Img Top pdp IT book
Salvato in 27 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009
9,50 € 10,00 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+100 punti Effe
-5% 10,00 € 9,50 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009 - Roberto Saviano - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009 Roberto Saviano
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"La bellezza e l'inferno": fra questi poli opposti che richiamano il pensiero di Albert Camus si estende il campo di forze frequentato da Roberto Saviano, il luogo che genera la sua visione della vita, dell'impegno e dell'arte. Introdotti da una prefazione dell'autore, gli scritti raccolti in questo volume tracciano un percorso tanto ricco e vario quanto riconoscibile e coerente. Dal ragazzo che muove i primi già maturi passi nell'ambito della letteratura e della militanza antimafia fino allo scrittore affermato che viene invitato all'Accademia dei Nobel di Stoccolma e abbracciato dai terremotati in Abruzzo, Roberto Saviano resta se stesso. Ci racconta di un campione come Lionel Messi, che ha vinto la sfida più grande, quella contro il suo stesso corpo; di Anna Politkovskaja, uccisa perché non c'era altro modo per tapparle la bocca; dei pugili di Marcianise, per cui il sudore del ring odora di rabbia e di riscatto; di Miriam Makeba, venuta a Castel Volturno per portare il suo saluto a sei fratelli africani caduti per mano camorrista; di Enzo Biagi, che lo intervistò nella sua ultima trasmissione; di Felicia, la madre di Peppino Impastato, che per vent'anni ha dovuto guardare in faccia l'assassino di suo figlio prima di ottenere giustizia; e di tanti altri personaggi incontrati nella vita o tra le pagine dei libri, nelle terre sofferenti e inquinate degli uomini o in quelle libere e vaste della letteratura.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
Tascabile
9 novembre 2010
252 p., Brossura
9788804600954

Valutazioni e recensioni

4,56/5
Recensioni: 5/5
(9)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(6)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Alberto Rossi
Recensioni: 5/5

L'ho letto subito dopo aver finito Gomorra, e trovo che, specialmente in questo ordine, sia un'accoppiata vincente. Il libro è una raccolta di scritti, si tratta di saggi, articoli, recensioni e presentazioni ad altre opere, aneddoti di vita dell'autore, e naturalmente riflessioni e spaccati sulla camorra e su una serie di tematiche tutte circoscrivibili all'interno della dicotomia (presa in prestito da Albert Camus) che funge da titolo al libro. Mi ha entusiasmato particolarmente il racconto dell'incontro col mitico Joe Pistone alias Donnie Brasco, famosissimo agente dell'FBI infiltrato nella mafia newyorkese, come pure quello dell'esperienza di Saviano all'Accademia di Svezia. Non posso certo dimenticare alcuni capitoli amari sulle nefandezze della camorra che, come già in Gomorra, continua ad essere analizzata come una dinamica di potere, non molto diversa quindi da altre espressioni o sistemi di potere di cui siamo in gran parte (per non dire totalmente) inconsapevoli. Si possono inoltre rintracciare alcuni topic di Saviano come quello della necessità di raccontare il male e non di tacerlo, in quanto, diversamente da quanto si possa pensare, è nel secondo caso che lo si alimenta e nel primo che si contribuisce a distruggerlo; o la forza della parola, l'importanza del lettore nella veicolazione del messaggio e la necessità di un tipo di scrittura diverso dalla mera cronaca giornalistica. Su questi ultimi temi, ovviamente interrelati tra loro, vorrei soffermarmi. Se il merito di Gomorra è stato quello di 'aver fatto con le parole' contro la camorra più di quanto era mai stato fatto prima con le azioni, uno dei meriti di questo libro è quello di aprirne altri, e non solo banalmente perché al suo interno altri ne vengono effettivamente presentati. E' un invito al lettore ad informarsi, a leggere, a non fermarsi alla superficie delle cose, a superare quella coltre di notizie che non fa altro che ricoprire una verità risaputa, fino al punto di nasconderla. Perché non è importante solo il messaggio, solo il contenuto, ma anche la forma, il modo in cui il messaggio viene fatto passare. Ecco allora la forza della letteratura: sorpassare quella dimensione puramente giornalistica dell'informazione, riuscire ad arrivare in profondità, al cuore del lettore, a trasformare una notizia di pochi in una notizia per molti, un fatto di qualcuno in un fatto di tutti. Dopo La bellezza e l'inferno ho letto altri libri, mi sono informato, ho conosciuto storie che diversamente non avrei conosciuto. Ecco la forza e il merito di Saviano, aprire nuovi mondi, gettare luce su altre storie, ricordarci il nostro peso specifico, il nostro potere in quanto lettori: siamo anche noi in fondo una dinamica di potere.. "Questo libro va ai miei lettori. A chi ha reso possibile che Gomorra divenisse un testo pericoloso per certi poteri che hanno bisogno di silenzio e di ombra, a chi ha assimilato le sue parole, a chi lo ha passato agli amici, ai familiari, a chi lo ha fatto adottare nelle scuole, a chi si è ritrovato nelle piazze per leggerne delle pagine, testimoniando che la mia vicenda era divenuta la vicenda di tutti, perché lo erano divenute le mie parole".

Leggi di più Leggi di meno
AGATA LAZAZZARA
Recensioni: 5/5

Qui Saviano ci "invita" a trascorrere alcune ore,giornate, settimane a vivere come lui. Ci racconta dei continui spostamenti, dell’impossibilità di restare nella stessa casa per un periodo di tempo sufficiente a non sentirla estranea, il desidero di affacciarsi ad un balcone, o di aprire una finestra. Il libro raccoglie una serie di storie ben scritte, dai toni caldi e appassionati, che offrono riflessioni e punti di vista su scelte di vita che, nella routine di tutti i giorni, possono sembrare normali, ma che nascondono una forza d’animo da cui, una volta vista l’intensità, si resta imbarazzati di fronte alla propria immobilità.

Leggi di più Leggi di meno
Bruno Paletta
Recensioni: 5/5

Splendida collezione di articoli che inizia trattando con il solito stile, colto ed emotivamente partecipato, il cancro che attanaglia la Campania, la sua regione, per poi proseguire in una carrellata di ritratti indimenticabili di personaggi della musica e della cultura che come l'autore hanno avuto il sacro fuoco dello scrivere, inteso come capacità di vivere e testimoniare. Da far leggere nelle scuole superiori come elevato esempio di educazione civica

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,56/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(6)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Roberto Saviano

1979, Napoli

Scrittore e giornalista italiano. Nei suoi scritti, articoli e nel suo libro usa la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, di territorio e d'impresa della camorra e della criminalità organizzata in genere. Si è laureato in Filosofia all'Università degli Studi di Napoli Federico II, dove è stato allievo dello storico meridionalista Francesco Barbagallo. Collabora con «L'espresso» e «La Repubblica». Nel 2006 in seguito al successo del romanzo Gomorra, fortemente accusatorio nei confronti delle attività camorristiche, ha subito pesanti minacce (confemate da dichiarazioni di collaboratori di giustizia) dopo le indagini dei Carabinieri di Napoli il ministro dell'interno in carica Giuliano Amato gli ha conferito...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore