Offerta imperdibile
Salvato in 133 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Mani pulite. La vera storia
15,20 € 16,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+150 punti Effe
-5% 16,00 € 15,20 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Mani pulite. La vera storia - Gianni Barbacetto,Peter Gomez,Marco Travaglio - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Mani pulite. La vera storia Gianni Barbacetto,Peter Gomez,Marco Travaglio
€ 16,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


"Mani pulite, vent'anni dopo". Altro che storia passata, questo libro racconta l'Italia dell'illegalità permanente. Un documento storico che rimarrà per sempre sul tradimento della politica. La cronaca di fatti e misfatti parte da Milano, 17 febbraio 1992, arresto di Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio: il primo tangentomane che fa tremare l'impero, a due mesi dalle elezioni. Saranno elezioni terremoto, quelle del 1992, stravinte dal partito degli astenuti (17,4 per cento) e dalla Lega nord. Intanto la Prima Repubblica va in galera ed è ancora solo superficie. Falcone e Borsellino trucidati a Palermo (e nel 2012 molti processi ancora aperti sulle stragi). Un anno dopo la corruzione è ormai un fatto nazionale, nessun partito escluso (70 procure al lavoro, 12.000 persone coinvolte per fatti di tangenti, circa 5000 arresti). "L'Italia sta risorgendo", saluta così l'anno nuovo il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Peccato che sia il 1994, l'anno di Silvio Berlusconi e dell'inizio della restaurazione. Scatta l'operazione Salvaladri, con gli imputati che mettono sotto accusa i magistrati. È il mondo alla rovescia e gli italiani assistono allo spettacolo. Alcuni protestano, molti si abituano e finiscono per crederci. Poi gli anni dell'Ulivo, della Bicamerale e dell'inciucio centro-destra-centrosinistra, che produce una miriade di leggi contro la giustizia. Prefazione di Piercamillo Davigo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2012
Tascabile
30 gennaio 2014
XX-882 p., Brossura
9788861905146

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Gianluca Testa
Recensioni: 5/5

Pensare a questo libro come ad un saggio sarebbe riduttivo, dato che esso è, infatti, un libro di storia che tratta uno degli eventi più noti, importanti e discussi della Repubblica italiana: la rete di illegalità denominata "Tangentopoli" e, soprattutto, le inchieste giudiziarie di Mani pulite da essa originate (e che danno il nome al volume). Nonostante la lunghezza, lo stile chiaro e scorrevole degli autori permette una facile e appassionante lettura. Le molte e precise informazioni rendono questo testo l'ideale per chiunque voglia saperne di più sull'argomento.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Non c'è nulla da fare, probabilmente il trio Barbacetto-Gomez-Travaglio è una delle migliori ensemble di giornalisti che il nostro povero paese abbia mai avuto. Devo fare una premessa, ho vent'anni, quindi non ho vissuto in prima persona la vicenda di Mani pulite e dei processi di Tangentopoli, quindi non posso fare un vero e proprio confronto tra ciò che è stato detto in tutti questi anni da TV e giornali e ciò che c'è scritto in questo libro. Tuttavia, non posso non pensare che i media non abbiano fatto altro che raccontare un mucchio di balle, altrimenti proprio non riuscirei a spiegarmi come un tale signor Berlusconi sia stato capace di salire a Palazzo Chigi per 4 volte, e che c'è ancora gente disposto a riporre in lui la propria fiducia. Il libro descrive con una precisione e con un'imparzialità a dir poco incredibili tutto ciò che ha portato all'esplosione di Tangentopoli e i suoi effetti fino al giorno in cui è stato pubblicato, dedicando un ampio spazio al cosiddetto Cavaliere che ne esce distrutto, in quanto vengono riportate tutte le indagini e le sentenze delle varie magistrature (non chiacchiere di corridoio, sia chiaro) che hanno riguardato lui in prima persona e tutte le sue emanazioni, da Forza Italia, che si scopre essere stata collusa con la mafia, alla Fininvest, che aveva (e che con tutta probabilità Mediaset ha ancora) tanti di quei fondi neri che persino Augusto De Marinis sarebbe rimasto scandalizzato, passando ovviamente per tutte le balle che ci ha raccontato sistematicamente smontate dalle sentenze di vari gradi di giudizio.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Gianni Barbacetto

1952, Milano

Giornalista e scrittore italiano. È laureato in Filosofia. Ha cominciato a lavorare negli anni Settanta in radio (Radio Milano Libera, Radio Città, Radio Rai), poi ha collaborato al quotidiano "Bresciaoggi", a "Linus" e a tante altre testate. Nel pieno degli anni Ottanta, nella "Milano da bere", ha contribuito a fondare il mensile "Società civile", che ha diretto per una decina d'anni. In tv ha condotto un programma televisivo di economia e finanza su una tv privata (Rete A). Ha lavorato nelle redazioni dei settimanali "Il Mondo", "L'Europeo", "Diario". È direttore di Omicron (l'Osservatorio Milanese sulla Criminalità Organizzata al Nord). Ha collaborato con la regista Francesca Comencini per il soggetto del film "A casa nostra". Per la rete televisiva franco-tedesca...

Peter Gomez

1963, New York

Peter Gomez, è direttore di ilfattoquotidiano.it e conduce per la tv di “il Fatto” la trasmissione “La Confessione”. Negli ultimi anni ha seguito tutti i principali scandali italiani su mafia, tangenti e corruzione. È autore di moltissimi bestseller, molti dei quali scritti con Marco Travaglio, diversi pubblicati da Chiarelettere: Mani pulite, Mani sporche (con Gianni Barbacetto e Marco Travaglio), Se li conosci li eviti (con Marco Travaglio), Bavaglio (con Marco Lillo e Marco Travaglio), Papi (con Marco Lillo e Marco Travaglio), Il regalo di Berlusconi (con Antonella Mascali).

Marco Travaglio

1964, Torino

Marco Travaglio è direttore del Fatto quotidiano, giornale che ha contribuito a fondare. Ha lavorato con Indro Montanelli a il Giornale e a la Voce. Poi ha scritto per diverse testate, fra cui Sette, il Giorno, l'Indipendente, Cuore, il Borghese, l'Espresso, la Repubblica, l'Unità. È autore di molti best-seller, tra i quali: Il manuale del perfetto impunito (Garzanti, 2000), L'odore dei soldi (con Elio Veltri; Editori Riuniti, 2001), Mani Pulite (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez; Chiarelettere, 2002), La scomparsa dei fatti (Il Saggiatore, 2006), Mani Sporche (con Gomez e Barbacetto; Chiarelettere 2007), Viva il Re! (Chiarelettere, 2013), È Stato la mafia (Chiarelettere; 2014), Perchè NO (con Silvia Truzzi; PaperFIRST, 2016), B. come basta! (PaperFIRST,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore