top Brunella Diddi

Visualizza tutti i prodotti