Img Top pdp IT book
Salvato in 76 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Il pellegrinaggio in Oriente
9,50 € 10,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+100 punti Effe
-5% 10,00 € 9,50 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il pellegrinaggio in Oriente - Hermann Hesse - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Il pellegrinaggio in Oriente Hermann Hesse
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Dettagli

29
1973
1 aprile 1973
96 p., Brossura
9788845901553

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Luca Santinon
Recensioni: 3/5

Sono un appassionato di letteratura di viaggio e sono stato attratto da questo romanzo breve citato da molti autori come il precursore del genere. Purtroppo nel romanzo il viaggio finisce ancor prima di iniziare in quanto il pellegrinaggio in Oriente si rivela una ricerca interiore da parte del protagonista. La narrazione offre comunque diverse chiavi di lettura e diversi spunti: vista la pubblicazione risalente al 1932, suona profetico il passaggio in cui si parla di un 'mondo accecato dal denaro, dal numero e dal tempo' così come la citazione del poeta Novalis: 'Dove mai andiamo? Sempre a casa'.

Leggi di più Leggi di meno
PAOLO PIZZIMENTO
Recensioni: 5/5

Una Lega di sapienti asceti antica quanto il mondo e la coscienza frantumata dell'uomo moderno; l'Europa devastata dalla Grande Guerra e un viaggio in oriente, regno della luce e della fiaba, patria e giovinezza dell’anima, "il Dappertutto e l’In-Nessun-Luogo, l’unificazione di tutti i tempi"; la fede del giovane, la rottura dell'armonia e lo smarrimento dell'uomo maturo che ha perduto i propri ideali; la creazione dell'artista e l'inespimibilità di ciò che appartiene alla vita dello spirito. In questo breve romanzo si uniscono in una segreta alchimia la profonda liricità del frammento e, insieme, il respiro universale delle grandi opere di Hesse, tra tutte Il lupo della steppa e Il giuoco delle perle di vetro. E pur nel tono quasi fiabesco e denso di simboli il lettore troverà, insieme a un profondo senso di nostalgia, pagine di forte e dolorosa attualità.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Romanzo senza dubbio particolare e di interpretazione controversa, sia per i molteplici significati e simboli disseminati nelle varie pagine. Certamente come hanno detto molti c’è il tema del “viaggio”, così caro ad Hesse, come pure il richiamo all’Oriente, culla e madre di ogni vita spirituale. Io però nel libro di Hesse ho visto essenzialmente il trionfo del mondo della fantasia, che trascina gli artisti nelle loro creazione. Una fantasia travolgente che si espande nel tempo e nello spazio dove tutto e tutti vengono trascinati come da un flauto magico.. . Ma ciò che gli artisti creano diventa immortale più che l’autore stesso..<<i personaggi erano senza eccezione molto più vivi, più belli e più allegri e in certo modo più giusti e reali degli stessi poeti e creatori…>>. Ed ecco che l’autore vorrebbe far parte di questa “fantomatica” Lega che sembra riunire in sé artisti, pensatori, personaggi… e alla quale hanno appartenuto e tuttora appartengono tutti i più grandi, artisti e personaggi di fantasia e di realtà. Ma per un artista, ed è questo che Hesse continua a dire continuamente, non è facile descrivere la realtà perché essa sfugge, i particolari si dilatano e diventano inafferrabili. Così come è inafferrabile il mito dell’Oriente! Di un artista rimane il suo personaggio, che diventa un mito, in quanto racchiude in sé le caratteristiche della perfezione! L’uomo, ahimè, è imperfetto!! E così pure gli artisti!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Hermann Hesse

1877, Calw, Wurttemberg

Scrittore tedesco. Abbandonati gli studi teologici, lavorò come meccanico e poi come libraio; nel 1904 si stabilì sul lago di Costanza, dedicandosi all'attività letteraria. Nel 1911 compì un lungo viaggio in India e nel 1921 prese la cittadinanza svizzera. Fu insignito del premio Nobel nel1946. Il romanzo che lo rivelò fu "Oeter Camenzind" (1904), una storia pervasa di idillica malinconia. Seguirono "Sotto la ruota" (1906) e diversi volumi di novelle. Gli avvenimenti della prima guerra mondiale produssero in lui una violenta crisi accentuando la sua tendenza all'introspezione. Si accostò alla psicoanalisi e introdusse nei suoi libri nuovi e più maturi elementi di critica sociale. Nel 1920 scrisse "L'ultima estate di Klingsor" cui seguirono i...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore